Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 31 luglio 2021 | aggiornato alle 21:31 | 76908 articoli in archivio

Executive Spa Hotel, tripletta di gusto per l'apertura con Exé, Alto e Aria

L'albergo che sorge a Fiorano Modenese (Mo) apre al pubblico dall'1 giugno. A valorizzare l'offerta ricettiva, due ristoranti e un rooftop cocktail bar. A tirare le fila in cucina gli chef Balboni, Simoni e Trabetti

17 maggio 2021 | 18:52

Executive Spa Hotel, tripletta di gusto per l'apertura con Exé, Alto e Aria

L'albergo che sorge a Fiorano Modenese (Mo) apre al pubblico dall'1 giugno. A valorizzare l'offerta ricettiva, due ristoranti e un rooftop cocktail bar. A tirare le fila in cucina gli chef Balboni, Simoni e Trabetti

17 maggio 2021 | 18:52

Nel cuore dell'Emilia, in quella che tutto conoscono come la Motor&Food Valley italiana, il nuovo Executive Spa Hotel di Fiorano Modenese (Mo) si prepara ad aprire le porte al pubblico. Dall'1 giugno lo smart hotel di lusso inizierà ad accogliere i primi clienti all'interno di una struttura storica rivisitata per guardare al futuro dell'accoglienza che tiene insieme tecnologia, sostenibilità ambientale e tradizione del Made in Italy. A trainare la domanda, la contestuale apertura al pubblico di Exé Restaurant, di un centro benessere da 400 mq, una digital fitness area, il nuovo ristorante Alto e il cocktail bar Aria.

Una delle suite dell'Executive Spa Hotel (credits: Fabrizio Cicconi) Executive Spa Hotel, tripletta di gusto con Exé, Alto e Aria
Una delle suite dell'Executive Spa Hotel (credits: Fabrizio Cicconi)


Un hotel ristrutturato che guarda al futuro dell'ospitalità

Nella sua veste moderna, l’Executive Spa Hotel vanta 64 stanze, di cui 5 suite, progettate dallo studio di Gualtiero Sacchi con un design che richiama gli anni ’50 nelle forme e nei materiali forniti dai più prestigiosi brand di interior nel panorama italiano, come Rubelli per tessuti e arredi, Florim per le lastre ceramiche in grès porcellanato, Flos per l’illuminazione, KeraKoll per i materiali costruttivi e Technogym per la zona fitness. Più che una semplice ristrutturazione, a interessare l’intero edificio è stato un ripensamento in senso smart dei concetti di albergo e ospitalità, che mostra i propri effetti anche sul piano della sicurezza e delle dinamiche di accesso e prenotazione: una app mobile studiata ad hoc offre la possibilità di effettuare il check-in da casa, in modo da evitare code e assembramenti in reception. Sempre con il proprio smartphone, poi, si può aprire la stanza senza usare alcuna chiave. Un unico fit band consentirà inoltre di effettuare l’ingresso a Spa e palestra, controllare le macchine e aprire e chiudere l’armadietto. Soluzioni tecnologiche che vengono declinate anche in materia di sicurezza grazie al filtraggio elettronico dell'aria ela sanificazione automatica con lampade Uva nelle camere.

L'esterno dell'Executive Spa Hotel di Fiorano Modenese Executive Spa Hotel, tripletta di gusto con Exé, Alto e Aria
L'esterno dell'Executive Spa Hotel di Fiorano Modenese


Exé, Alto, Aria: tre ambienti per tre esperienze enogastronomiche diverse

A caratterizzare la proposta dell’Executive Spa Hotel è senza dubbio l'offerta culinaria che prevede due ristoranti e un cocktail bar. Il primo nome è quello di Exé che ambisce ad essere una ofisticata esperienza enogastronomica che soddisfa le papille più esigenti e favorisce il relax, grazie anche agli spazi importanti e a un impianto per il trattamento dell’aria con filtrazione elettrostatica che consente di ridurre i batteri del 95%. A guidare le danze dietro ai fornelli, gli chef Paolo Balboni e Francesca Simoni che fanno della rielaborazione delle tradizioni il proprio marchio di fabbrica. Il tutto accompagnato da una carta dei vini da 400 etichette.

Emblema sopraelevato, innanzitutto in senso strutturale (essendo posizionato sul tetto dell'hotel), di una cucina in continua evoluzione, che cambia forma e stile senza mai perdere la propria identità e il legame con le origini, è Alto. Dalle poltrone rivestite Rubelli alle luci firmate Flos, passando per le posate firmate Gio Ponti per Sambonet, fino ai piatti Richard Ginori, il design è la regola in un esclusivo luogo esperienziale, dove uno chef table per due persone consente di distaccarsi dai 30 coperti per cenare con un occhio sui segreti dello chef Mattia Trabetti. Mentre ampie vetrate consentono di ammirare il panorama circostante.

Infine, le colline di Fiorano abbracciano anche la visuale che si può avere da Aria, riservato cocktail bar per serate uniche che condivide lo stesso gusto degli arredi e la collocazione sul rooftop di Alto. La paesaggista Silvia Ghirelli ha concepito e disegnato le forme di un rifugio immerso nel verde e circondato da pareti in cristallo, perfetto come location per serate fuori dal comune, concerti intimi ed eventi gastronomici esclusivi. La personalità che incarna e definisce la poetica del luogo è Dario Allegretti, maestro barman noto per la creatività dei drink e la conoscenza dei migliori cocktail internazionali, miscelati a regola d’arte.
 

Attenzione al benessere

A corredo di tutto ciò c'è poi l'offerta wellness e fitness che può contare su oltre 400 mq di spazio riservato. In una struttura totalmente nuova con dotazioni di ultima generazione, un luogo intimo e speciale invita a prendersi cura di se stessi con trattamenti, massaggi, percorsi completi, yoga, pilates, ecc. Un team di personal trainer e una nutrizionista estendono l’idea di personalizzazione nell’area di fitness e wellness, creando programmi completi con scheda, piano alimentare e trattamenti benessere individuali. Chiunque, in una pausa dal lavoro o in un momento libero da dedicare alla cura del sé, può accedere previa prenotazione.


© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali