Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 09 agosto 2020 | aggiornato alle 19:44| 67145 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Molino Quaglia
HOME     CORONAVIRUS    

La movida selvaggia fa paura
E le Regioni minacciano di chiudere

La movida selvaggia fa paura 
E le Regioni minacciano di chiudere
La movida selvaggia fa paura E le Regioni minacciano di chiudere
Pubblicato il 20 maggio 2020 | 16:25

Da Milano a Palermo, passando per Veneto ed Emilia, preoccupano le scene di giovani che si accalcano per un aperitivo, ignorando la regola che vieta gli assembramenti. L'allarme lanciato da sindaci e Governatori.

Al via libera del Governo all'apertura dei bar la fascia più giovane degli italiani non si è fatta attendere, nonostante le tante voci onlne sulla sindrome della capanna (in inglese cabin fever, indicherebbe in questo caso l'ansia di uscire dalla quarantena, il desiderio di rimanere barricati in casa). Per dirla in maniera un po' scanzonata: quale miglior rimedio ad una sindrome costrittiva se non un happy hour in compagnia? Peccato che già i disagi si notino, a sottolinearlo sono sindaci e governatori un po' da tutta Italia.

Movida alla riapertura dei bar, assembramenti e poche mascherine - Movida da Milano a Palermo Regioni: Rispetto o chiudiamo tutto
Movida alla riapertura dei bar, assembramenti e poche mascherine - foto: Corriere della Sera

A riportare questi fenomeni di movida un po' troppo fuori controllo per questa Fase 2 sono stati ovviamente i social. Piazze e strade piene di volti giovani, molti senza mascherina, molti vicini senza il ben noto metro di distanziamento sociale obbligatorio.

La Lombardia
Sono di oggi le notizie che riguardano la Lombardia, forse l'ultimo posto in Italia dove si potrebbe pensare di creare assembramenti o sfuggire alle normative, tra Dpcm e ordinanza, e memori del numero di vittime e malati che ha fatto l'epidemia. E invece: troppi locali affollati, il rischio è di dover chiudere nuovamente. «Ci sono alcune attività sulle quali non riusciamo ad avere un controllo sufficiente - ha detto il Governatore Attilio Fontana - Troppi apericena, troppi bar sommersi di persone, e questo non va assolutamente bene. È chiaro che, se la cosa dovesse continuare, saremo costretti a chiudere quelle attività».

Attilio Fontana e Giuseppe Sala - Movida da Milano a Palermo Regioni: Rispetto o chiudiamo tutto
Attilio Fontana e Giuseppe Sala

Sulla questione è intervenuto anche il sindaco di Milano Giuseppe Sala, che almeno parla di casi ancora limitati per arrivare a chiudere la città (ricordiamo che lui stesso giorni fa era intervenuto a minacciare la chiusura dei Navigli per la troppa folla, dopo l'"inaugurazione" del take away). «Sono stato il primo a riprendere i ragazzi - ha detto a Rai Radio 2 - a richiamarli all'attenzione anche perché l'apertura ci serve ed è un investimento per tutti. Da qui a dire che per quello che abbiamo visto bisogna immaginare di chiudere, direi di no. Mi paiono casi ancora limitati».

Il resto d'Italia
Il primo a segnalare comportamenti poco rispettosi è stato Luca Zaia, governatore del Veneto. «Persone con il cocktail in mano e senza mascherina, questo è senso del rispetto civico che è pari a zero. Un amico mi ha mandato foto di un sacco di gente. Gli ho risposto: "Li aspetteremo davanti alle porte dell'ospedale"». Emblematica la vicenda nel Padovano, in piazza dei Signori, davanti a un bar. Veri e propri assembramenti sotto i portici della zona universitaria anche sotto una forte pioggia. Pochissime le mascherine. È stato necessario l'intervento dei Carabinieri per disperdere la folla: un militare è stato colpito al volto da un giovane di 23 anni (poi arrestato).

Luca Zaia - Movida da Milano a Palermo Regioni: Rispetto o chiudiamo tutto
Luca Zaia

Bologna non è da meno. Storica città universitaria, ha in via Petroni uno dei punti notoriamente più accesi della vita notturna. Anche qui tanti cittadini hanno commentato: sembra di essere tornati ai mesi precedenti la pandemia. Si è pronunciato con un messaggio su Facebook il sindaco della città emiliana Virginio Merola: "Si continua a lottare contro il virus. Contiamo sulla vostra responsabilità anche nella movida". Più diretto l'assessore comunale alla Sicurezza Alberto Aitini, dopo gli assembramenti registrati al Pratello: «Ricorreremo alle multe».

Virginio Merola - Movida da Milano a Palermo Regioni: Rispetto o chiudiamo tutto
Virginio Merola

Poi Ferrara, dove il sindaco Alan Fabbri ha reso obbligatorie ieri le mascherine anche all'aperto: non gli sono piaciuti gli assembramenti in piazza. «Così non va bene» è il commento del questore Pomponio ad Ascoli.

Ancora assembramenti, ancora tante persone senza mascherina e ancora stradine affollate: un altro scenario di questo tipo descrive la Vucciria a Palermo, storico mercato con decine di pub e locali. Il sindaco Leoluca Orlando già nei giorni scorsi aveva avvisato: «Sono pronto a chiudere le piazze se non si rispetteranno le distanze».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


coronavirus movida apericena aperitivo bar assembramento mascherina distanziamento sicurezza Fase 2 Veneto Lombardia Emilia Sicilia Attilio Fontana Giuseppe Sala Luca Zaia Virginio Merola Alan Fabbri Leoluca Orlando

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®