Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 27 ottobre 2021 | aggiornato alle 01:33 | 78974 articoli in archivio

Dl Rilancio in Gazzetta Ufficiale Ora è legge, via ai finanziamenti

Dopo l'approvazione del Consiglio dei Ministri, anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, messo la firma sui 55 miliardi di euro messi in campo dal Governo per sanare la ferita economica aperta dal Covid-19.

20 maggio 2020 | 11:03

Dl Rilancio in Gazzetta Ufficiale Ora è legge, via ai finanziamenti

Dopo l'approvazione del Consiglio dei Ministri, anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, messo la firma sui 55 miliardi di euro messi in campo dal Governo per sanare la ferita economica aperta dal Covid-19.

20 maggio 2020 | 11:03

Il Decreto Rilancio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ieri sera, 19 maggio, ed è entrato immediatamente in vigore. Questo, dopo la bollinatura e l'approvazione in Consiglio dei Ministri e successivamente alla firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il testo integrale del Decreto è riportato in allegato.

Sergio Mattarella firma il Decreto, ora in Gazzetta Ufficiale - Il Decreto Rilancio supera gli step ed entra in Gazzetta Ufficiale

Sergio Mattarella firma il Decreto, ora in Gazzetta Ufficiale

Il Decreto Rilancio è composto da 266 articoli. Si tratta di 55 miliardi (come annunciato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa la sera del 13 maggio) di risorse mobilitate in misure a sostegno di lavoratori, famiglie e imprese.

Qui di seguito alcune delle principali norme presenti nel Decreto
  • La proroga di ammortizzatori sociali con altre 9 settimane di cassa integrazione
  • Aiuti a fondo perduto alle piccole aziende (fino a 5 milioni di fatturato)
  • Bonus autonomi (partite Iva)
  • Bonus baby sitter
  • Bonus vacanze (qui i commenti sul bonus di Federalberghi, Confindustria Alberghi, l'ex Ministro Gian Marco Centinaio e il Ministro dei Beni culturali e del Turismo Dario Franceschini)
  • Lo stop alla prima rata dell'Irap per tutte le imprese fino a 250 milioni di fatturato
  • Reddito di emergenza
  • Bonus bici
  • Ecobonus per la ristrutturazione, al 110%

Rispetto alle bozze circolate, ci sono alcune novità da segnalare: salgono infatti i fondi destinati alle scuole paritarie (in tutto 150 milioni di euro), di cui 65 destinati al ristoro delle mancate rette per chi fa servizi di asilo nido e per l'infanzia e 70 milioni per le scuole primarie e secondarie, per le mancate rette di studenti fino a 16 anni.

Oltre all'estensione della cassa integrazione, il Decreto Rilancio permetterà anche di rendere più veloce la procedura di erogazione. La nuova modalità che l'Inps in questo senso adotterà sarà il versamento di un anticipo del 40% delle ore di cassa richieste nel momento in cui l'impresa prenoterà la Cig all'Istituto stesso. Come ricordato dal presidente Inps Pasquale Tridico, questa novità scatterà dopo 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta del Decreto Legge, «perché ci vuole un tempo tecnico per predisporre il sistema, ma poi tutta la cassa verrà pagata molto prima».

I numeri della manovra
  • 10 miliardi: proroga della Cig
  • 6 miliardi: ristori a fondo perduto delle Pmi
  • oltre 4 miliardi: rinnovo del bonus autonomi (confermato per aprile a 600 euro, salirà a 1000 euro a maggio)
  • 12 miliardi: pagamenti dei debiti dei Comuni e degli altri enti territoriali
  • 4 miliardi circa: stop all'acconto dell'Irap
  • 2 miliardi: adeguamento alle norme di sicurezza da parte delle imprese
  • quasi 1,5 miliardi: per consentire il rientro a scuola in sicurezza e per la stabilizzazione di 16mila insegnanti
  • 3,2 miliardi: sanità
  • 500 milioni: sostegno di colf e badanti
  • 2,5 miliardi: turismo e cultura

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali