Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 01 aprile 2020 | aggiornato alle 06:56| 64490 articoli in archivio
 
Rational
HOME     BIRRA    
di Giovanni Angelucci
Giovanni Angelucci
Giovanni Angelucci
di Giovanni Angelucci

A Merano un excursus brassicolo
lungo tutto lo stivale

A Merano un excursus brassicolo 
lungo tutto lo stivale
A Merano un excursus brassicolo lungo tutto lo stivale
Pubblicato il 16 novembre 2016 | 15:55

Al Merano WineFestival anche la birra ha suscitato particolare interesse; le pinte italiane hanno fatto la loro figura e i birrifici hanno dato il loro meglio tra etichette consolidate e interessanti novità

Il presidente e fondatore del Merano WineFestival, Helmuth Köcher, si dichiara soddisfatto alla chiusura della venticinquesima edizione del Festival. Diecimila presenze in 5 giorni di attività, superando di qualche decina i numeri del 2015. 100 aziende vitivinicole partecipanti a bio&dynamica, 394 cantine italiane, 89 aziende vitivinicole internazionali, 92 artigiani del gusto e birrifici, 13 tra consorzi e aziende di servizi alla ristorazione. I numeri danno un’idea della crescita che la manifestazione è stata in grado di ottenere negli anni, soprattutto guardando indietro alla prima edizione quando i visitatori erano 500 e le cantine appena 40.

Merano WineFestival excursus brassicolo

Focus non soltanto sull’affollatissima sala principale con protagonista il vino, ma anche e soprattutto sulla GourmetArena, lo spazio in cui i visitatori del Merano WineFestival hanno avuto modo di conoscere da vicino alcune delle eccellenze gastronomiche italiane. Tra banchi d’assaggio e show cooking, con ben 100 aziende e validi birrifici artigianali, è stata proprio la birra ad attirare particolare interesse, le pinte italiane hanno fatto la loro figura e i birrifici hanno dato il loro meglio tra etichette consolidate e novità interessanti.

Un excursus brassicolo lungo tutto lo stivale. Di seguito gli assaggi che ci sono piaciuti di più. La Dark Deer del Birrificio del Bosco. I due giovani Marco Pederiva e Gabriele Tomasi producono una porter ad alta fermentazione dalla schiuma cremosa e da suadenti sentori di frutti di bosco, mirtilli, fragoline, frutta secca e cioccolato. In bocca è tonda e richiama la liquirizia con note alcoliche equilibrate. La chiusura è affidata ad una nota sapida lievemente amara. Una birra del tutto gradevole, appagante e in linea con la stagione invernale alle porte.

Merano WineFestival excursus brassicolo

Il birrificio trentino Barbaforte produce quattro birre di personalità e con un’identità ben chiara, quella del giovane Matteo Mincone che le produce. Ancora beer firm ma in grado nel giro di tre anni di affermarsi con buone etichette tra cui spicca la Quadro. Una birra ispirata alle saison belghe prodotta con malto d’orzo e di frumento, caratterizzata da una speziatura a base di bucce d’arancia dolci, coriandolo, radice di genziana del Monte Baldo e rafano fresco. Decisamente profumata e fresca, in naso è inebriato dai profumi fruttati e in bocca colpisce la chiusura netta e la lunga persistenza di radice di genziana.

Filippo Ghidoni del Birrificio agricolo La Morosina, produce nel Parco del Ticino nel basso milanese. Sui quindici ettari a disposizione coltiva il suo orzo e dalle seicento piante di luppolo ottiene la migliore materia prima per le sue birre. Oltre le tre classiche si è presentato al Merano Wine Festival con l’edizione speciale in versione invernale: la Natalia. Una belgian ale con intense nuances di miele (utilizzato in cotta) e freschezza in bocca donata dallo zenzero una totale pulizia con chiusura pulita grazie alla buccia d’arancia. Fresca, secca e piacevole.

Merano WineFestival excursus brassicolo

Da ormai vent’anni il birrificio Amarcord si dedica alla produzione brassicola in Emilia Romagna. È difficile non rimanere ammaliati dalle diverse linee di birre prodotte, tanto differenti quanto interessanti. La linea Ama, per esempio, concepita con il brewmaster Brewery Garrett Oliver e il designer di fama internazionale Milton Glaser, è entusiasmante. A colpire però è la creazione più rara, la Riserva Speciale: riflessi rosati e finezza al naso, prodotta con miele, visciole e prugnole delle colline marchigiane, e rifermentata in bottiglia con lievito di Champagne. Il risultato è una birra freschissima e complessa con una divertente e bilanciata acidità durante l’intera bevuta. Da provare.

Nel frattempo a Merano si lavora già ai prossimi eventi: Merano Award Selection Roma (27 e 28 novembre all’Acquario Romano), il riconoscimento attribuito ai vini che raggiungono un punteggio minimo di 88/100, e Wine&Siena (21-22 gennaio 2017), un percorso itinerante attraverso 250 cantine presenti, giunto alla sua seconda edizione tra le vie della storica città toscana.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Merano WineFestival Helmuth Kocher show cooking birrificio Dark Deer Birrificio del Bosco Barbaforte La Morosina Amarcord

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®