Molino Quaglia
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 06 giugno 2020 | aggiornato alle 06:40| 65986 articoli in archivio
HOME     BIRRA    
di Giovanni Angelucci
Giovanni Angelucci
Giovanni Angelucci
di Giovanni Angelucci

B94 sconfigge Ceres in tribunale

B94 sconfigge Ceres in tribunale
B94 sconfigge Ceres in tribunale
Pubblicato il 16 marzo 2018 | 12:08

Strano ma vero, il birrificio B94 ha sconfitto il marchio Ceres in tribunale. Finalmente un caso in cui la giustizia, seppur lentamente, fa il suo giusto corso.

«Sono trascorsi un po’ di mesi - ha detto il titolare di B94 Raffaele Longo - ma era una notizia che andava resa pubblica per rendere omaggio ai sacrifici che i birrai artigiani, in prima persona, quotidianamente sostengono non solo nello svolgimento della pura attività produttiva di birra artigianale, ma riguardo anche agli sforzi verso ciò che ruota intorno alle piccole imprese che rappresentano e che spesso però sono costretti a far funzionare come delle grandi imprese in un oceano abitato da esemplari di grossa taglia».

(B94 sconfigge Ceres in tribunale)

«Sosteniamo - continua - le nostre aziende con cura e passione, e questo vuole quindi fare onore anche a tutti quei birrifici che si fanno strada senza l'aiuto di "marchette pubblicitarie di ogni genere" ma solo affidando a professionisti attenti e ingegnosi il lavoro di comunicazione. Le soddisfazioni arrivano sempre!».

Protagonista dei fatti è chi si firma, proprietario del birrificio pugliese B94, e le etichette delle sue birre. Nel marzo del 2016 il famoso marchio Ceres lanciò sul mercato la sua linea crafty, denominata Norden utilizzando una grafica molto simile, se non identica a quella di B94: la November Ray contraddistinta esattamente allo stesso modo da una grande “N” maiuscola.

Dopo una prima proposta compromissoria da parte della multinazionale, rifiutata dalla squadra di Longo, nel dicembre del 2016 il Tribunale di Bari ha accolto totalmente il ricorso del birrificio B94, riscontrando evidenti presupposti di confondibilità tra le due etichette. La condanna per Ceres è stata piuttosto pesante con il ritiro immediato di tutte le Gylden Ipa dal mercato (con multa per ogni giorno di ritardo) e pagamento delle spese processuali.

La seconda proposta compromissoria è stata ritenuta invece valevole da Raffaele che ha quindi accettato. In base all’accordo, le Gylden Ipa sono state comunque ritirate dal mercato (con più tempo a disposizione) e modificate nell’etichetta.

Una grande rivalsa per il settore brassicolo artigianale tutto: almeno per una volta è stato un microbirrificio (audace) a sfidare l’industria, uscendone vincitore nonostante le armi a disposizione fossero impari.

Per informazioni: www.birrificiob94.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


birrificio birra artigianale tribunale B94 Ceres birra November Ray Ipa Raffaele Longo

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®