Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 16 ottobre 2021 | aggiornato alle 16:39 | 78725 articoli in archivio

Gambero, Bottura e Beck ancora al top Berton e Guida nuove “Tre Forchette”

La guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso 2016 conferma in vetta l’Osteria Francescana e La Pergola del Rome Cavalieri, prime per punteggio tra le “Tre Forchette”, che quest’anno arrivano a quota 26. Nessun locale perde le Tre Forchette. La Lombardia conferma il suo primato con 6 insegne d’eccellenza

12 ottobre 2015 | 14:37
Gambero, Bottura e Beck ancora al top 
Berton e Guida nuove “Tre Forchette”
Gambero, Bottura e Beck ancora al top 
Berton e Guida nuove “Tre Forchette”

Gambero, Bottura e Beck ancora al top Berton e Guida nuove “Tre Forchette”

La guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso 2016 conferma in vetta l’Osteria Francescana e La Pergola del Rome Cavalieri, prime per punteggio tra le “Tre Forchette”, che quest’anno arrivano a quota 26. Nessun locale perde le Tre Forchette. La Lombardia conferma il suo primato con 6 insegne d’eccellenza

12 ottobre 2015 | 14:37

L’Osteria Francescana di Modena e La Pergola del Rome Cavalieri di Roma confermati come migliori ristoranti d’Italia secondo la guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso 2016, che conferma ancora una volta al vertice dei “big chef” Massimo Bottura e Heinz Beck.

Novità principale di questa edizione, due new entry tra le “Tre Forchette”: Andrea Berton, già in evidenza nella guida cittadina, passato da 87 a 90 punti, e Antonio Guida, new entry con il suo “Seta by Antonio Guida” al Mandarin Oriental, che nonostante i ritardi nell’apertura ha saputo bruciare le tappe per presentarsi all’appuntamento con la guida già ben rodato e in piena forma.



Ai vertici della squadra dei 26 “Tre Forchette”, oltre ai già citati Bottura e Beck, Gennaro Esposito della Torre del Saracino di Vico Equense (Na) con un punteggio di 57 sale tra i quattro migliori voti di cucina assegnati dalla guida, a pari merito con la famiglia Iaccarino del Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui Due Golfi (Na). Crescita anche per Mauro Uliassi dell’omonimo locale di Senigallia (An), che passa da 90 a 92 punti. Nessun locale perde le Tre Forchette. La Lombardia conferma il suo primato con 6 Tre Forchette e altrettanti Tre Gamberi, espressione della migliore cucina tradizionale.

Ecco i numeri della nuova Guida Ristoranti d’Italia 2016: edizione numero 26, 2.268 indirizzi, 250 novità, 3 nuove categorie. In questi anni sono mutate, e molto, le esigenze dei clienti: sia gastronomiche, sia di orari e modi di fruizione, e la risposta a queste nuove necessità contribuisce a definire un panorama frammentato, ma proprio per questo molto ricco di proposte. Anche per questo sono nate le nuove categorie: “bistrot”, “griglierie” e “vegetariani” che, come è evidente, danno conto di questa varietà e vogliono essere uno strumento per aiutare il lettore a orientarsi tra tante proposte.

Ci sono poi nuovi premi speciali pensati per evidenziare le realtà più virtuose e valorizzare ogni aspetto della complessa “macchina” ristorante. Sono dei riflettori che mettono in luce alcune specifiche competenze e identità di questo mondo, pensate proprio per creare dei percorsi di lettura all’interno della guida.

Il primo di questi premi è quello assegnato a Lorenzo Viani di Lorenzo a Forte dei Marmi (Lu): lui è il “Ristoratore dell’anno”, incarnazione di quella figura chiave per ogni ristorante longevo e solido, perfetto incontro fra savoir faire di sala, cantina e cucina.

L’Argine a Vencò di Dolegna del Collio (Go) di Antonia Klugmann è la “Novità dell’anno”, emblema di un approccio virtuoso che abbraccia progetti a 360 gradi all’insegna della riscoperta del territorio.

Donatella Bistrot di Oviglio (Al) è il “Bistrot dell’anno”, a testimoniare come il coraggioso cambio d’abito della nota insegna piemontese, oggi reinventata in versione più informale e contemporanea, sia stato una felice intuizione.

Un premio più tecnico è quello dedicato al pane, assegnato al Reale di Castel di Sangro (Aq). “Pane in tavola” premia un alimento basilare nell’alimentazione e nella cucina. Spesso sottovalutato in virtù di una ricerca più di condimenti che di manifattura. Non è il caso di Niko Romito, che nel suo regno abruzzese ne fa un elemento basilare, di collegamento con il territorio e di fattura eccellente.

La giovane Sara Simionato dell’Antica Osteria da Cera di Campagna Lupia è la “Pastry chef” di quest’anno. Un ruolo, il suo, fondamentale della brigata, che conferisce lustro e raffinatezza al finale di una cena e che merita un’attenzione a se stante.

“Cuoco Emergente 2016” è Matteo Metullio de La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares a San Cassiano (Bz).

Vivace anche il panorama delle trattorie italiane («luoghi - secondo i curatori - dove ospitalità familiare e cibo della memoria segnano uno stile che non tramonta mai»), che si arricchisce di tre membri: La Brinca di Ne (Genova), All’Osteria Bottega di Bologna e La Tana degli Orsi di Pratovecchio Stia (Arezzo).

Tre Forchette 2015

RISTORANTE PUNTI 2016 PUNTI 2015 VARIAZ.
Osteria Francescana - Modena 95 95 =
La Pergola de l’Hotel Rome Cavalieri - Roma 95 95 =
Don Alfonso 1890 - Sant'Agata sui Due Golfi (NA) 94 94 =
La Torre del Saracino - Vico Equense (NA) 94 93 +1
Villa Crespi - Orta San Giulio (NO) 93 94 -1
Le Calandre - Rubano (PD) 93 93 =
La Madia - Licata (AG) 93 93 =
Casa Vissani - Baschi (TR) 93 92 +1
Laite - Sappada (BL) 92 92 =
Lorenzo - Forte dei Marmi (LU) 92 92 =
Dal Pescatore - Canneto sull’Oglio (MN) 92 92 =
Reale - Castel di Sangro (AQ) 92 92 =
St. Hubertus dell'Hotel Rosa Alpina - San Cassiano (BZ) 92 92 =
Uliassi - Senigallia (AN) 92 90 +2
Devero Ristorante del Devero Hotel - Cavenago di Brianza (MB) 91 91 =
La Madonnina del Pescatore - Senigallia (AN) 91 91 =
La Trota - Rivodutri (RI) 91 91 =
Ilario Vinciguerrra Restaurant - Gallarate (VA) 91 91 =
Da Vittorio - Brusaporto (BG) 91 91 =
Piazza Duomo - Alba (CN) 90 91 -1
Il Povero Diavolo - Torriana (RN) 90 90 =
Romano - Viareggio (LU) 90 90 =
S’Apposentu a Casa Puddu - Siddi (VS) 90 90 =
Enoteca La Torre a Villa Laetitia - Roma 90 90 =
Berton - Milano 90 87 +3
Seta del Mandarin Oriental Milano - Milano 90 - new entry

TRE GAMBERI
Angiolina - Pisciotta [SA]

Antica Osteria del Mirasole - San Giovanni in Persiceto [BO]

Antichi Sapori - Andria [BT]

Armando al Pantheon - Roma

All’Osteria Bottega - Bologna

La Brinca - Ne [GE]

Ai Cacciatori - Cavasso Nuovo [PN]

Consorzio - Torino

Caffè La Crepa - Isola Dovarese [CR]

La Locanda delle Grazie - Curtatone [MN]

La Locandiera - Bernalda [MT]

La Madia - Brione [BS]

Osteria del Treno - Milano

Un Posto a Milano - Milano

Pretzhof - Val di Vizze/Pfitsch [BZ]

Sora Maria e Arcangelo - Olevano Romano [RM]

La Tana degli Orsi - Pratovecchio Stia [AR]

Tischi Toschi - Taormina [ME]

Vecchia Marina - Roseto degli Abruzzi [TE]

Osteria della Villetta dal 1900 - Palazzolo sull’Oglio [BS]


TRE BOTTIGLIE
La Baita - Faenza [RA]

Casa Bleve - Roma

Le Case della Saracca - Monforte d’Alba [CN]

Damini Macelleria & Affini - Arzignano [VI]

Del Gatto - Anzio [RM]

Al Donizetti - Bergamo

Le Giare dell’Hotel Rondò - Bari

Lanzani - Brescia

Enoteca Marcucci - Pietrasanta [LU]

Oste della Mal’ora - Terni

Roscioli - Roma


TRE BOCCALI
Casa Baladin - Piozzo [CN]
Open Baladin - Roma


TRE MAPPAMONDI

Dao Restaurant - Roma

Iyo - Milano

Wicky’s Wicuisine Seafood - Milano

 

Miglior qualità/prezzo

La Clusaz - Gignod [AO]

Da Fausto - Cavatore [AL]

U Giancu - Rapallo [GE]

D’O - Cornaredo [MI]

La Torre - Spilimbergo [PN]

Bollicine - Trieste

Quel Fantastico Giovedì - Ferrara

Il Merlo - Camaiore [LU]

Osteria del Mare già Votapentole - Castiglione della Pescaia [GR]

Le Delizie di Maria - Arpino [FR]

Zunica 1880 - Civitella del Tronto [TE]

Il Papavero - Eboli [SA]

Il Foro dei Baroni - Puglianello [BN]

La Bul - Bari

La Strega - Palagianello [TA]

Locanda dei Buoni e dei Cattivi - Cagliari

 

La novità dell’anno

L’Argine a Vencò - Dolegna del Collio (GO)

 

Il bistrot dell’anno

Donatella Bistrot - Oviglio (AL)

 

Ristoratore dell’anno

Lorenzo Viani - Lorenzo di Forte dei Marmi (LU)

 

Pastry chef dell’anno

Sara Simionato - Antica Osteria da Cera di Campagna Lupia (VE)

 

Miglior pane in tavola

Reale - Castel di Sangro (AQ)

 

Miglior servizio di sala

Quattro Passi - Massa Lubrense (NA)

 

Miglior servizio di sala in albergo

Il Pellicano - Porto Ercole (GR)

 

Premio Gusto&salute
Gambero Rosso e Animante Barone Pizzini

“Quando la sostenibilità è forma e sostanza. Valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti attraverso una cucina naturale e sana, nel pieno rispetto della terra, dell’ambiente e dell’uomo”

La Présef dell’Agriturismo La Fiorida - Mantello (SO)

La Montecchia - Selvazzano Dentro (PD)

CaMì - Ravenna

 

Premio Cuoco Emergente 2016
Gambero Rosso e Acqua Panna/San Pellegrino

Matteo Metullio - La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares - San Cassiano/Sankt Kassian (BZ)

 

Ristorante con la miglior proposta primi piatti di pasta
Premio Gambero Rosso e Pastificio dei Campi

Antica Osteria Nonna Rosa - Vico Equense (NA)

 

Ristorante che valorizza i grandi prodotti caseari Dop italiani
Premio Gambero Rosso e Nuova Castelli

Miramonti l’Altro - Concesio (BS)

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali