Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 16 dicembre 2019 | aggiornato alle 01:52| 62568 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Rotari
HOME     BEVANDE     TENDENZE e MERCATO

Nestlè accusata di “frode colossale”
Acqua Poland Spring sarebbe non sorgiva

Nestlè accusata di “frode colossale” 
Acqua Poland Spring sarebbe non sorgiva
Nestlè accusata di “frode colossale” Acqua Poland Spring sarebbe non sorgiva
Pubblicato il 21 agosto 2017 | 12:43

Non è la prima volta che Nestlé finisce nei guai a causa del marchio di acqua Poland Spring, e sempre per la stessa ragione: l'azienda è accusata di spacciare un acqua comune come sorgiva, facendola così pagare di più

Un gruppo di consumatori americani vuole trasformare una causa legale in una vera e propria class action, tutto per accusare Nestlé di “frode colossale”: pare infatti che il colosso abbia venduto con il marchio Poland Spring dell'acqua comune spacciata per sorgiva, creando un business di acque minerali che solo l'anno scorso ha ricavato a livello mondiale ben 7,9 miliardi di franchi svizzeri (circa 6,96 miliardi ai cambi attuali).

Nestlè accusata di frode colossale Acqua Poland Spring sarebbe non sorgiva

Solo il marchio Poland Spring, grazie alla sua popolarità negli Usa, ha un fatturato di circa 900 milioni di dollari l'anno. La risposta di Nestlé non si fa attendere, e anzi, definisce la causa come «priva di merito e un chiaro tentativo di manipolare il sistema legale per un guadagno personale».

Ma non è questa la prima volta che il marchio Poland Spring finisce sotto i riflettori della giustizia americana: l'ultima volta risale al 2003, quando ancora era messa in dubbio la purezza dell'acqua. Al tempo l'azienda dovette pagare 12 milioni di dollari.

Oggi, nella causa depositata attualmente alla Corte federale del Connecticut, si legge che «l'acqua di sorgente naturale al 100%» pubblicizzata sulle bottiglie Poland Spring, che raffigurano una fonte in mezzo agli alberi con montagne innevate sullo sfondo, sarebbe in realtà acqua comune filtrata, contraddicendo quindi le leggi federali. Nelle 325 pagine di citazione si sostiene inoltre che la vera sorgente Poland Spring, nel Maine, si sarebbe esaurita 50 anni fa e Nestlé avrebbe perciò creato, illegalmente, nuove sorgenti artificiali, ingannando i consumatori, che perciò pagherebbero un prezzo premium per acqua ordinaria.

I guai legali per il gruppo guidato da Mark Schneider non di limitano all’aqua minerale. Nel mirino è tornato il wafer coperto di cioccolato KitKat. Giovedì Atari ha depositato una nuova causa legale a San Francisco, dopo quella promossa in Gran Bretagna, accusando la multinazionale di aver usato senza permesso, in una nuova campagna di marketing, il celebre videogame «Breakout», il celebre muro di mattoncini da abbattere, inventato negli anni 70 da Steve Wozniak con l’aiuto del fondatore della Apple Steve Jobs. Atari accusa Nestlé di violazione del copyright e concorrenza sleale.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


acqua Poland Spring Nestle causa tribunale acqua comune acqua sorgiva consumatore inganno pubblicita frode

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky_Business_Natale_DIC19_No_Prezzo
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).