Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 19 ottobre 2021 | aggiornato alle 07:46 | 78755 articoli in archivio

L’abbinamento tra cibo e cocktail Un successo al “Premio Italia a Tavola”

Un successo per i barman Francesco Cione, Flavio Esposito, Ilaria Fondi, Gian Nicola Libardi e Paolo Rovellini coordinati da Cinzia Ferro, che hanno proposto cocktail da abbinare ai piatti della cena di gala di Firenze

di Piera Genta
04 aprile 2016 | 18:35

L’abbinamento tra cibo e cocktail Un successo al “Premio Italia a Tavola”

Un successo per i barman Francesco Cione, Flavio Esposito, Ilaria Fondi, Gian Nicola Libardi e Paolo Rovellini coordinati da Cinzia Ferro, che hanno proposto cocktail da abbinare ai piatti della cena di gala di Firenze

di Piera Genta
04 aprile 2016 | 18:35

Una squadra di giovani barmen di cui andare orgogliosi, capitanati dalla pluripremiata Cinzia Ferro (nella prima foto in basso), hanno dato il benvenuto agli invitati della serata di gala che ha avuto luogo presso Palazzo Borghese di Firenze in occasione del “Premio Italia a Tavola”, durante la quale sono stati premiati anche i Personaggi dell’anno dell’enogastronomia e della ristorazione.

Cinzia Ferro

Un evento eccezionale rappresentato dalla location prestigiosa, gioiello artistico ed architettonico a pochi passi da piazza della Signoria, e dalla presenza dei migliori professionisti italiani nel campo della ristorazione e della mixology. Momento magico e di grande impatto dalla soffusa luce viola, e come poteva essere diverso a Firenze. È il colore della tradizione, la storia racconta che i fondatori romani diedero alla città il nome di Florentia in quanto le colline e i prati che la circondavano erano invasi dai fiori di giaggiolo ed il simbolo di Firenze, il giglio, trarrebbe origine proprio dal giaggiolo, fiore nobile, dal colore viola e detto anche iris fiorentina.

Paolo Rovellini
Nella foto: Paolo Rovellini

E in uno dei salotti di Palazzo Borghese i nostri professionisti, dalla pluripremiata Cinzia Ferro al vincitore del sondaggio di quest’anno Gian Nicola Libardi. Un mondo in continuo fermento, attento da un lato alla qualità della materia prima, ma anche alle esigenze del mercato, alla ricerca di nuove tecniche e alla rivisitazione di antiche miscelazioni con l’utilizzo di prodotti che hanno fatto la storia del settore. L’ultima tendenza è il foodpairing, l’abbinamento tra drink e cibo.

Flavio Esposito
Nella foto: Flavio Esposito

Il cocktail dimostra così la sua versatilità e va a coprire tutti i possibili momenti di consumo, spaziando dall’aperitivo, alla cena stessa, fino al dopocena. Di questo parliamo con Flavio Esposito, food & beverage manager presso l’Hotel Mercure Milano Centro (Accor) e BarChef presso il Cafè, Restaurant & Cocktail Bar Boutique 12, sempre a Milano che negli ultimi anni ha messo a punto un progetto su misura per la ristorazione e per i bar: “Food & Drink Experience” un nuovo approccio qualitativo nell'accostamento di piatti e cocktail.

Francesco Cione
Nella foto: Francesco Cione

«Partiamo da un concetto per creare cibo e cocktail», ha dichiarato Flavio Esposito. «Ad esempio il cocktail di questa sera, la rivisitazione del James Bond, vodka e Martini, il vermouth è stato sostituito con lo Sherry e per terminare sfumato con oli essenziali di agrumi potrebbe essere accompagnato con delle trofie al pesto. L’abbinamento tra cibo e bevanda può avvenire seguendo la stagione oppure secondo una contrapposizione di sapori o per similitudine di sapori, struttura o aromaticità. Quel che conta è che in tavola l’accostamento tra bevanda e pietanza rispecchi un criterio, sia frutto di un preciso ragionamento. Al cliente piacciono le novità, occorre solo fare attenzione all’alcol».

Gian Nicola Libardi
Nella foto: Gian Nicola Libardi

Sempre per stare in argomento anche Cinzia Ferro, la coordinatrice del gruppo dei barman durante la cena di gala, nel suo locale, l’Estremadura Café di Verbania, presenta una serie di cocktail da abbinare ai cibi e suggerisce con una semplice pasta al pomodoro uno dei drink che ha preparato per l’avvenimento ovvero Prof. N.1. Eccone la ricetta: 5 foglie di basilico fresco, 2 cl sciroppino al basilico, 2 cl cordial lime Rose’s, 6 cl succo di arancia, 3 cl vermouth del Professore bianco, 3 cl Gin The London n. 1 servito con uno degli ormai celebri pensierini di Cinzia «la lezione sta nel bicchiere da gustare e piano bere. Sa di fresco, casa, estate, perché, papille, ricordate: cose semplici, assai gustose son da sempre le più preziose…».

L’altra barlady, Ilaria Fondi in inverno presso Hotel Giardino Mountain resort di lusso a St. Moritz e d’estate sul lago di Como. Bella, paziente, gesti precisi e sicuri ha proposto “Wape up baby” con il liquore al mandarino di Varnelli. Molto piacevole, dalle note intense che sprizza simpatia come Ilaria, convinta che la presenza femminile nel mondo dell’ospitalità e in particolare negli hotel di fascia alta è sempre più importante proprio grazie alla tradizionale sensibilità delle donne.

da sinistra: Tommaso Perlino, Paolo Gussoni e Ilaria Fondi
Nella foto, da sinistra: Tommaso Perlino, Paolo Gussoni (Radio Bar) e Ilaria Fondi

Francesco Cione bars & beverage manager per “The Stage”, un nuovo concept food & beverage che l’azienda Replay sta sviluppando nella nuova piazza Gae Aulenti a Milano ha presentato #Adoss al Tommys. Gian Nicola Libardi del Tatikakeya di Calceranica Al Lago (Tn) “Pescador de suenos”; Paolo Rovellini della Terrazza di Duomo 21 con “Twist on Giuda”.

E guardate un po’, il giorno dopo, abbiamo catturato le nostre professioniste a gustarsi un cocktail preparato da Luca Picchi del cafè Revoire a Firenze.

da sinistra: Cinzia Ferro e Ilaria Fondi
Nella foto, da sinistra: Cinzia Ferro e Ilaria Fondi

Main sponsor dell’iniziativa sono stati Consorzio Grana Padano, Trentodoc, Consorzio Tutela Vini Soave e Consorzio Olio Toscano Igp; in partnership con importanti associazioni di categoria, rappresentative delle varie anime della ristorazione: Fic, Euro-Toques Italia, Itchefs-Gvci, Conpait, AMPI, Abi Professional, Noi di Sala, Le Soste, Jre, Chic, Ais Toscana e la scuola di cucina Alma. Tra i media partner ci sono Radio Bar, Firenze Spettacolo e Radio Toscana.

Foto: Giulio Ziletti - Riccardo Melillo - Nicola Impallomeni - Modestino Tozzi - Giovanni De Angelis - Piera Genta

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali