Rotari
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 25 gennaio 2020 | aggiornato alle 22:31| 63136 articoli in archivio
di Vincenzo D’Antonio
Vincenzo D’Antonio
Vincenzo D’Antonio
di Vincenzo D’Antonio

La cucina mediterranea di Stanzione
al Glicine del Santa Caterina di Amalfi

La cucina mediterranea di Stanzione 
al Glicine del Santa Caterina di Amalfi
La cucina mediterranea di Stanzione al Glicine del Santa Caterina di Amalfi
Pubblicato il 29 marzo 2019 | 11:31

Tipico esempio di ospitalità campana, l’Hotel Santa Caterina di Amalfi è una struttura a 5 stelle gestito dalla famiglia Gambardella. Nella cucina del suo ristorante “Glicine”, Giuseppe Stanzione.

Le camere dell’albergo sono 66, vere attuali dimore mediterranee, ognuna diversa dall’altra: atmosfera naturalmente romantica tra agrumeti e buganvillee. Comfort assoluto: piscina con acqua di mare, solarium, fitness centre, oltre a bar e ristoranti. Qui non si soddisfano bisogni espressi. Qui si esaudiscono desideri inespressi. E qui si vive una deliziosa esperienza cognitiva ed emozionale cenando al ristorante “Glicine”, aperto anche agli ospiti esterni all’albergo.

(La cucina mediterranea di Stanzione al Glicine del Santa Caterina di Amalfi)

Alla guida della cucina, acquisizione recente e preziosa, lo chef Giuseppe Stanzione, già stella Michelin al ristorante Le Trabe di Paestum, e ancor prima a Casa del Nonno 13 di Salerno. Cucina mediterranea nel senso alto. Piatti che sono il frutto delle contaminazioni virtuose che solo il Mediterraneo sa dare a chi sa ricevere, e Giuseppe Stanzione sa benissimo recepirle, sia in virtù della sua grande tecnica, che di una sua costante curiosità che traina le sue ricerche, le sue sperimentazioni e, in definitiva, le sue creature: dai finger food di benvenuto ai sontuosi dolci.

Giuseppe Stanzione (La cucina mediterranea di Stanzione al Glicine del Santa Caterina di Amalfi)
Giuseppe Stanzione

Si comincia con tonno all’arancia su cui le persone di sala versano un saporito, non invadente, consommé di soia. A seguire, una tagliatellina di seppie con avocado, limone salato e cetriolo, un piatto che gioca sui contrappunti di gusto tra note acidule, note salate e una sottile trama dolce. E poi ancora tagliatelline di semola di grano duro cacio, pepe e gamberetti di nassa al profumo di limone. Il famoso limone sfusato amalfitano, che si fregia di sua Igp.

(La cucina mediterranea di Stanzione al Glicine del Santa Caterina di Amalfi)

Negli appropriati calici, vi è un sapiente avvicendamento di vini campani. Si comincia con il Trentapioli di Salvatore Martusciello, per poi proseguire con il Fiorduva Cosa d’Amalfi di Marisa Cuomo fino a virare al Greco di Tufo Docg di Luigi Moio by Quintodecimo che accompagna la portata di pesce costituita da scampo appena arrosto su crema di finocchi all’anice.
A compimento di tale memorabile cena, trionfo di dessert con ruolo di primo piano ad una lodevole “Bufala e il lampone”, gioco di texture diverse consistenze tra la frutta e il formaggio.

Per informazioni: www.hotelsantacaterina.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


ristorante pizzeria restaurant glicine giuseppe stanzione hotel santa caterina amalfi costiera amalfitana ricette cucina mediterranea

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).