Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 26 settembre 2021 | aggiornato alle 15:35 | 78152 articoli in archivio

Arriva il treno della Dolce Vita. L’Orient Express all’italiana

Si parte con 5 treni e 10 tratte iconiche già pronte. Venezia, Alba, Maratea, Montalcino, la Val D’Orcia, Cortina, la Sicilia: l’Italia. Un turismo lento da Nord a Sud del Paese, con a bordo servizi esclusivi

16 giugno 2021 | 11:22

Arriva il treno della Dolce Vita. L’Orient Express all’italiana

Si parte con 5 treni e 10 tratte iconiche già pronte. Venezia, Alba, Maratea, Montalcino, la Val D’Orcia, Cortina, la Sicilia: l’Italia. Un turismo lento da Nord a Sud del Paese, con a bordo servizi esclusivi

16 giugno 2021 | 11:22

Quando si parla di turismo lento non si può non pensare a un treno che attraversa tutta Italia passando per città d’arte, località paesaggistiche, luoghi simbolo di un territorio unico al mondo. E se poi fosse a bordo di carrozze di lusso, l’esperienza sarebbe da sogno. Un sogno che diventa realtà grazie al primo progetto di turismo su rotaia con un’offerta luxury è stato presentato da Paolo Barletta, ceo Arsenale Spa, società attiva nell’hospitality di lusso, e da Luigi Corradi amministratore delegato e direttore Generale di Trenitalia (Gruppo FS Italiane), alla presenza del ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, del ministro del Turismo Massimo Garavaglia, dell’Assessore Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità Regione Lazio Mauro Alessandri, con i saluti di benvenuto della Sindaca di Roma Virginia Raggi. Si parte con 5 treni e 10 tratte iconiche già pronte. Città d’arte, località paesaggistiche, luoghi simbolo di un territorio unico al mondo. Venezia, Alba, Maratea, Montalcino, la Val D’Orcia, Cortina, la Sicilia: l’Italia. Un turismo lento da Nord a Sud del Paese, con a bordo servizi esclusivi.

Si parte con 5 treni e 10 tratte iconiche già pronte Arriva il treno della Dolce Vita L’Orient Express all’italiana
Si parte con 5 treni e 10 tratte iconiche già pronte


Una nuova frontiera nel mercato dell’hospitality di lusso

Esperienze di viaggio uniche al mondo a bordo di carrozze di lusso, per visitare i diversi luoghi del nostro territorio, con tratte riservate da Nord a Sud, per raggiungere sia le aree turistiche più conosciute, sia quelle logisticamente meno servite o frequentate. Tutto godendo del massimo comfort e secondo i più alti standard a cinque stelle.

Si apre così una nuova frontiera nel mercato dell’hospitality di lusso, declinato sulla fortissima capacità di attrazione del territorio italiano grazie alle sue caratteristiche (mari, laghi, colline, montagne, borghi e località storiche, città d’arte, offerte enogastronomiche regionali, oltre che il clima mediterraneo) e sulla via del turismo lento, sostenibile e più autentico, grazie al quale raggiungere “il bello più segreto” dell’Italia. Elementi che oggi, dopo il periodo di crisi pandemica, diventano fondamentali per la crescita ed il rilancio del turismo in Italia.

Obiettivo: valorizzare le bellezze italiane

Con investimenti già attivi e un portafoglio di Hotel di lusso di prossime aperture che comprende, tra gli altri, Soho House e Orient Express (ex Hotel de La Minerve) a Roma, Rosewood a Venezia e il Santavenere a Maratea, Arsenale avvia la sua seconda divisione nel settore del turismo. Il progetto conferma la strategia di sviluppo della società che, oltre alla valorizzazione di asset italiani di pregio nel settore del lusso a fianco dei più grandi brand internazionali, integra la sua capacità di offerta premium per creare una nuova ospitalità all’avanguardia di altissimo livello, pronta ad affrontare le sfide del mercato turistico del prossimo futuro.

Paolo Barletta, ceo di Arsenale Spa, ha commentato: «Aggiungiamo un nuovo e importante tassello allo sviluppo e alla crescita di Arsenale. Turismo non significa solo alberghi e ristoranti. L’Italia è un’esperienza a 360 gradi e proprio dall’esperienza dobbiamo ripartire per un’offerta integrata e completa. Vogliamo collegare l’Italia e creare quel passaparola che nei prossimi anni porterà i turisti a scoprire le mete oggi meno conosciute. Vorremmo poter portare i viaggiatori su nuovi itinerari, dove la resilienza del Made in Italy costruirà nel tempo esperienze dedicate, nuova accoglienza e un calore tutto nostrano. Il treno della Dolce Vita è un tributo all’Italia: la bellezza e l’unicità del nostro territorio, le sue eccezionalità, le città d’arte, le peculiarità del paesaggio, fino al cibo e alla buona tavola sono i tratti distintivi del nostro Paese e per questo saranno i pilastri della nostra offerta e dei nostri iconici treni. Con il progressivo stabilizzarsi della situazione sanitaria globale, siamo convinti che il settore del lusso fungerà da traino per la ripresa del turismo nazionale. Il nostro lavoro è orientato a creare le condizioni per accogliere nuovamente i milioni di viaggiatori che nei prossimi 50 anni sceglieranno l’Italia come loro prima destinazione. Questo non è solo un augurio ma un impegno».

Il treno della Dolce Vita, sicuro ed ecosostenibile

«Viaggiare in treno per visitare l’Italia da Nord a Sud significa scegliere un mezzo sicuro ed ecosostenibile, tutelando l’ambiente e riscoprendo i luoghi più affascinanti, nascosti e inconsueti della Penisola», ha detto Luigi Corradi, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Trenitalia. «Il Treno della Dolce Vita è un progetto che va proprio in questa direzione, portando sulle rotaie una nuova forma di turismo slow di lusso, per valorizzare le bellezze del nostro Paese, dalle grandi città d’arte alla piccola provincia».

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali