Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 09 aprile 2020 | aggiornato alle 07:02| 64734 articoli in archivio
HOME     BIRRA    
di Giovanni Angelucci
Giovanni Angelucci
Giovanni Angelucci
di Giovanni Angelucci

È tempo di Christmas beer
L’inverno si scalda con note speziate

È tempo di Christmas beer 
L’inverno si scalda con note speziate
È tempo di Christmas beer L’inverno si scalda con note speziate
Primo Piano del 29 ottobre 2017 | 09:29

Che le chiamiate Winter warmer, Kerstbier, Christmas beer o con uno dei nuovi appellativi che di tanto in tanto vengono coniati nel bizzarro mondo birrario, lo stile delle birre di Natale è sempre lo stesso. Ma con le sue numerose sfaccettature. È difficile trovare la stessa produzione da parte di un birrificio artigianale.

Se andiamo a ritroso di secoli possiamo ritrovare le tracce di una bevanda fermentata con mele arrostite, noce moscata, zenzero, miele o zucchero, e dal persistente cappello di schiuma. Ma questa era soltanto la forma “primitiva” di ciò che sono oggi. Cambiano di anno in anno, seppur mantenendo la medesima tradizione che le ha originate, anche fuori dai confini del Paese d’origine. Non sono certamente una trovata recente, basti pensare che nel nord Europa, soprattutto nel Belgio di fine ‘800, facevano parte di una produzione tipicissima nonché del consumo familiare; venivano prodotte in estate e commercializzate nei primi giorni d’inverno, durante i quali prendevano vita anche le fiere e i mercati di Natale tipici dell’Europa centro-settentrionale.

(È tempo di Christmas beer L’inverno si scalda con note speziate)

In principio venivano prodotte come aiuto per convivere con i freddi e lunghi inverni del nord e per scaldare gli animi durante le festività natalizie. Con la loro elevata gradazione alcolica (dai 7 ai 10 gradi, ma anche più) le rigide temperature diventavano più miti (o meno glaciali) e già allora i belgi dimostravano di saperci fare caratterizzandole con una generosa e profumata speziatura a cui aggiungevano ginepro, miele, zenzero, coriandolo, cannella, frutta.

È in Italia che arrivarono solo successivamente, ma la tradizione si era ormai diffusa in maniera importante e la ricetta che subisce piccole variazioni di anno in anno le rende “vintage”, nonché ancor più affascinanti e intriganti. Seppur non collegate ad uno stile ben preciso, eccetto quello delle Strong Ale fortemente aromatizzate che spesso ricorre, le birre natalizie italiane mantengono un forte legame con il legno. Infatti, pare che i birrai italiani abbiano creato un loro stile riconoscibile, come per le Iga (Italian grape ale), contraddistinto da maturazioni in botti differenti, più o meno lunghe, con evoluzioni molto personali e con l’uso di spezie locali.

Insomma, saremo anche lontani dalla varietà del Belgio con il suo Festival delle birre di Natale di Essen con più di 200 diverse etichette, ma c’è comunque da divertirsi. Specialmente con gli abbinamenti: panettoni con crema pasticcera, formaggi a pasta molle, erborinati o aromatici, dolci a base di cioccolato fondente. Il bello di queste birre è che sono declinabili in diversi abbinamenti: oltre alle specialità dolciarie di cui l’Italia è colma, anche ai piatti agrodolci tipici della tradizione nordica, carni di cervo, capriolo e cinghiale, dalle lunghe cotture, con varianti che prevedono salse a base di frutti di bosco come è uso nella cucina di quelle zone.

Tra non molto le birre di Natale saranno pronte a riscaldare il nostro inverno. Ecco alcune proposte tra le italiane.

Nöel - Baladin
Per festeggiare il Natale Teo Musso ha creato la Nöel Liquirizia. Come da tradizione nasce a fine estate per darle il tempo di fermentare con calma e affinarsi in bottiglia. Ora è quasi pronta e la bevuta sarà corposa e aromatica. Protagonista è la radice di liquirizia, sia al naso che all’assaggio, corredata da aromi agrumati grazie all’infusione a freddo di luppolo, e ancora frutta secca, biscotto, cioccolato, carruba. Scura, alcol 9%, perfetta con i dolci natalizi.

Sparrow Pit Yule - Birrificio Italiano
Prodotta già durante le scorse festività, il 2017 la vede replicata a grande richiesta ma con spezie in maggior quantità e la comparsa anche di cacao. Questa birra rappresenta l’evoluzione “natalizia” di Sparrow Pit, l’american barley wine da 10 gradi alcolici, che vede l’aggiunta di una miscela di spezie invernali: buccia di arancia amara, coriandolo, grani del paradiso, anice stellato. Una bevuta complessa e appagante, persistente a cui dedicare del tempo, come del resto vale per le birre del Birrificio Italiano.

I Hop(e) is Noel - Hibu
È una Strong Amber Ale di 9 gradi prodotta con nove luppoli e due fermentazioni separate. Da una parte luppoli europei, dall’altra il resto del mondo. Perfetta a fine pasto insieme al dessert, così da creare quel godurioso tepore che serve durante una serata invernale. “I Hop(e) is Noel” fa parte delle Speciali, ossia create per momenti importanti come ad esempio la Pasqua (vedi la “J.I.B. Jesus is Back”). L’etichetta è disegnata da Giuseppe Ferrario. Non vi deluderà.

A Renna Glüh - LoverBeer
Fruttata e vinosa dal bouquet speziato che fa subito atmosfera natalizia. Tipico stile di questo birrificio con il produttore Valter che crea una birra con mosto di vino, cannella, chiodi di garofano, anice stellato, arancia dolce. Di più, la si può bere ad una temperatura intorno ai 10 gradi, dove spiccano le note fruttate di lampone, ribes e frutti bosco, o come fosse un vin brulé, intorno ai 70 gradi, con le nuance tipiche dolci-acide e le spezie che si accentuano. Più che una birra.

Christmas Cru - Almond ‘22
Stretto legame con il territorio, come Jurij ama fare, per questa birra speciale che vede impiegato il lievito autoctono di uve Montepulciano d’Abruzzo. La Christmas Cru, dal colore ambrato con riflessi rubino e dalle note vinose, offre a chi la stappa una grande complessità organolettica e una voglia immediata del secondo sorso. Contraddistinta dall’utilizzo di miele, coriandolo e zenzero, spazia dal biscotto alla frutta candita in armonia con la gradazione alcolica copiosa.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


birra di Natale Winter warmer Kerstbier Christmas beer spezie aroma grado alcolico birrificio artigianale birra speciale birra stagionale

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®