Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 10 agosto 2022 | aggiornato alle 22:27 | 86868 articoli in archivio

Beyond Wine, la nuova proposta del Relais San Maurizio

Il 5 stelle lusso sulle colline tra Langhe e Monferrato ha lanciato una piattaforma online come luogo d’incontro per appassionati di vino dove i soci possono contare su un servizio di “wine concierge”

di Piera Genta
 
02 gennaio 2022 | 16:30

Beyond Wine, la nuova proposta del Relais San Maurizio

Il 5 stelle lusso sulle colline tra Langhe e Monferrato ha lanciato una piattaforma online come luogo d’incontro per appassionati di vino dove i soci possono contare su un servizio di “wine concierge”

di Piera Genta
02 gennaio 2022 | 16:30
 

Arroccato sulle colline di Santo Stefano Belbo (Cn), circondato da un parco secolare e da vigneti di Moscato, il Relais San Maurizio, un ex monastero del XVII secolo, prima francescano poi cistercense, dopo oltre cinque anni di restauri conservativi è stato trasformato dalla Fondazione della famiglia Gallo in un 5 stelle lusso. Dal desiderio di valorizzare lo stretto rapporto tra il Relais San Maurizio e il vino nasce l’idea che porta alla creazione del Wine Club che si è sviluppata durante il periodo di chiusura della struttura, quando l’e-commerce è stato di grande aiuto per il comparto enologico. A guidare il progetto sono Giuditta e Arianna Gallo. Il “wine club” è una formula ancora poco diffusa in Italia, nonostante sia un fenomeno emergente nel mondo del vino per consolidare conoscenze e relazioni tra i conoscitori della materia, che ha iniziato a diffondersi in California negli anni ‘70.

Beyond Wine, la nuova proposta del Relais San Maurizio

Il San Maurizio fin dalla sua apertura ha sviluppato una forte vocazione enogastronomica, dal ristorante Guido da Costigliole, stella Michelin, alla preziosa collezione di vini di Andrea Alciati e della famiglia Gallo custodita nell’antica cripta dei monaci: 2.800 etichette italiane ed internazionali, annate storiche di grandi nomi del vino, etichette speciali e una selezione di piccoli produttori locali. Proprio all’insegna della consolidata conoscenza ed esperienza, il San Maurizio ha deciso di creare una sua originale visione di wine club, un marketing territoriale che parte dal vino, per arrivare alla storia, alla cultura.

 

Una piattaforma online come luogo d’incontro per i wine lovers

Beyond Wine, oltre il vino, il nome scelto dalle sorelle Gallo per questa piattaforma online, è un luogo d’incontro digitale e fisico per appassionati di vino dove i soci possono contare su un servizio di wine concierge, a disposizione per consigli e suggerimenti su etichette e annate, una sezione Shop (un e-commerce con oltre 200 etichette selezionate) e una sezione Club, il cuore del progetto, con la possibilità di abbonamento a una delle due formule annuali (Enthusiast e Connoisseur) che prevedono la spedizione di vino direttamente a casa, benefit esclusivi “a distanza” e in struttura. Tra questi: incontri virtuali e fisici con i produttori ospiti del progetto, meeting online di approfondimento, visite nelle aziende e la possibilità di essere invitati agli eventi esclusivi del Club.

Beyond Wine, la nuova proposta del Relais San Maurizio

E ancora, diventano disponibili e acquistabili sulla piattaforma alcune tra le etichette e annate più prestigiose della cantina del Relais San Maurizio, così come una selezione di etichette dei produttori ospiti e l’accesso a esclusive occasioni en-primeur. Tutte le bottiglie sono tracciabili, conservate nella cantina “storica” presso il Relais o nei magazzini dei produttori.

te

 

Consigli e suggerimenti su etichette e annate

Un team femminile per questo Wine Club che si completa con Giulia Corino, che ha unito il suo percorso di studi in Letteratura e Storia e Arts and Culture Management alla formazione nel mondo del vino. Giulia è la wine concierge del San Maurizio e mette al servizio degli ospiti “in struttura e online” consigli e suggerimenti su etichette e annate, con un focus sempre legato all’arte e alla cultura del territorio.

 

Spa con percorsi di vinoterapia

Non manca il collegamento diretto con il wellness, infatti il Relais dispone di una spa con diversi percorsi di vinoterapia. Da due grandi botti di inizio Novecento sono state ricavate una biosauna, che rilascia ancora i profumi del Barolo conservato per decenni, e una sala relax con un letto composto da semi di vinaccioli che rilasciano calore al corpo.

Beyond Wine, la nuova proposta del Relais San Maurizio

 

Vini piemontesi e non solo

Tra i produttori che hanno aderito al progetto - al momento una trentina tra piemontesi e non solo - troviamo l’azienda Marco Capra di Santo Stefano Belbo (che segue personalmente la vinificazione del vino San Martino, etichetta del Relais) e Stella Vini di Costigliole d’Asti, nel cuore del Monferrato da 100 anni. E ancora, Ornella Costa dell’azienda agricola Matteo Correggia di Canale d’Alba (Cuneo) e Chiara Boschis dell’Azienda Agricola E. Pira & Figli di Barolo (Cuneo), azienda storica di Barolo.

Beyond Wine, la nuova proposta del Relais San Maurizio

La box che viene inviata agli iscritti contiene 2 bottiglie per etichetta, 6 etichette miste accompagnate da una breve descrizione dei vini e del territorio. Un esempio della proposta:

  • Falkenstein Riesling Alto Adige Val Venosta Doc Private Reserve 2014. Vigneto eroico con vendemmia manuale, fermentazione in botti di legno d’acacia nelle quali segue anche un affinamento sulle sue fecce di dieci mesi. Stoccato in cantina per altri 6 anni. Si presenta elegante con sentori di idrocaburi in un insieme piacevole.
  • I Parcellari Grignolino d’Asti Doc 2019. Nato da una selezione di uve di una stessa parcella, da un’idea di Davide Canina, sommelier con i Produttori di Govone. Invecchiamento in tonneau. Solo 1600 bottiglie. Profumi di frutta rossa e note di spezie fini. Tannino integrato nella sua struttura.
  • Vini Stella Barbera d’Asti Docg Superiore Il Maestro 2018. Le uve provengono da un piccolo appezzamento con viti di 80 anni di cui alcune sono franche di piede. Affinamento in botte di rovere per ulteriore 15/18 mesi. Poche bottiglie. Un vino etereo che necessita di qualche minuto dopo l’apertura per esprimere il suo potenziale.
  • Cerbaiona Rosso di Montalcino Doc 2019. Una delle cantine di riferimento per il Brunello di Montalcino. Passaggio in botte grande. Note di prugna, strutturato con buona persistenza.
  • Quintodecimo Irpinia Aglianico Doc Terra d’Eclano 2019. Cantina di proprietà di Luigi Moio. Affinamento in barrique tra nuove e di secondo passaggio. Balsamico, suadente, in evidenza il frutto scuro. Equilibrato.
  • Pira & Figli - Chiara Boschis Barolo Docg Via Nuova 2017. Si tratta di un assemblaggio di uve di sette cru diversi. Espressione tradizionale. Complesso e molto articolato.

 

 

Relais San Maurizio
loc. San Maurizio 39 - 12058 Santo Stefano Belbo (Cn)
Tel 0141 841900
wineclub.relaissanmaurizio.it

 

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali