Molino Quaglia
Rotari
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 29 maggio 2020 | aggiornato alle 22:04| 65863 articoli in archivio
HOME     LOCALI     HOTEL e SPA
di Leonardo Felician
Leonardo Felician
Leonardo Felician
di Leonardo Felician

Un albergo Art Decò ad Albi
Città francese Patrimonio Unesco

Un albergo Art Decò ad Albi 
Città francese Patrimonio Unesco
Un albergo Art Decò ad Albi Città francese Patrimonio Unesco
Pubblicato il 11 gennaio 2018 | 17:14

Nella patria di Toulouse-Lautrec, la cittadina medievale di Albi nel sud della Francia, un piccolo albergo quattro stelle in stile Art Decò con sole sette camere tutto da scoprire.

Capoluogo del Dipartimento del Tarn in Occitanie, città d’origine medievale soprannominata la città rosa per il colore che la pietra dei suoi edifici prende al tramonto, potente città vescovile iscritta nel Patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco, Albi è uno dei must assoluti da visitare nel sud della Francia.

(Un albergo Art Decò ad Albi Città francese Patrimonio Unesco)

La città alta su un promontorio sul fiume Tarn è costruita intorno alla cattedrale di Santa Cecilia, che resta una delle più grandi chiese in mattoni del mondo: iniziata nel 1282 è un capolavoro del gotico meridionale, concepita contro l’eresia catara e per riaffermare il potere della chiesa cattolica, una chiesa fortilizio, che incute soggezione all’esterno anche per le sue dimensioni: 97 metri di lunghezza, 30 di altezza, 19 di larghezza. La fronte priva di decorazioni ha l’aspetto di una fortezza medioevale ed è resa ancora più severa dai possenti torrioni cilindrici di rinforzo negli angoli e dalla maestosa torre-campanile della fine del ‘400 alto quasi 80 metri. L’ingresso è sul fianco destro da un portico gotico fiammeggiante con decorazioni traforate del ‘500.

(Un albergo Art Decò ad Albi Città francese Patrimonio Unesco)

Albi è passata alla storia per il movimento cataro: benché non fosse uno dei centri principali, da essa presero il nome sia l’eresia, sia la crociata che la soppresse e che oggi viene interpretata come una manovra politica di annessione oltre che una guerra di religione. Questa vivace cittadina di 50mila abitanti presenta almeno altri due attrattive di grande interesse: il museo contenente la più completa raccolta di opere di Henri de Toulouse-Lautrec, nato qui nel 1864, ospitato nel poderoso palazzo vescovile eretto nel XIII secolo accanto alla cattedrale e il Pont-Vieux costruito ad arcate sul fiume nell’XI secolo e ancora oggi utilizzato.

(Un albergo Art Decò ad Albi Città francese Patrimonio Unesco)

Aperto tre anni fa l’Alchimy è un piccolo boutique hotel a quattro stelle con sole sette camere, più altre tre in arrivo tra poco in un palazzo Art Decò del centro storico. Al piano terra a fianco della minuscola reception si apre un bar, con tavolini in terrazza all’aperto nella bella stagione e un ristorante “bistronomico”, che offre gastronomia per gourmet in un piccolo ambiente da bistrot.

Per informazioni:
www.albi-tourisme.fr
www.alchimyalbi.fr

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Albi Tarn Occitanie Patrimonio Unesco Santa Cecilia Henri de Toulouse Lautrec Alchimy

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®