Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 04 dicembre 2021 | aggiornato alle 06:25 | 79992 articoli in archivio

Desideri estivi

Birra volano della ripartenza: per un italiano su 4 sarà il vero piacere dell'estate

Secondo la ricerca condotta dall'Istituto Piepoli per Osservatorio Birra, il 23% degli italiani non vede l'ora di bersi una birra in compagnia al bar o in pizzeria. Una leva per il 47% degli operatori del fuoricasa

20 luglio 2021 | 18:30

Birra volano della ripartenza: per un italiano su 4 sarà il vero piacere dell'estate

Secondo la ricerca condotta dall'Istituto Piepoli per Osservatorio Birra, il 23% degli italiani non vede l'ora di bersi una birra in compagnia al bar o in pizzeria. Una leva per il 47% degli operatori del fuoricasa

20 luglio 2021 | 18:30

Estate e birra. Meglio se gelata. Esiste un binomio migliore? Forse no a leggere i risultati della ricerca dell'Istituto Piepoli per Osservatorio Birra che rivela i comportamenti e le attese degli italiani in vista delle vacanze e a seguito delle riaperture di bar, ristoranti e pizzerie. Tanto che, per un connazionale su quattro (il 23% del campione), il piacere più grande dell'estate 2021 sarà passare una serata con gli amici a tavola sorseggiando una birra. «Nel nuovo modo di socializzare fuori casa, che deve soddisfare una rafforzata necessità di leggerezza e spensieratezza, la birra sarà protagonista. Una voglia di stare insieme che noi dovremo assolutamente favorire nel rispetto di tutte le attenzioni che ancora saranno necessarie...senza eccessi, ma con tanta spontaneità e felicità», ha affermato Massimo Reggiani, vicepresidente di Fondazione Birra Moretti e amministratore delegato di Partesa.

Per il 23% degli italiani il desiderio dell'estate 2021 sarà una birra in pizzeria con gli amici Birra volano della ripartenza Horeca: per un italiano su 4 sarà il vero piacere dell'estate

Per il 23% degli italiani il desiderio dell'estate 2021 sarà una birra in pizzeria con gli amici

 

I beer lover hanno più voglia di tornare a uscire in bar, ristoranti e pizzerie

Come rileva la ricerca Il nuovo fuoricasa degli italiani, realizzata su un campione di 1.000 italiani maggiorenni rappresentativo della popolazione 18-64 anni, la voglia di tornare a uscire e incontrarsi è tanta, così come la consapevolezza che questo ritorno alla socialità perduta andrà mantenuto con responsabilità. In gioco, infatti, ci sono dei riti e degli appuntamenti a cui nessuno vuole tornare a rinunciare dopo i lunghi mesi di lockdown. Lo testimonia la stagione in corso in cui 6 italiani su 10 prendereranno degli accorgimenti per una vacanza più sicura propendendo per viaggi brevi (21% del campione) oppure per momenti in famiglia o con gli amici in casa di proprietà o affitate per l'occorrenza (32%). Mentre solo il 19% ha scelto di non andare in vacanza. In ogni caso, una puntatina in qualche locale non mancherà. Soprattutto per gli amanti della birra. Se la quasi totalità degli italiani (92%) ritiene importante tornare a condividere il tempo libero fuori casa, sono i beer lover ad attendere con maggiore trepidazione quel momento: il 78% degli appassionati dichiara che passerà più tempo fuori dalle mura domestiche in ristoranti, bar e pizzerie contro il 71% dei non consumatori di birra.

 

 

La birra guida le richieste di consumo fuoricasa davanti a caffè, vino e cocktail

Non sorprende quindi che, già in questa fase di ripresa prima del picco vacanziero agostano, il cultori della birra abbiano trainato i consumi. Che sia bionda, rossa o scura la birra ha raccolto il 61% delle preferenze in termini di bevande consumato davanti a caffè (43%), acqua (34%) e vino (38%). E, nelle intenzioni degli italiani, resterà la più bevuta fuori casa anche nei prossimi mesi, doppiando, con il 67% delle preferenze, caffè (28%), aperitivi e cocktail (24%). Insomma, è intorno alla birra che gli operatori dell'Horeca devono far leva per recuperare terreno. D'altronde, per il 70% della popolazione maggiorenne la birra si conferma un piacere conviviale e viene consumata dal 92% dei bevitori a ridosso del pasto con la cena che rappresenta l'occasione più gettonata (78%) davanti ad aperitivo (18%) e dopocena (21%). Ovviamente in compagnia. «In Italia una parte importante dello stare insieme è legata alla convivialità e al fuori casa. Facciamo del consumo di cibo e bevande un atto sociale e inclusivo, da condividere con amici, famiglia, colleghi di lavoro. Questa ricerca mostra il difficile equilibrio psicologico che gli italiani stanno cercando tra voglia di socialità e svago e senso di responsabilità sociale nella prevenzione del Covid-19. I luoghi del mangiare fuoricasa evocano questa dimensione esperienziale e di contatto con l’altro, per questo ci mancano tanto. Non usciamo solo per mangiare o bere, ma per farlo insieme. La birra, leggera e poco alcolica è una gioia sociale che si inserisce perfettamente in questo contesto di assaggio e consumo a pasto tipicamente mediterraneo. Altrove, penso ai paesi del Nordeuropa, si beve alcol alla ricerca dello sballo e dell’eccesso. E la birra viene bevuta più spesso in solitudine e fuori pasto, anche nei luoghi di aggregazione», ha commentato Guendalina Graffigna, professoressa ordinaria di psicologia dei consumi e della salute e membro del Comitato Scientifico di Fondazione Birra Moretti.

L'infografica sui consumi di birra attesi per l'estate 2021 Birra volano della ripartenza Horeca: per un italiano su 4 sarà il vero piacere dell'estate

L'infografica sui consumi di birra attesi per l'estate 2021

 

Ristoranti e pizzerie pronti a cogliere l'opportunità

E a conferma di questa dimensione conviviale, ristoranti e pizzerie (49%) sono il luogo simbolo del fuori casa associato alla birra (specie tra gli over 35), davanti al pub (27%, ma il favorito tra i più giovani), bar e altri locali (11%). A riprova della versatilità della birra, una percentuale analoga di appassionati associa questa bevanda anche a situazioni di consumo en plein air: in spiaggia, al parco o comunque in luoghi in mezzo alla natura. Ne sono ben consapevoli gli addetti ai lavori: per il 60% degli intervistati, la birra ha un ruolo centrale nella propria offerta e, di questi, il 22% sostiene che nel 2021 sarà sempre più richiesta.

 

Un intervistato su due (55%) conferma che “l’arrivo dell’estate segna l’aumento del consumo di birre”, ma scopriamo anche che la domanda viaggia di pari passo con una maggiore cultura di prodotto: in particolare, aumentano i clienti attenti al suo servizio (25%) e la richiesta di birre speciali (22%). Non è un caso, quindi che per il 25% degli intervistati afferma che una parte importante dei propri ricavi deriva dalla birra. E il 47% stima che da qui ai prossimi 5 anni la birra potrebbe avere un peso ancora superiore sulla ripresa e sui loro introiti futuri.  


 

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali