ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 25 settembre 2020 | aggiornato alle 02:28 | 67960 articoli in archivio
Rational
Ros Forniture Alberghiere
HOME     CORONAVIRUS    

Fake news sul coronavirus
L’Oms le smentisce con i fatti

Fake news sul coronavirus 
L’Oms le smentisce con i fatti
Fake news sul coronavirus L’Oms le smentisce con i fatti
Primo Piano del 24 febbraio 2020 | 12:16

L’Organizzazione mondiale della sanità nelle ultime settimane ha cercato di contrastare le tante fake news che circolano in rete e che si propagano molto più rapidamente del “Covid-19”. Tra le false notizie più diffuse online, il fatto che il virus sia "letale" o "pericolosissimo" e che la colpa del contagio sia da attribuire ai cinesi.

Mentre alcune regioni italiane hanno già emesso ordinanze per la chiusura fino al 1° marzo degli istituti scolastici e dei musei e la sospensione di manifestazioni o iniziative di varia natura, al fine di evitare ogni forma di riunione di persone in luoghi pubblici o privati, continua a diffondersi tra la popolazione la paura del contagio. Come abbiamo evidenziato nei giorni scorsi, sono numerose le “fake news” che con il passaparola si stanno propagando e amplificando in rete e sui social network. La confusione cresce e si assiste già a fenomeni straordinari e allarmanti come supermercati svuotati di prodotti alimentari.

Pur non volendo sottovalutare i rischi legati al diffondersi di questa nuova malattia nel nostro Paese, vogliamo riportare l’attenzione su quelli che sono i fatti e i dati reali (basti pensare al numero di decessi legati alla “normale” influenza di stagione dell’inverno in corso, ma anche al fatto che i decessi legati al coronavirus coinvolgono soprattutto persone in età avanzata o con preesistenti problemi di salute).

Grande è lo sforzo delle istituzioni (e di gran parte degli organi di stampa) nel cercare di sfatare falsi miti e convinzioni che si diffondono tra le persone molto più rapidamente del virus. Ricordiamo a questo proposito di fare sempre riferimento alle linee guida e alle norme di comportamento fornite dal Ministero della Salute (www.salute.gov.it).

Anche l’Organizzazione mondiale della sanità si è messa da subito al lavoro per rintracciare e rispondere a falsi miti e fake news sul virus proveniente da Wuhan e ha sottolineato come l’epidemia sia stata «accompagnata da una massiccia “infodemia”, ovvero un’abbondanza di informazioni, alcune accurate e altre no, che rendono difficile per le persone trovare fonti affidabili quando ne hanno bisogno». Ecco quindi di seguito uno specchietto che riassume le principali fake news in circolazione, smentite dall’Oms (in allegato anche il video diffuso dall'Organizzazione Mondiale della Sanità).

L’Organizzazione mondiale della sanità smentisce le fake news sul coronavirus - Fake news sul coronavirus L’Oms le smentisce con i fatti
L’Organizzazione mondiale della sanità smentisce le fake news sul coronavirus

Nel vademecum rilanciato nei giorni scorsi su Twitter dall’Oms ci sono anche le seguenti indicazioni:
  • CANI E GATTI: Allo stato attuale non ci sono prove che animali da compagnia possano essere infettati dal nuovo coronavirus. Tuttavia, è sempre una buona idea lavarsi le mani con acqua e sapone dopo il contatto con gli animali domestici, per proteggersi da vari batteri comuni come E. coli e Salmonella.
  • ANZIANI: Le persone di tutte le età possono essere infettate ma quelle anziane o con condizioni mediche preesistenti, come asma, diabete e malattie cardiache, sembrano essere più vulnerabili ad ammalarsi gravemente. L'Oms consiglia quindi alle persone di tutte le età di prendere provvedimenti per proteggersi dal virus, ad esempio seguendo una buona igiene delle mani e coprire le vie aeree quando si starnutisce o si tossisce.
  • CURE: Ad oggi, non esiste un medicinale per prevenire o curare il nuovo coronavirus. Alcuni trattamenti specifici sono in fase di studio e questi sforzi di ricerca vedono impegnata anche l'Oms, con una serie di partner. Tuttavia, le persone infette dovrebbero ricevere cure adeguate ad alleviare e trattare i sintomi.
  • ANTIBIOTICI: Gli antibiotici non sono efficaci nella prevenzione e nel trattamento del coronavirus poiché non funzionano contro i virus, ma solo contro i batteri. Tuttavia, le persone ricoverate in ospedale per il 2019-nCoV, potrebbero riceverne perché è possibile una coinfezione batterica.
  • VACCINI: I vaccini contro la polmonite non forniscono protezione contro 2019-nCoV. Il virus è nuovo e diverso. Ha bisogno del suo vaccino, che è ora in fase di studio.
  • LETTERE E PACCHI DALLA CINA: Ricevere una lettera o un pacco dalla Cina è sicuro. Da precedenti analisi - assicurano gli esperti - sappiamo che i coronavirus non sopravvivono a lungo su oggetti come lettere o pacchi.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


coronavirus covid 19 epidemia influenza Cina contagio fake news rete infodemia prevenzione Oms Organizzazione mondiale della sanita

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

26/02/2020 19:20:34
1) CORONA VIRUS
All'inizio del contagio in Corea del Sud si parlava di una *oxygen therapy* con la quale ogni caso di coronavirus era stato riusolto. Pensavo che la notizia avrebbe debellato ogni tipo di paura e che tutte le organizzazioni mediche avrebbero seguito la stessa prassi. Invece? Non se n'e' piu' sentito parlare : qualcuno ha interesse a sopprimere questi tipi di informazioni? E che dire della terapia ai raggi ultravioletti che era in uso prima della guerra e che tuttavia viene usata in certe cliniche russe? Per non parlare della IV C Vitamin. Esistono diversi metodi di vera prevenzione e possibili cure, ma sembra che non interessino a nessuno, sia enti medici, sia enti governativi. Son tutti salariati da qualcuno che spinge a tacere ?o si tratta di un ¨fake virus¨ che qualcuno sta propagando per illeciti motivi?
Tony Zizza


ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®