Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 09 luglio 2020 | aggiornato alle 08:06| 66616 articoli in archivio
Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
HOME     LOCALI     TENDENZE e MERCATO

A cena con i piatti tradizionali
delle 8 regioni gastronomiche della Cina

A cena con i piatti tradizionali 
delle 8 regioni gastronomiche della Cina
A cena con i piatti tradizionali delle 8 regioni gastronomiche della Cina
Pubblicato il 20 gennaio 2016 | 16:27

Il ristorante Bon Wei, a Milano, continua il suo viaggio nella cultura gastronomica cinese. L’1 febbraio sarà la vota della regione dell’Anhui, a cui sarà dedicato uno speciale menu, ideato dallo chef Guoqing Zhang

8 cene culturali, ciascuna corrispondente alle 8 aree gastronomiche in cui è suddivisa la Cina. 8 menu tradizionali selezionati dallo chef del ristorante Bon Wei Guoqing Zhang (nella foto), raccontati da Francesco Boggio Ferraris, docente di lingua e cultura cinese, vergati da Silvio Ferragina, esperto maestro calligrafo.

Specchio della varietà culturale del paese, la gastronomia cinese non si riduce a poche singole specialità: superati gli stereotipi dell’involtino primavera, del riso alla cantonese e del pollo con le mandorle, oggi eccelle per l’incredibile varietà di piatti che ciascuna sua regione può offrire. E come in Italia si imparano a distinguere per territorio il Brodetto anconetano dalla Pasta alla Norma siciliana, così in Cina si può parlare di 8 regioni gastronomiche, ciascuna con le proprie ricette della tradizione.



È per questo che Yike Weng e Chiara Wang Pei, titolari del ristorante di alta cucina cinese Bon Wei insieme allo chef Guoqing Zhang e in collaborazione con la Fondazione Italia Cina e la sua scuola di formazione permanente, hanno studiato un percorso culinario autentico rivolto al pubblico per far conoscere le più importanti cucine regionali cinesi.

«Sin dall’apertura del nostro ristorante, 5 anni fa - raccontano i titolari - abbiamo cercato di proporre una cucina fatta di ingredienti freschi e materie prime di grande qualità, filologicamente corretta e il più possibile “alta”, spogliata di falsi luoghi comuni. Il nostro desiderio era far apprezzare agli italiani l’autentica cucina cinese e l’incontro con il professor Boggio Ferraris della Fondazione Italia Cina ha reso possibile la nascita di un progetto culturale e gastronomico ad hoc, che ci ha accompagnato mese dopo mese, prima e dopo l’esposizione di Expo».

Ciascuna serata è una lezione che si trasforma in cena con un menu di dieci portate, dove storia e leggende legate ai più celebri piatti tradizionali vengono spiegati da un docente di lingua e cultura cinese e successivamente vergati da Silvio Ferragina, esperto maestro calligrafo. Il piatto principale di ciascuna regione rimane poi in carta al Bon Wei tutto il mese successivo, per dare la possibilità a chi non è potuto intervenire, di sperimentare alcune autentiche ricette regionali cinesi.

Il viaggio nelle 8 regioni interessate è partito dal Guangdong (la regione di Canton), proseguito con Sichuan, Fujian, e Shandong per toccare Hunan e giungere ora ad Anhui. Successivamente ci sarà Jiangsu (la regione di Shanghai), e il gran finale dello Zhejiang (la regione di provenienza dello chef). I piatti scelti per rappresentare la rassegna spaziano dall’Anatra alle castagne alle Teste di leone (polpette di carne di maiale trita con spezie, stufate), dal Piccione croccante al forno con aromi ai Lamien tagliolini tirati a mano dello Shandong, dove l’arte della cucina cinese risulta spesso intrecciata alle arti della filosofia e medicina.

L’abbinamento ai vini Marchesi Antinori, selezionati di volta in volta da Leo Damiani, direttore dello sviluppo prodotti per l’azienda vinicola, riconduce la Cina a quell’immagine contemporanea ed internazionale che da sempre Bon Wei persegue; mentre la scelta di pregiati crû di tè riporta l’ospite al fascino della tradizione più antica.

Guoqing Zhang (foto: Matteo Barro)

Il menu dalla regione dell’Anhui
La regione gastronomica dell’Anhui è una tra le meno conosciute: culla di una cucina sostanzialmente di montagna, quella dei Monti Huangshan, le famose Montagne Gialle, nella Cina orientale. I suoi piatti sono caratterizzati da cotture a fuoco lento (stufati soprattutto) dove il gioco sulla fiamma ha un’importanza fondamentale per la riuscita della ricetta. È una cucina salutare e molto profumata che fa largo utilizzo di germogli di bambù, funghi, bacche ed erbe fresche. Guarda inoltre molto all’aspetto estetico del piatto, che nell’Anhui risulta acceso da colori caldi e vivaci.

Il menu dell’Anhui si apre con tre antipasti dal gusto tondo, e dall’estetica particolare: la Zampa dell’Orso (carne di manzo ripiena di taro che riproduce la zampa dell’animale); l’Involtino Dorato ricoperto d’uovo, che ricorda l’aspetto di un golden fish, pesciolino dalle squame dorate e infine lo Spiedino di gambero in salsa agrodolce di prugne e pesche.

La ricetta scelta come protagonista di questa regione rappresenta una portata simbolo dell’intera gastronomia cinese: una zuppa che nell’Anhui ha un nome intrigante, Xiang-Là piccante e profumata: wonton di carne di maiale, gamberi e zenzero fluttuano insieme a bambù e cavolo cinese in un brodo aromatico delicatamente piccante.

La cena prosegue con il Riso saltato dell’Anhui, agrodolce con ananas e carne essiccata, che accompagna l’invitante Sanguo Cao Cao ya Anatra dei Tre Regni del grande stratega Cao Cao condita con soia rossa e olio al peperoncino. Bocconcini di Calamaro fritto aromatizzato con aglio fresco intervallano le successive portate stufate: lo Sformato di Tofu stufato con uovo di quaglia e salsa “stravagante” (che è una speciale salsa piccante al peperoncino) e le Rane stufate con chili rosso e lemon grass. A concludere la cena un dolce insolitamente zuccherato per la cucina cinese: Frittelle di mela, la cui dolcezza va necessariamente equilibrata con una corroborante tazza di tè Pu-Erh.

Costo della cena per persona: 50 euro (60 euro con l’abbinamento ai vini Marchesi Antinori). Per prenotazioni : Tel 02 341308 - prenotazione@bon-wei.it.


Ristorante Bon Wei
Via Castelvetro 16/18 - 20154 Milano
Tel 02 341308
www.bon-wei.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Ristorante Bon Wei ristorante cinese cucina cinese Anhui Guoqing Zhang

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®