Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 25 settembre 2021 | aggiornato alle 17:39 | 78146 articoli in archivio

Camporeale Day, una full immersion nell’enogastronomia dell’Alto Belice

di Gianni Paternò
26 settembre 2019 | 17:42

Camporeale Day, una full immersion nell’enogastronomia dell’Alto Belice

di Gianni Paternò
26 settembre 2019 | 17:42

Dopo il successo delle cinque passate edizioni, torna dal 4 al 6 ottobre la manifestazione che promuove le risorse enogastronomiche, artistiche, artigianali e turistiche del territorio.

Dopo il successo delle cinque passate edizioni, torna dal 4 al 6 ottobre la manifestazione che promuove le risorse enogastronomiche, artistiche, artigianali e turistiche del territorio.

Un evento organizzato dall’associazione turistica Pro Loco di Camporeale con il patrocinio dell’amministrazione Comunale, che mette sotto i riflettori la cittadina in provincia di Palermo, con i suoi vigneti, le sue cantine e i suoi artigiani in una valle dove è anche presente l’importante sito archeologico di Monte Jato.

Il Camporeale Day si svolgerà dal 5 al 7 ottobre nel comune in provincia di Palermo (Camporeale Day, una full immersion nell’enogastronomia dell’Alto Belice)
Il Camporeale Day si svolgerà dal 4 al 6 ottobre nel comune in provincia di Palermo

Dal 4 al 6 ottobre: saranno tre giorni all’insegna di visite guidate in cantina, degustazioni, workshop, cooking show, masterclass, mostre di moto e auto d’epoca, spettacoli di musica dal vivo e numerose altre iniziative che l’anno scorso hanno portato all’interno del Baglio e del Palazzo del Principe e lungo la via Roma circa 12mila persone, ben il 50% in più rispetto alla precedente edizione.

Saranno tre giorni all’insegna di visite in cantina, degustazioni, workshop, cooking show, masterclass e molto altro (Camporeale Day, una full immersion nell’enogastronomia dell’Alto Belice)
Saranno tre giorni all’insegna di visite in cantina, degustazioni, workshop, cooking show, masterclass e molto altro

Camporeale, nota come “città del vino e del legno”, è profondamente ancorata alle tradizioni culturali legate a questi due elementi. La storia di questo piccolo comune dell’entroterra palermitano, che si trova a 440 metri sul livello del mare, è strettamente legata alla sorte delle coltivazioni che, più di tutte, raccontano la storia del Mediterraneo: il frumento, le olive e l’uva, con eccellenze note ed apprezzate a livello internazionale. Intorno a queste risorse si è anche sviluppato il settore dei salumi e delle carni di qualità.

A Camporeale, eccellenze note ed apprezzate a livello internazionale (Camporeale Day, una full immersion nell’enogastronomia dell’Alto Belice)
A Camporeale, eccellenze note ed apprezzate a livello internazionale

Per tre giorni, dunque, appassionati del turismo sostenibile e dei metodi di produzione tradizionali e biologici, giornalisti e operatori del settore potranno trovare interessanti spunti di riflessione e approfondimento nonché di godimento sensoriale. Nel villaggio espositivo allestito lungo il corso principale del paese e all’interno del Baglio e del Palazzo del Principe, si potranno degustare vini e altri prodotti gastronomici con i produttori pronti a raccontarne storie e metodi di produzione.

Oltre all’approfondimento tematico di workshop e di masterclass sui vini, il programma prevede visite guidate alle aziende con bus navetta, degustazione e vendita di vini e prodotti tipici, mostre di prodotti artigianali e ancora visite guidate ad alcuni dei monumenti e palazzi più importanti del paese come il Palazzo del Principe, il Museo di Camporeale e il Santuario della Madonna dei Peccatori. E ancora mostre di auto e moto d’epoca e spettacoli di musica dal vivo.

Tante le cantine che parteciperanno attivamente all'iniziativa (Camporeale Day, una full immersion nell’enogastronomia dell’Alto Belice)
Tante le cantine che parteciperanno attivamente all'iniziativa

Alessandro di Camporeale, Amato Salumi, Fattorie Azzolino, Feudo Disisa, Candido, Marchesi de Gregorio e Valdibella apriranno le porte delle proprie cantine per presentare i loro vini di successo. Un ticket di partecipazione include la possibilità di visitare gratuitamente un'azienda a scelta, ma se ne potranno visitare anche altre con un piccolo contributo. Per l’ordine e la perfetta organizzazione, col conforto dell’esperienza degli anni passati, sarà obbligatorio effettuare le visite con la navetta messa a disposizione dalla Pro Loco con prenotazione del servizio presso l'apposita postazione. Non è possibile raggiungere le strutture autonomamente.

Il turista e l’appassionato avranno quindi l’opportunità di conoscere ed apprezzare un territorio ricco di eccellenze enogastronomiche e di storia con una full immersion unica.

Per informazioni: www.camporealeday.it

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali