Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 22 agosto 2019 | aggiornato alle 19:49| 60530 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
di Renato Andreolassi
Renato Andreolassi
Renato Andreolassi
di Renato Andreolassi

“No Tools Fork 1” ad Artimino
In mostra la storia della forchetta

“No Tools Fork 1” ad Artimino 
In mostra la storia della forchetta
“No Tools Fork 1” ad Artimino In mostra la storia della forchetta
Pubblicato il 01 aprile 2019 | 12:32

In 26 pannelli tutta la storia della forchetta. Li ha predisposti e presentati nella splendida villa medicea di Artimino nell'ambito del Premio Italia a Tavola, il fotografo Davide Dutto.

Piemontese di Fossano (Cn), classe 1961: «Fotografo professionista - tiene a precisare - del cibo e della vita, a tutto campo». Una bella, originale e interessante mostra, «NoTools_Fork 1»: si tratta dal progetto “NoTools” dedicato alla forchetta, con al centro la posata che Caterina de’ Medici portò alla corte di Francia a seguito delle sue nozze. L'iniziativa è legata alla ricorrenza dei 500 anni dalla nascita della duchessa ed è servita come spunto per lanciare il nuovo titolo di Ambasciatore del turismo enogastronomico, che ogni anno sarà assegnato con la consegna di questa forchetta come "testimone". Il primo ambasciatore nominato è il ministro Gian Marco Centinaio.

(No Tools Fork 1 ad Artimino In mostra la storia della forchetta)
Alberto Lupini, Davide Dutto, Aldo Cursano e Federico Quaranta

«Perché mangiare con la forchetta - hanno detto durante un faccia a faccia il direttore Alberto Lupini e Davide Dutto - voleva e vuole dire avere delle regole precise a tavola. Basta armi o altri oggetti. Non è solo uno strumento, senza quell'utensile l'uomo non fa nulla».

D'oro, d'argento, d'acciaio, in ferro o in qualsiasi altro materiale - anche la vituperata plastica, in via di estinzione - ha rappresentato in tutte le epoche storiche un elemento essenziale per gustare i cibi. Con il coltello e il cucchiaio è il simbolo di un percorso del cibo e spesso rappresenta anche il carattere di una persona nelle sue più svariate forme.

(No Tools Fork 1 ad Artimino In mostra la storia della forchetta)
Alberto Lupini, Davide Dutto e Aldo Cursano

Prendendo spunto da un incontro con lo chef Pino Cuttaia, e di un pranzo famigliare - nella calda Sicilia - con protagonista il padre di Pino, Dutto scrive nella presentazione della mostra: «Il padre usava una forchetta con i rebbi allargati così da prendere più cibo nel grande piatto unico, e condiviso al centro della tavola, dal quale la famiglia Cuttaia mangiava. Con una sola mossa il cibo portato alla bocca con quella forchetta era così il doppio di quello degli altri commensali, pur prendendo lo stesso numero di forchettate che, in famiglia, venivano contate per equità. La descrizione di quella scena mi fece capire immediatamente il vero valore della forchetta. Da quel momento, questa posata è diventata per me un simbolo, un testimone silente e quotidiano, quasi invisibile tanto è l'abitudine di usarla di milioni di persone e storie uniche e diverse. Lì, ho visto l'inizio del mio attuale lavoro, il senso e il valore di quello strumento che per me non è più solamente un attrezzo».

(No Tools Fork 1 ad Artimino In mostra la storia della forchetta)
Alberto Lupini, Gian Marco Centinaio e Davide Dutto

Dopo la forchetta, toccherà al cucchiaio e al coltello raccontare la via del cibo e della cucina nell'evolversi dei secoli e successivamente sarà la volta delle bacchette cinesi e delle mani africane. «Nel 1982, immortalando il mondo dello sport - ci ha raccontato Dutto fra i saloni della magnifica villa medicea con scarpe sportive bicolori - ho imparato a viaggiare e a conoscere mille cucine e mille ristoranti. Ho capito che la vita è un continuo nascere e imparare anche attraverso l'obiettivo di una macchina fotografica».

Sempre al tema della forchetta Italia a Tavola ha dedicato nel pomeriggio di domenica un confronto-dibattito dal titolo "La forchetta simbolo di cultura dell'Occidente".

(No Tools Fork 1 ad Artimino In mostra la storia della forchetta)

Foto: Riccardo Melillo


(Premio Italia a Tavola, 11ª edizione Omaggio alla cucina di quattro secoli fa)
(Premio Italia a Tavola, 11ª edizione Omaggio alla cucina di quattro secoli fa)

premioitaliaatavola iat italiaatavola premioiat mostra artimino Davide Dutto forchetta caterina de medici posate fotografia esposizione Gian Marco Centinaio

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato a tutti i mezzi del network: la rivista mensile per la ristorazione Italia a Tavola, la rivista in versione digitale per un pubblico più vasto, le diverse newsletter Italia a Tavola settimanale rivolte ad un pubblico di esperti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza su tutti i principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch)
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato a tutti i mezzi del network: la rivista mensile per la ristorazione Italia a Tavola, la rivista in versione digitale per un pubblico più vasto, le diverse newsletter Italia a Tavola settimanale rivolte ad un pubblico di esperti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza su tutti i principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch)