Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 30 novembre 2021 | aggiornato alle 00:52 | 79851 articoli in archivio

Italiani sempre più pazzi del Pokè: il trend vale 98 milioni di euro

15 luglio 2021 | 09:11

Italiani sempre più pazzi del Pokè: il trend vale 98 milioni di euro

15 luglio 2021 | 09:11

La passione per il Pokè, il piatto tipico hawaiano, non si arresta. Registra, infatti, un valore di 86 milioni di fatturato nel 2020 il mercato delle pokerie in Italia, arrivando a 98 milioni nel 2021. Si prevede possa raggiungere 143 milioni nel 2024. A fare il punto è il report "Il mercato del pokè in Italia" realizzato da Cross Border Growth Capital, advisor in Italia per aumenti di capitale e operazioni di finanza straordinaria per startup e Piccole e medie imprese (Pmi).

Il piatto hawaiano occupa nono posto sui top 30 cibi ordinati Italiani sempre più pazzi del Pokè: il trend vale 98 milioni di euro

Il piatto hawaiano occupa nono posto sui top 30 cibi ordinati


Gli analisti segnalano che a guidare il trend nel Belpaese sono nove catene principali che dominano il mercato nelle maggiori città (Roma, Milano, Torino, Bologna e Napoli) affiancate da Pokè Bar indipendenti, per un totale di 378 ristoranti.


La prima in termini di fatturato, secondo l'analisi, è Poke House. A livello mondiale, in termini di valore di mercato, nel 2020 il settore dei pokè bar ha raggiunto un volume d'affari di 1,74 miliardi di dollari e si stima che possa arrivare a 2,9 miliardi di dollari nel 2024. Nel 2020 la European Food Agency ha dichiarato che il pokè occupa la nona posizione sui top 30 cibi ordinati.

© Riproduzione riservata

LE ALTRE NOTIZIE IN TEMPO REALE
Loading...