Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 06 aprile 2020 | aggiornato alle 05:00| 64652 articoli in archivio
HOME     BIRRA    
di Giovanni Angelucci
Giovanni Angelucci
Giovanni Angelucci
di Giovanni Angelucci

Arriva la Thomas Hardy’s Ale 2017
La birra inglese attesa con curiosità

Arriva la Thomas Hardy’s Ale 2017 
La birra inglese attesa con curiosità
Arriva la Thomas Hardy’s Ale 2017 La birra inglese attesa con curiosità
Pubblicato il 30 giugno 2017 | 18:27

Dopo i successi del 2015 e 2016 che segnarono il ritorno sul mercato della storica birra inglese, ora i suoi amanti attendono con trepidazione il lancio sul mercato dell’edizione 2017 che si prepara per un altro successo

Non è facile da trovare, tanto meno da assaggiare. La Thomas Hardy’s Ale, etichetta che ha fatto la storia della birra inglese e mondiale, è tornata a vivere con le annate 2015 e 2016 durante le ultime due stagioni. E finalmente anche l’edizione 2017 della Thomas Hardy’s Ale sta per vedere la luce: dopo mesi di fermentazione e maturazione in tank, la nuova annata è pronta per essere messa in bottiglia a rifermentare pazientemente per qualche altra settimana prima di essere lanciata sul mercato.

Thomas Hardy’s Ale, arriva la 2017 La birra inglese attesa con curiosità

La Vintage 2015 è sparita in men che non si dica e gli appassionati stanno aspettando di poter avere tra le mani questa nuova terza edizione. La Thomas Hardy’s Ale fu prodotta per la prima volta nel 1968 all’interno della birreria Eldridge Pope per commemorare il quarantennale della scomparsa del poeta e scrittore britannico Thomas Hardy. L’idea era ottenere una birra speciale, unica, riconoscibile, in grado di passare alla storia. Obiettivo centrato visto che è diventata uno dei barley wine più apprezzati e ricercati del pianeta. L’obiettivo venne centrato sin dall’inizio: forte gradazione alcolica come è nello stile, corpo importante e vellutato, lunghissima persistenza aromatica e grande longevità da portarla a vivere fino a venticinque anni. Bottiglie numerate e tanta magia ma ad un costo insostenibile, tale da far chiudere nel 1999 i battenti della Eldridge Pope.

Fu così che dal successo nacque il mito. La Thomas Hardy’s Ale divenne un oggetto di pregio più che una birra e fu più semplice acquistarla all’asta che in un pub. Nel 2003 la birreria O’Hanlon le diede nuova vita conservando l’esclusività. Sei anni poi la birra iconica tanto amata scompare nuovamente. E a questo punto della storia entra in scena l’Italia. Nel 2012 Sandro e Michele Vecchiato di Brew Invest intraprendono un percorso difficile e appassionato, che oggi ha riportato la birra mito a rivivere ancora una volta, sfatando l’oblio in cui era destinata a cadere.

Dunque tanta curiosità di scoprire come i birrai guidati da Derek Prentice, decano della birra inglese, siano riusciti ad affinare ulteriormente la ricetta e la metodologia produttiva della regina dei Barley Wine; nel corso della sua storia quasi cinquantennale infatti la Thomas Hardy’s Ale è cambiata parecchio in termini produttivi, una birra mai uguale e sempre in evoluzione.

«Siamo riusciti a farla rinascere e ora diventerà immortale, abbiamo intenzione di creare delle limited editon coinvolgendo alcuni tra i più grandi birrai del mondo», raccontano i due soci italiani. Mentre si aspetta il lancio ufficiale della nuova 2015 non si può che augurare lunga vita ad una delle birre più ricercate del mondo.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Thomas Hardys Ale birra inglese lancio birrificio

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®