Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 09 dicembre 2019 | aggiornato alle 07:05| 62459 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli

Personaggi dell'anno, onore ai vincitori
Cerimonia di premiazioni in grande stile

Personaggi dell'anno, onore ai vincitori 
Cerimonia di premiazioni in grande stile
Personaggi dell'anno, onore ai vincitori Cerimonia di premiazioni in grande stile
Primo Piano del 01 aprile 2019 | 18:33

Identità e sicurezza, colonne portanti dell’11° Premio Italia a Tavola, sono alla base dell'enogastronomia e del turismo del nostro Paese e hanno trovato espressione nei 6 Personaggi dell'anno di Italia a Tavola vincitori dell'ultimo sondaggio e protagonisti sul palco del Salone degli Armigeri nella Tenuta di Artimino.

Questi professionisti nel loro campo sono esempi positivi dell'identità dell'offerta tutta italiana nell'accoglienza e delle garanzie date per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro. Un momento di grande unione, durante il quale tutto il settore dell'enogastronomia e dell'accoglienza ha trovato i suoi rappresentanti fianco a fianco, entusiasti del traguardo conquistato grazie al sondaggio che quest'anno, seppur con una modalità nuova, è stato davvero capace di conquistare il gradimento e il coinvolgimento del pubblico online di Italia a Tavola. Nove settimane, tre turni, una modalità "calcistica", si può dire, attraverso la quale i vincitori hanno potuto raggiungere le vette delle rispettive categorie (sei in tutto) per essere poi protagonisti del dopo cena di gala, sul palco, nel contesto dell'11ª edizione del Premio Italia a Tavola. Main partner dell’evento: Confcommercio Toscana, Confindustria Alberghi, Fipe, Euro-Toques, Fic. Main sponsor: Grana Padano, MonteRossa, Ros. Con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana e con il patrocinio di Enit Agenzia Nazionale del Turismo. Ha partecipato alla premiazione anche Luciano Artusi, uno dei maggiori esperti di storia fiorentina

La consegna dei riconoscimenti è avvenuta in seguito al convegno del pomeriggio, all'aperitivo e alla cena di gala come momento istituzionale - e di festa - che ha chiuso il cerchio della prima giornata di evento.

La prima a salire sul palcoscenico è stata Silvia Baracchi, cuoca una stella Michelin del Relais Il Falconiere a Cortona (Ar), prima classificata nella categoria Cuochi con 31.924 preferenze di fronte a Massimo Bottura e Filippo La Mantia.

(Personaggi dell'anno, onore ai vincitori Cerimonia di premiazioni in grande stile)
Anna Maria Tossani, Cesare Baldrighi, Alberto Lupini, Silvia Baracchi, Annie Féolde, Luciano Artusi

Emozionata Silvia Baracchi: «È stata una bella avventura stare insieme a tanti grandi chef italiani, e poi alla fine... li ho “sbaraccati” tutti! Sono la Baracchi, che dovevo fare?».

La cuoca e delegata Euro-Toques per la Toscana è stata premiata da Cesare Baldrighi, presidente del Consorzio Grana Padano, main sponsor dell'evento, con una confezione di 1/8 di Grana Padano Riserva. Silvia Baracchi ha ricevuto la targa dal direttore di Italia a Tavola, Alberto Lupini. La cuoca stellata oggi si dedica anima e corpo a Il Falconiere e alla sua scuola di cucina, dove trasmette e condivide con gli allievi la sua passione; inoltre detta anche le linee guida della cucina della Locanda del Molino e della Bottega Baracchi - un trittico di ristorazione alta e genuina, con qualche guizzo alternativo.

La Baracchi è stata anche protagonista ai fornelli, giocando in casa, per il light lunch organizzato la domenica. Suo il menu e di "sua" produzione uno dei vini serviti durante il pranzo, l'Ardito Igt Toscana Rosso.

Il vincitore della categoria Pasticceri è stato Vetulio Bondi, owner de I Gelati del Bondi e presidente dei Gelatieri artigiani fiorentini. Montato sul palco con la sua classica effervescenza, il professionista del gelato gourmet, fiero dei suoi 27.857 voti (dietro di lui il maestro Iginio Massari e Renato Ardovino), è stato premiato per l'occasione da Camillo Pisano di Olio Persiani, con una confezione regalo contenente quattro tipologie differenti di Olio Evo Persiani, e da Laura Miedico, responsabile commerciale di Italia a Tavola.

(Personaggi dell'anno, onore ai vincitori Cerimonia di premiazioni in grande stile)
Anna Maria Tossani, Camillo Pisano, Laura Miedico, Alberto Lupini, Vetulio Bondi, Annie Féolde, Luciano Artusi e Enrico Derflingher

«Grazie a tutti gli amici e alle amiche che mi hanno dato il voto - ha detto Bondi - che mi hanno permesso di avverare questo sogno e di portare il gelato esattamente dove deve stare, nella sua categoria. Viva il gelato italiano e viva il Premio Italia a Tavola!».

La sua non è solo una conquista personale, ma una vittoria per il mondo del gelato, una realtà che rappresenta a suo modo la gastronomia e la tradizione italiane e che spicca così anche nell'ambito più ampio del settore pasticceria. Vetulio oggi non è solo I Gelati del Bondi, non è solo Gelatieri artigiani fiorentini, è anche autore del libro, edito nel 2016, "Il gelato (non) è uguale per tutti" e ideatore del talk show Unconventional Gelato.

Primo classificato nella categoria Pizzaioli con 22.293 preferenze, seguito sul podio da Gino Sorbillo e Renato Pancini, è il campano-toscano Giovanni Santarpia. A premiarlo per il risultato ottenuto nel sondaggio IaT 2018, Beatrice Menichetti in rappresentanza di Conserve Italia con una pala da pizzaiolo firmata Cirio. Gabriele Ancona, vicedirettore di Italia a Tavola ha consegnato la targa.

(Personaggi dell'anno, onore ai vincitori Cerimonia di premiazioni in grande stile)
Gabriele Ancona, Beatrice Menichetti, Anna Maria Tossani, Giovanni Santarpia, Annie Féolde, Luciano Artusi e Enrico Derflingher

«Essere stato votato - ha spiegato - è una bella soddisfazione, è un’emozione, ed è stato un piacere partecipare al Premio Italia a Tavola».

Un pizzaiolo fuori dagli schemi, di grande talento, capace di svolgere il suo mestiere non da lavoratore, ma da artista. Lui stesso lo dice: come un pittore «anche io parto da una tela bianca. Ed è una tela fatta di farina!». Tra i fondatori dell'associazione Pizza & Peace, promuove i valori della creatività, della condivisione, della diversità e dello studio.

Secondo personaggio più votato nel terzo turno del sondaggio, Antonello Magistà ha trionfato nella categoria Sala e hotel davanti a Irina Mihailenko e Alessandro Scorsone. Il titolare e sommelier del Pashà di Conversano (ristorante stella Michelin con in cucina la neo associata Euro-Toques Maria Cicorella) è primo sul podio con la bellezza di 35.848 preferenze.

(Personaggi dell'anno, onore ai vincitori Cerimonia di premiazioni in grande stile)
Antonello Magistà, Aldo Cursano, Anna Maria Tossani, Alberto Lupini, Annie Féolde, Luciano Artusi ed Enrico Derflingher

Fiero sul palco, è stato premiato con una magnum di Akros Valcalepio Rosso Riserva Doc 2013 dal Consorzio Valcalepio. A consegnare la magnum il direttore di Italia a Tavola Alberto Lupini in rappresentanza del Consorzio.

Un'altra soddisfazione per Magistà, un altro trofeo da aggiungere alla sua lunga carriera: la nascita del Pashà, la mamma Maria che ne diviene la chef, la stella Michelin nel 2014, il trasferimento nella nuova sede e ora la vittoria al sondaggio. Festeggia non solo come titolare ma anche come delegato Puglia per l'associazione Noi di Sala, nell'attesa, in futuro, di veder realizzato il suo sogno pià grande: vedere le sue figlie appassionarsi e dare il giusto valore all'attività e, magari un giorno, continuarla.

«Sono risultato il numero 1 - ha ammesso - ma non sono “il più bravo”, perché ci sono tanti colleghi-amici assolutamente degni di nota. Questo bellissimo concorso l’ho sempre preso come un gioco, ma l’ho fatto con passione, con ironia e soprattutto con un obiettivo: per me da sempre qualsiasi occasione faccia parlare di sala, di sommellerie, è una grande occasione per avvicinare i ragazzi, per dare entusiasmo».

Antonello Magistà è stato anche tra i relatori della tavola rotonda della domenica, moderata da Anna Scafuri (Tg1) con tema "Sicurezza, una marcia in più per la ristorazione e l'ospitalità".

Il barman dell'anno, con 24.626 preferenze, davanti all'esperto di formazione e consulenza nel settore bar Emilio Sabbatini e al barman del Mag Cafè di Milano Flavio Angiolillo, è Alex Siliberto. A premiarlo, con una magnum di Franciacorta Coupé Brut Nature il main sponsor MonteRossa nella persona del titolare della cantina Emanuele Rabotti.

(Personaggi dell'anno, onore ai vincitori Cerimonia di premiazioni in grande stile)
Anna Maria Tossani, Alberto Lupini, Emanuele Rabotti, Annie Féolde, Alex Siliberto, Luciano Artusi e Enrico Derflingher

«Ringrazio tutti - ha detto Siliberto - sono felicissimo, grazie a tutti e grazie a Italia a Tavola!».

Alex Siliberto ad oggi è tra i volti del Dì Wine Aperitif Made in Florence nonché socio Abi Professional. Ha iniziato il suo mestiere di barman vent'anni fa e, superata l'ansia del primo giorno dietro al bancone, ha sempre cercato di distinguersi e di imparare con umiltà e passione.

Siliberto si è anche dilettato nella preparazione del cocktail Florence Dì Wine in occasione della cena di gala del Premio Italia a Tavola ad Artimino.

A chiudere, il personaggio più votato del terzo turno ma in generale di tutti i sondaggi di Italia a Tavola, fin dalla sua prima edizione, il conduttore di Mela Verde su Rai 1 e di Decanter su Radio 2, Federico Quaranta, con 37.299 voti nella categoria Opinion leader; dietro di lui nel sondaggio Alessandro Borghese e Benedetta Rossi.

(Personaggi dell'anno, onore ai vincitori Cerimonia di premiazioni in grande stile)
Anna Maria Tossani, Antonella Giupponi, Federico Quaranta, Alberto Lupini, Andrea Lupini

Come omaggio per il risultato ottenuto una speciale Sabre à Champagne, simbolo della classica sciabolata, donata a Federico Quaranta da Antonella Giupponi per Ros Forniture Alberghiere, main sponsor dell'evento. Andrea Lupini, direttore commerciale di Italia a Tavola ha consegnato la targa.

Quaranta, oltre ad essere un volto televisivo arcinoto grazie alla conduzione del programma Linea Verde, è anche il "Fede" che in coppia con "Tinto" (Nicola Prudente) che tra i primi ha iniziato a comunicare il mondo del vino e del cibo a livello nazionale. «Prima di noi ci si rivolgeva sempre a pochissimi appassionati, noi siamo entrati come il cavallo di Troia e abbiamo aperto le porte della "città" al grande pubblico».

È stato lui il moderatore della tavola rotonda svoltasi sabato 30 marzo con tema "Identità dell'enogastronomia e dell'accoglienza - il vero volano del turismo".

(Premio IaT, un salto indietro di 400 anni per dar vita ad un nuovo Rinascimento)

(Premio IaT, un salto indietro di 400 anni per dar vita ad un nuovo Rinascimento)

Hashtag: #premioiat

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Personaggio dellanno Artimino premioitaliaatavola iat italiaatavola premioiat Silvia Baracchi Consorzio Grana Padano Cesare Baldrighi Vetulio Bondi Camillo Pisano Olio Persiani Giovanni Santarpia Conserve Italia Cirio Antonello Magista Consorzio Valcalepio Alex Siliberto MonteRossa Emanuele Rabotti Federico Quaranta Ros

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).