Molino Quaglia
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 02 giugno 2020 | aggiornato alle 09:41| 65914 articoli in archivio
HOME     BIRRA    
di Giovanni Angelucci
Giovanni Angelucci
Giovanni Angelucci
di Giovanni Angelucci

Abruzzo brassicolo di qualità
50 aziende in costante crescita

Abruzzo brassicolo di qualità 
50 aziende in costante crescita
Abruzzo brassicolo di qualità 50 aziende in costante crescita
Primo Piano del 08 febbraio 2020 | 17:00

Luca Di Saverio, uno dei massimi esponenti della birra abruzzese, tira le fila del settore nella regione. Teramo è la città con la più alta concentrazione di birrifici, il Festival di Castellalto è l’evento clou. L'evoluzione della scena birraria abruzzese rispecchia fedelmente l'ascesa del fenomeno nazionale. Tanti gli esempi da assaggiare.

Nel tour italiano delle birre è la volta dell’Abruzzo che affidiamo alle mani dell’assaggiatore e docente, ex homebrewer dal 2004, Luca Di Saverio. Nel 2016 entra a far parte del panel dei giudici di Birra dell'Anno e da quel momento inizia a collaborare con Unionbirrai per l'organizzazione di corsi di degustazione. Oggi è un punto di riferimento per la cultura birraria abruzzese e non solo.

Teramo è il capoluogo regionale della birra (Abruzzo brassicolo di qualità 50 aziende in costante crescita)
Teramo è il capoluogo regionale della birra

Birra in Abruzzo, qual è la sua evoluzione negli anni?
L'evoluzione della scena birraria abruzzese rispecchia fedelmente l'ascesa del fenomeno nazionale. Abbiamo avuto i nostri pionieri. Primo in assoluto, nel 1998, è stato il brewpub Magoo dell'Aquila (chiuso nel 2009). Eccezion fatta per Almond '22, fondato nel 2003 da Jurij Ferri, tutti i birrifici antesignani hanno tuttavia chiuso i battenti per varie vicissitudini. Nel 2008, con il battesimo dei birrifici Maiella e Opperbacco, assistiamo ad un incremento costante di nuove aperture. Attualmente contiamo circa 50 aziende (birrifici e beerfirm).

Tracciamo un itinerario brassicolo lungo la regione, quali sono le tappe imprescindibili?
Partendo della provincia di Teramo, dove c'è una concentrazione particolare di birrifici, troviamo 3 realtà a Corropoli: Grignè, Miles e Quattroventi e a Civitella del Tronto il Birrificio La Fortezza. Ai piedi della Montagna di Campli abbiamo il Birrificio Ramoni, mentre lungo la strada che conduce al Lago di Campotosto “La Casa di Cura”. Più a valle, nel territorio di Castellalto troviamo Bibibir e nelle campagne di Notaresco, Opperbacco. Sempre in provincia di Teramo, tra Roseto ed Atri abbiamo: Terre d'Acquaviva, Donkey Beer e San Giovanni. Nei pressi dalla città dell'Aquila, troviamo Anbra e Alkibia entrambi di Fossa, mentre a Tagliacozzo (Aq) Fermento Marso. In provincia di Pescara abbiamo Deb's a Caramanico, Mezzopasso a Popoli, Almond 22 a Remartello - Loreto Aprutino e sempre nel pescarese: Golden Rose, Birra Bertona e Pesce Palla. Nel chietino, a Pretoro troviamo Maiella e Delphine a Roccascalegna.

50 le aziende attive, in costante crescita (Abruzzo brassicolo di qualità 50 aziende in costante crescita)
50 le aziende attive, in costante crescita

Chi sono i birrai assolutamente da conoscere?
Jurij Ferri di Almond ‘22, non solo come artigiano creativo e minuzioso, ma anche per aver forgiato tanti birrai in tutti questi anni; Luigi Recchiuti di Opperbacco per le sue sperimentazioni mai banali; Flaviano Brandi di Bibibir per la versatilità nel riproporre stili; Luca Marcotullio di Anbra per aver creduto nelle basse fermentazioni anche quando non andavano di moda da queste parti e Massimiliano Di Prinzio di Maiella per la valorizzazione del territorio.

Birrifici agricoli? Quali sono le realtà particolarmente vicine al territorio?
Anche in Abruzzo ci sono birrifici agricoli che producono in proprio orzo e altri cereali, seppur in maniera contenuta rispetto la vicina regione Marche. Le realtà più note sono Grignè di Corropoli (Te), Ramoni di Campli (Te) e Golden Rose di Pianella (Pe). Tra le realtà agricole segnalo anche BabilHop di Atri (Te) che produce luppolo. Molti birrifici dimostrano attaccamento al territorio: Almond '22, Maiella, Opperbacco, Mezzopasso, Casa di Cura, La Fortezza, Donkey e Deb's, lo fanno utilizzando: cereali, spezie, erbe officinali, miele, frutti e mosto di vino.  

Birre dell’Abruzzo assolutamente da assaggiare?
Se siamo alla ricerca di birre dalla facile beva: le Lager di Anbra, Farrotta (con farro e miele) di Almond '22, Violent Shared (session Ipa con pompelmo rosa) di Opperbacco, Arance Meccaniche (Apa con arance di Fossacesia) di Donkeybeer e White Shock (White Ipa) di Bibibir. Se invece siamo alla ricerca di birre dal gusto particolare direi: Salasso di Casa di Cura (in equilibrio tra salato, affumicato e acidità), la BiBiRauch (affumicata in stile Rauchbier) di BiBiBir, le Naturte (sour wild ale) di Opperbacco, la “Fruit Saison” (con ribes nero del trentino) di Almond ‘22 e la Bucefalo di Natale (Imperial stout con mosto cotto e spezie) di Maiella.

Almond '22 è uno dei marchi più apprezzati (Abruzzo brassicolo di qualità 50 aziende in costante crescita)
Almond '22 è uno dei marchi più apprezzati

Quanto a pub e mescita? Come è messa la regione con il lavoro del publican?
Nel corso degli anni la richiesta di birra artigianale è aumentata, seguendo il trend nazionale, di conseguenza sono sorti nuovi locali specializzati, soprattutto beershop con mescita. In tutto ciò hanno giocato un ruolo decisivo: i festival e i publican che hanno spinto le persone ad apprezzare birre non standardizzate, ma anche i turisti provenienti da altre regioni che hanno alzato il livello generale. In principio c'era solo l'Agripub di Notaresco (Te) tuttora attivo e molto frequentato; oggi, senza stupore, potresti trovare birra artigianale anche nel bar sotto casa. Tra i locali che lavorano in maniera egregia segnalo: Old Sponge di Alba Adriatica (Te), Il Tasso Alcolico di Giulianova (Te), Pub Troll di Mosciano (Te), BeerBang di Teramo, Good Save the Beer a Roseto (Te), Arbiter Bibendi, Hop&Co, Luppoli&Grappoli, Shaka Brew a Pescara e Malt&Co a Chieti.

Eventi e cultura birraria in regione, come è messo l’Abruzzo?
L'evento principale è senza ombra di dubbio il Festival di Castellalto (15 edizioni). Nei primi giorni di agosto, per un'intera settimana, il piccolo borgo offre più di 200 tipologie di birra alla spina, accontentando tutti i palati, dai neofiti ai beer hunters più esigenti. Di appuntamenti ce ne sono tanti, tra i più affermati citerei: Un Borgo di Birra a Civitella del Tronto (Te), Il Festival delle Colline Teramane di Notaresco (Te), rassegna dei birrifici teramani e Fermenti d'Abruzzo che si tiene a fine agosto a Pescara, con un ricco palinsesto workshop e un'ampia partecipazione dei birrifici.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


beer birra birrificio abruzzo birraio evento festival festival di castellalto produzione Luca Di Saverio

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®