Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 19 ottobre 2021 | aggiornato alle 15:05 | 78770 articoli in archivio

Osimo, continua una tradizione di famiglia Da Ada piatti curati con alcune sorprese

di Carla Latini
26 giugno 2018 | 16:52

Osimo, continua una tradizione di famiglia Da Ada piatti curati con alcune sorprese

di Carla Latini
26 giugno 2018 | 16:52

Il ristorante Ada ad Osimo (An) ha raccontato e racconta la storia del paese, oggi in cucina con il cuoco Marco Domenella. Una storia tutta in divenire che si è sviluppata in famiglia, da madre a figlia fino ai nipoti.

Il ristorante Ada ad Osimo (An) ha raccontato e racconta la storia del paese, oggi in cucina con il cuoco Marco Domenella. Una storia tutta in divenire che si è sviluppata in famiglia, da madre a figlia fino ai nipoti.

Ada nel 1965 è una cantina. Ada è la mamma dell’attuale proprietaria Giuseppina e la nonna di Francesco e Francesca Agostinelli. Il ristorante diventa tale nel 1970 quando Giuseppina prende in mano la cucina. Gli insegnamenti della mamma rimangono immutati e la cantina si trasforma in una grande sala per più di 300 persone.

(Osimo, continua una tradizione di famiglia Da Ada piatti curati con alcune sorprese)

Per Osimo è una piacevole sorpresa. Si mangia benissimo, si sta comodi e l’accoglienza è familiare. Le carni sono locali e il pesce è freschissimo. Nel frattempo Francesca si specializza nella sala e Francesco fa la pizza, anche da asporto così come l’intero menu. Qui potete trovare una linea di piatti, anche il pesce fritto, per celiaci. Un grande vantaggio.

Marco Domenella e Francesco Agostini (Osimo, continua una tradizione di famiglia Da Ada piatti curati con alcune sorprese)
Marco Domenella e Francesco Agostini

Con l’arrivo di Marco Domenella, prima ai fornelli del Fortino Napoleonico e poi del Passetto, sta avvenendo un delicato cambiamento che non turba, anzi, piace molto ai numerosi clienti. La storia continua fedele al passato. Sono stata ad assaggiare la nuova cucina di Marco e la pizza di Francesco. Ho detto loro: «Voglio essere stupita e rassicurata. Voglio il mitico Coniglio in porchetta». Tenero, profumato direi aggressivo in senso buono.

(Osimo, continua una tradizione di famiglia Da Ada piatti curati con alcune sorprese)

Così si rispetta la tradizione. Il mio compagno di tavolo ha scelto la Tagliata di manzo con pomodorini basilico maggiorana e olive taggiasche. Un classico ben fatto. I primi strizzano l’occhio al mare con gli Spaghettoni agli immancabili moscioli di Portonovo e i Paccheri allo scoglio. Fanno compagnia al coniglio in porchetta i Tortellini fatti a mano secondo la ricetta segreta di nonna Ada conditi alla norcina.

Consistenti e intensi dentro nel ripieno e fuori nel condimento. «Sappiamo anche essere creativi», mi sussurra Marco. Mi porta del Salmone agli agrumi ben equilibrato e un Sablè al parmigiano con baccalà cotto in infusione al tè nero e vaniglia su crema di piselli. Interessante. Da rimangiare.

(Osimo, continua una tradizione di famiglia Da Ada piatti curati con alcune sorprese)

La pizza di Francesco ci spiazza. È al cacao e peperoncino con rucola, pomodorini e tagliata di tonno al papavero. È croccante con il cornicione elegante. I sapori si armonizzano e il tonno è cotto perfettamente. Finiamo con due dolci. Uno ci porta nel bosco e l’altro è un semifreddo al rosmarino con salsa ai lamponi, meringhe al lime (eccellenti), gelato ai frutti rossi e noci pecan caramellate. Ada mantiene dritto il timone e si avvicina ad un pubblico più esigente e gourmand che mangerà volentieri un bel pollo ruspante al forno con le patate e una grigliata di carni marchigiane selezionate. Marco Domenella, Francesco e Francesca Agostinelli e mamma Giuseppina Cenci vi aspettano. Cosa abbiamo bevuto? Francesca ci ha consigliato una passerina Velenosi. Ottima scelta a tutto pasto.

Per informazioni: www.ristorantedipesce.osimo.an.it

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali