Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 01 aprile 2020 | aggiornato alle 03:15| 64490 articoli in archivio
 
Rational
HOME     BIRRA    

Birra, bevanda ufficiale dell'antico Egitto
Ritrovamenti anche nel centro di Tel Aviv

Birra, bevanda ufficiale dell'antico Egitto 
Ritrovamenti anche nel centro di Tel Aviv
Birra, bevanda ufficiale dell'antico Egitto Ritrovamenti anche nel centro di Tel Aviv
Pubblicato il 16 aprile 2015 | 18:49

Scoperti nel centro di Tel Aviv recipienti di ceramica di oltre 5mila anni fa, usati al tempo per preparare la birra. Nell'antico Egitto la birra era considerata un bene primario, bevuta da persone di ogni età e status

La presenza di insediamenti di una popolazione con oltre 5mila anni di storia è venuta alla luce nel centro di Tel Aviv nell'area del Ponte Ma’ariv durante uno scavo di emergenza che la Israel antiquities authority sta conducendo prima che vengano costruiti in quell'area edifici da adibire a uffici. Secondo Diego Barkan, direttore dello scavo archeologico per conto della Israel antiquities authority, sono stati ritrovati 17 pozzi che venivano utilizzati per conservare prodotti agricoli durante l’Età del bronzo (3500-3000 aC).



Tra le centinaia di frammenti di ceramica che caratterizzano la cultura locale, sono stati scoperti un gran numero di frammenti di grandi recipienti di ceramica, risalenti alla tradizione egizia. I recipienti venivano usati per preparare la birra. Questi grandi recipienti venivano fabbricati con paglia modellata o altro tipo di materiale organico in modo da renderli più resistenti, con un metodo non consueto nel settore della ceramica locale. Recipienti come questi sono stati trovati nell’edificio amministrativo egizio scavato a En Besor.

Sulla base degli scavi precedentemente effettuati nella regione, è risaputo che vi era un sito risalente all'antica Età del bronzo, ma questo scavo è la prima testimonianza evidente di un’occupazione egizia nel centro di Tel Aviv proprio risalente a quel tempo. Fino a oggi infatti gli archeologi erano a conoscenza di una presenza egizia nel nord del Negev e a sud della pianura costiera, laddove il punto più a nord dell’occupazione egizia si era dimostrato essere ad Azor. Un pugnale di bronzo e strumenti di selce risalenti a 6mila anni fa, periodo Calcolitico, sono stati trovati nel sito.

È interessante notare che la birra è stata la “bevanda nazionale d’Egitto” nei tempi antichi, e che si trattava di un bene primario come il pane. La birra veniva consumata dall’intera popolazione, indipendentemente dall’età, dal genere o dallo status. Era il risultato di una mistura di orzo e acqua che veniva fatta cuocere e poi lasciata a fermentare sotto al sole. Diversi concentrati di frutta venivano aggiunti a questa mistura in modo tale da insaporire la birra. La mistura veniva poi filtrata in speciali recipienti ed era così pronta per l’uso. Gli scavi condotti nella regione del delta d’Egitto hanno permesso di portare alla luce birrifici, i quali ci indicano che la birra veniva prodotta già a metà del 4° millennio a.C.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


birra antico Egitto archeologia Tel Aviv Israel antiquities authority Diego Barkan

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®