Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 30 marzo 2020 | aggiornato alle 14:58| 64454 articoli in archivio
HOME     BIRRA    

Qualità Alto Adige, l’unione fa la forza
Otto birrifici uniti sotto un solo marchio

Qualità Alto Adige, l’unione fa la forza 
Otto birrifici uniti sotto un solo marchio
Qualità Alto Adige, l’unione fa la forza Otto birrifici uniti sotto un solo marchio
Pubblicato il 30 aprile 2017 | 13:36

La birra altoatesina affonda le sue radici ad oltre mille anni fa. Oggi 8 birrifici si sono uniti sotto il marchio Qualità Alto Adige utilizzando solo prodotti del territorio, ogni anno utilizzano 15mila chili d’orzo

L’unione fa la forza e in Alto Adige lo sanno bene. I produttori di birra altoatesina si sono messi insieme creando un marchio forte e promuovendo le proprie birre, diverse ma accomunate dai prodotti della stessa zona. La birra in Alto Adige ha una lunga tradizione: viene prodotta da oltre mille anni. Secondo una delle prime testimonianze, nell’attuale Valdaora, intorno all’anno 985 d.C. un maso doveva consegnare al clero venti “situle cervesie”, ovvero 20 secchi di birra (circa 12 litri di oggi). Anche la via dei bottai a Bolzano mostra ancora oggi l’importanza di queste figure che nel XVI secolo erano una delle corporazioni più potenti della città e producevano botti per il vino e la birra.

Qualità Alto Adige, l’unione fa la forza Otto birrifici uniti sotto un solo marchio

Dal XVI secolo, con la nomina del duca Ferdinando II a principe regnante, la birra divenne la bevanda più popolare in Alto Adige. I birrai si sono ritrovati sotto il marchio di Qualità Alto Adige che garantisce di avere una birra realizzata con ingredienti locali e materie prime di alta qualità e che la produzione venga controllata scrupolosamente. Tutti gli otto birrifici altoatesini che producono birra con il marchio di Qualità Alto Adige seguono ricette e metodi di produzione propri, caratterizzati dalle skylls di ognuno ma da un’unica impronta territoriale.

Qui i birrifici utilizzano ogni anno circa 15mila kg di orzo altoatesino. Da 200 kg di orzo si possono produrre circa mille litri di birra. Ciò significa che la produzione di birra con marchio di Qualità Alto Adige è di circa 75mila litri. Numeri importanti per un mercato in crescita che sta trovando spazio anche all’estero.

Ma come si sa la birra non si limita alla produzione e alla vendita. La birra è condivisione e dinamicità, così la famiglia altoatesina birraria ha pensato di far vivere ai turisti appassionati l’Alto Adige in sella ad una bicicletta, con la possibilità di potersi fermare per una piacevole pausa in qualcuno dei birrifici. È questo che invitano a fare fin da subito i cinque percorsi dei nuovi giri ciclistici tra i birrifici dell’Alto Adige, percorrendo l’intera provincia da San Leonardo in Passiria a ovest e a Brunico a est. L’iniziativa dei birrifici si rivolge a chi, tra gli ospiti e gli altoatesini, vuole accostare allo sport il gusto (e il mondo) piacevole della birra artigianale.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


birra marchio Qualita Alto Adige prodotto locale Trentino Alto Adige storia tradizione orzo turismo

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®