Ros Forniture Alberghiere
Feudo Arancio
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 23 ottobre 2019 | aggiornato alle 15:17| 61608 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     EDITORIALI    
di Alberto Lupini
direttore
Alberto Lupini
Alberto Lupini
di Alberto Lupini

Amazon cambia le regole del food

Amazon cambia le regole del food
Amazon cambia le regole del food
Pubblicato il 17 maggio 2019 | 17:48
Che l’uomo più ricco del mondo, Jeff Bezos, abbia deciso di occuparsi anche del commercio di cibo (che a livello planetario rappresenta solo fra il 2 e il 3% del Pil) è una notizia per molti versi rivoluzionaria e che la dice lunga sulle prospettive di mercato offerte oggi dal mondo dell’enogastronomia. Il fatto che Amazon (che recentemente aveva giá comprato la catena di supermercati Wholefoods)  si occuperà anche della consegna di alimenti attraverso l’ingresso in Deliveroo è una notizia destinata a cambiare radicalmente le regole del mondo del food, perché l’azienda britannica ha già annunciato che utilizzerà l’investimento nel capitale fatto da Amazon per assumere più personale, raggiungere più clienti e lanciare nuovi prodotti in un mercato sempre più competitivo.

(Amazon cambia le regole del food)

I 60mila rider (di cui 7.500 in Italia) impiegati per consegnare pasti da oltre 80mila ristoranti in 14 Paesi tra cui Francia, Germania, Italia, Hong Kong e Singapore saliranno in breve tempo a numeri impressionanti e sotto la divisa Deliveroo-Amazon punteranno quasi sicuramente a conquistare anche il mercato degli USA. Visto il predominio assoluto che il colosso americano ha nelle vendite online, oltre ai piatti dei ristoranti saranno posti in vendita anche cibi freschi e conservati, nonché bevande. Il che porterà il commercio finora condizionato dalla Grande distribuzione a cambiare radicalmente. Senza dimenticare che Amazon sta aprendo supermercati diretti senza casse e sta lavorando per ridurre da due a uno i giorni per la consegna a domicilio.

È difficile ipotizzare cosa avverrà nel breve periodo, ma non è esercizio da indovini immaginare che Amazon sostituirà le private label che ha abbandonato per i materiali informatici con sue etichette sul cibo, attivando rapporti diretti con i produttori e diventando il principale arbitro del mercato mondiale del food.

L’attività di delivery del cibo non farà più notizia per le bizzarre proteste dei rider italiani, ma perché Amazon cambierà radicalmente il rapporto consumatore-ristorante-cibo.

Che sia un bene o un male, non è questo il momento per fare una valutazione, ma certo questa scelta di Jeff Bezos pone più che mai l’esigenza per tutti gli attori della filiera agroalimentare (dal produttore di insalata al cuoco stellato) di affrontare il tema dell’innovazione e della digitalizzazione per non ritrovarsi ad essere un numero o un’etichetta nell’impero più vasto della storia. E ciò vale in particolare per un Paese come l’Italia che nel mondo del cibo vuole e ha qualcosa da dire.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Amazon Deliveroo food delivery consegna a domicilio business online acquisti online Jeff Bezos ecommerce Gdo cibo alimenti generi alimentari grande distribuzione

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

TUTTI GLI EDITORIALI


Loading...


Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).