Rotari
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 31 marzo 2020 | aggiornato alle 18:01| 64485 articoli in archivio
Rotari
Rational
HOME     LOCALI     HOTEL e SPA
di Giovanni Berera
Giovanni Berera
Giovanni Berera
di Giovanni Berera

La storia rivive al Grand Hotel Gardone
Da albergo a patrimonio culturale

La storia rivive al Grand Hotel Gardone 
Da albergo a patrimonio culturale
La storia rivive al Grand Hotel Gardone Da albergo a patrimonio culturale
Pubblicato il 28 luglio 2017 | 11:21

Tre generazioni, un senso profondo di ospitalità e la voglia di rendere la struttura più antica del Garda un punto di riferimento per turisti italiani e stranieri: questi gli obiettivi di Orietta e Federico Mizzaro

Inaugurato nel 1884, il Grand Hotel Gardone è l’albergo più antico del Garda. Ha ospitato Gabriele D’Annunzio, che lo ribattezzò “succursale del Vittoriale”, e Winston Churchill, che vi soggiornò per due settimane nel luglio del 1949. Da sessant’anni è gestito dalla famiglia Mizzaro che ne ha saputo fare un luogo suggestivo dove si vive il fascino dell’essere ospiti della storia, senza rinunciare ai comfort della modernità.

La storia rivive al Grand Hotel Gardone Da albergo a patrimonio culturale
Grand Hotel Gardone

Orietta e Federico Mizzaro conoscono bene l’arte dell’ospitalità. L’hanno imparata dal nonno Enrico e dal padre Franco, albergatori che hanno fatto la storia dell’industria turistica benacense. Tre generazioni per un unico sogno: fare del Grand Hotel un riferimento prestigioso e internazionale per il turismo del Garda. Un sogno che dal 1957 diventa realtà stagione dopo stagione con dati molto positivi.

Orietta e Federico Mizzaro - La storia rivive al Grand Hotel Gardone Da albergo a patrimonio culturale
Orietta e Federico Mizzaro

«Nel 2016 abbiamo registrato 50mila presenze con un incremento del 3% rispetto al 2015 - racconta Orietta Mizzaro-. Il nostro primo mercato è l’Inghilterra con una percentuale del 68%: una tradizione consolidata nel tempo, fin dal 1949, quando Winston Churchill arrivò al Grand Hotel, per un soggiorno che rimase scolpito nella storia del Garda».

La storia rivive al Grand Hotel Gardone Da albergo a patrimonio culturale
Winston Churchill junior suite

All’illustre ospite è dedicata una delle due junior suite dell’hotel (35 mq con vista lago). La Winston Churchill junior suite deve il nome al fatto che è l’esatta stanza in cui il primo ministro britannico alloggiò nel luglio 1949. Inutile dire che è una delle più richieste dagli ospiti inglesi. Gli italiani, invece, preferiscono la suggestiva Gabriele D’Annunzio junior suite, allestita nel 2013 in occasione del 150° anniversario della nascita del poeta (1863-2013), che ebbe un legame profondo con il Grand Hotel.

La storia rivive al Grand Hotel Gardone Da albergo a patrimonio culturale
Gabriele D’Annunzio junior suite

D'Annunzio, infatti, vi dimorò nell’inverno del 1921 nell’attesa che Villa Cargnacco, il futuro Vittoriale, fosse per lui trasformata e lussuosamente arredata. Alloggiare in questa suite è un’esperienza immersiva che permette di vivere le atmosfere lussuose ed eleganti della residenza gardonese del Vate, cui è dedicato anche il cocktail ufficiale dell’hotel.

La storia rivive al Grand Hotel Gardone Da albergo a patrimonio culturale
Vista dalla Gabriele D’Annunzio junior suite

«Ho creato il Dannunziano - racconta Massimo Mannella, head barman del Grand Hotel Gardone - nell’ottobre 2002 per commemorare il gemellaggio tra Gardone Riviera e Pescara, città natale di D’Annunzio».

Questa la ricetta del Dannunziano: 3/10 di mirtilli freschi centrifugati, 1/10 di Aurum (liquore al gusto di arancia prodotto a Pescara) e 6/10 di Pol Roger, lo champagne d’elezione del Grand Hotel (ndr. Pol Roger era il preferito di Churchill; una preferenza che l’albergo gardonese ha scelto di mantenere fedele nel tempo).

Cliccare qui per visualizzare il video della preparazione del Dannunziano.

Fondamentale nell’offerta del Grand Hotel è la proposta enogastronomica, che trova la sua espressione più compiuta nel ristorante gourmet, Il Giardino dei Limoni, la cui cucina è chiaramente orientata alla valorizzazione delle eccellenze locali: il pesce, l’olio, il vino del Garda. Il nome stesso del ristorante (aperto sia a pranzo che a cena, anche per ospiti esterni) rivela la sua vocazione territoriale. I celebri agrumi (e le bellissime limonaie) del lago di Garda sono tra le maggiori espressioni del patrimonio agroalimentare del Benaco.

La storia rivive al Grand Hotel Gardone Da albergo a patrimonio culturale
Il Giardino dei Limoni

In cucina da 8 anni c’è il pugliese Domenico Laterza (a capo di una brigata di 18 elementi), che ha saputo approntare una carta capace di accompagnare gli ospiti dell’albergo in un immaginario viaggio gastronomico intorno al Garda. Si parte dallo Speck di trota rosa del Benaco alle erbe officinali del Monte Baldo, al Risotto mantecato alla formaggella di Tremosine e alle delizie di Coregone del Garda fino al Semifreddo all’olio d’oliva extravergine del Garda profumato al timo con olive semi candite. Più di un menu, è l’occasione per i palati più curiosi (al 95% stranieri) di assaporare gusti e profumi locali, accompagnati da olii e vini selezionatissimi tra quelli prodotti tra Garda e Valtenesi.

Domenico Laterza - La storia rivive al Grand Hotel Gardone Da albergo a patrimonio culturale
Domenico Laterza

Un soggiorno al Grand Hotel di Gardone regala il ricordo indelebile e suggestivo di incontrare un paesaggio lacustre straordinario e di toccare con mano la storia del Novecento. Solo qui è possibile soggiornare nelle stanze che ospitarono la nobiltà e la grande borghesia mitteleuropea, attraversare i saloni che divennero ospedali militari nei tragici anni della Seconda Guerra Mondiale, contemplare il Garda dalle grandi terrazze dove Gabriele D’Annunzio componeva poesie e dove Winston Churchill dipingeva su tela i colori del lago. Uomini e eventi che si studiano a scuola e che qui rivivono, senza retorica e senza polvere. Orietta e Federico Mizzaro lo sanno bene e hanno trovato un giusto (e delicatissimo) equilibrio.

La storia rivive al Grand Hotel Gardone Da albergo a patrimonio culturale
Lo speck di trota rosa del Benaco alle erbe officinali del Monte Baldo e toast ai cereali

«La nostra famiglia vive con grande consapevolezza e un forte senso di rispetto e di attenzione il prestigio storico della struttura - sottolinea Federico Mizzaro -. Il Grand Hotel non è solo un albergo, ma anche uno straordinario patrimonio culturale: per questo richiede uno costante e attento lavoro di conservazione finalizzato a preservarne le caratteristiche nell’ottica parallela di un costante perfezionamento dell’accoglienza e del comfort dei nostri clienti».

La storia rivive al Grand Hotel Gardone Da albergo a patrimonio culturale
Lungolago del Grand Hotel Gardone

Prendendosi cura della Storia e delle storie di uno dei più suggestivi angoli del Garda, i fratelli Mizzaro hanno capito che al Grand Hotel è il futuro che aiuta il passato ad esistere.

Per informazioni: www.grandhotelgardone.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Grand Hotel Gardone lago di Garda tradizione Winston Churchill Gabriele DAnnunzio Orietta Mizzaro Federico Mizzaro suite Massimo Mannella Domenico Laterza Il Giardino dei Limoni gourmet

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®