Allegrini
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 07 luglio 2020 | aggiornato alle 18:55| 66594 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Molino Quaglia
HOME     LOCALI     TENDENZE e MERCATO
di Fabiola Quaranta
Fabiola Quaranta
Fabiola Quaranta
di Fabiola Quaranta

Pizzeria Da Michele, guerra di insegne
Quando il nome diventa un brand

Pizzeria Da Michele, guerra di insegne 
Quando il nome diventa un brand
Pizzeria Da Michele, guerra di insegne Quando il nome diventa un brand
Pubblicato il 03 novembre 2016 | 18:12

Anche le pizzerie diventano dei “brand”. Lo conferma il caso della nuova pizzeria “Da Michele” a Milano, che richiama nel nome quella storica di Napoli, la quale però ha preso le distanze dal locale milanese

Sapete dove si trova quello che da molti esperti e giornalisti viene definito “Il tempio sacro della pizza”? A Forcella, un locale storico e popolare nel ventre di Napoli e a sfornare pizze marinare e margherite solo e soltanto, senza altre tipologie, come vuole la tradizione, è la Antica Pizzeria da Michele - dal 1870, con unica sede a Napoli, in via Sersale.

Il signor Michele aprì la sua prima pizzeria nel lontano 1906 e da allora cinque generazioni di pizzaioli continuano l’arte di Michele, custodendone gelosamente le preziose indicazioni. Un albero genealogico particolare, una famiglia di maestri pizzaioli. Peccato che da qualche parte i rami devono essersi intrecciati e l’innesto che si è generato ha creato e, proprio in questi giorni, sta creando un certo clamore.

Antica Pizzeria da Michele Quando il nome diventa un brand

Sì, perché se è notizia certa che l’unica sede della storica pizzeria è solo a Napoli e che le prossime aperture previste saranno a Roma come seconda sede italiana e a Londra, andando ad allungare la lista dei locali già attivi in Giappone, non è altrettanto chiara la pubblicizzata inaugurazione di una pizzeria a Milano, la pizzeria da Michele - I Condurro.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza; come già scritto la famiglia Condurro è grande e vari membri della stessa continuano la tradizione del bisnonno. Non solo, come nella migliore tradizione meridionale, molti discendenti portano il nome del nonno, sicché di Michele Condurro sembra non essercene solo uno, anzi. Da qui la diatriba familiare sulla titolarità del nome, la cui tutela non esiste e la confusione ingenerata nella clientela che, ahinoi, all’oscuro delle vicende genealogiche a monte del conflitto, si affida alla pubblicità che fa del nome un brand.

Non si tratta di un caso isolato, di omonimie è pieno il mondo, in particolare quello gastronomico, non è colpa di nessuno… Infatti è un fenomeno che accade per molti locali, come bar, ristoranti e hotel. Pensiamo a quanti ristoranti “La Pergola” ci sono in Italia, o quanti “Hotel Miramonti”, e così via. Nella Bergamasca, per esempio, lo storico ristorante La Caprese a Mozzo si è visto aprire a pochi chilometri di distanza, in centro città, la Trattoria Caprese. E lo stesso nome “Da Michele”, ad esempio, esiste in numerose città: Torino, Stezzano (Bg), Genova, Pisa, Quinto di Treviso, Montebelluna (Tv), Racalmuto (Ag), ecc.

Antica Pizzeria da Michele Quando il nome diventa un brand

L’addetto stampa della storica pizzeria di Forcella, Alessandro Condurro, precisa: «Nessuna nostra filiale apre oppure ha in programma di aprire a Milano. Si tratta di parenti che portano il nostro stesso cognome, certo, ma che non hanno a che fare con la nostra azienda. Il padre di queste persone, Raffaele Condurro, ha lavorato per noi come pizzaiolo per molti anni, questo è vero e sacrosanto. Ma non basta ovviamente questo per poter essere “da Michele”, almeno noi crediamo così. Diversità ovviamente non vuol dire superiorità, il loro prodotto potrebbe benissimo essere superiore al nostro. Ma in questo modo si genera confusione tra la clientela e tra gli addetti ai lavori. Personalmente e a nome della mia azienda, auguro buon lavoro a tutti, ognuno se possibile con una propria precisa identità».

Michele Condurro, l’altro ramo della famiglia, dal canto suo ribatte: «Non abbiamo fatto alcun riferimento al locale di Forcella. Siamo la stessa famiglia e facciamo lo stesso lavoro. I cugini di Forcella hanno ereditato la pizzeria di via Sersale ma non sono proprietari della tradizione di famiglia né tantomeno del nonno. Mio padre è il figlio del fondatore e ha lavorato 50 anni nella pizzeria di Forcella. Anch'io ci ho lavorato negli anni Settanta. Io e mio figlio siamo dietro al banco a sfornare pizze da anni e le nostre pizzerie portano il mio nome, Michele. Sono locali di successo che non screditano la tradizione di famiglia».

Il know-how del capostipite Michele Condurro è nelle mani della sua famiglia, quelle stesse mani che da generazioni impastano seguendo i segreti di famiglia e affidandosi alla tradizione. Ne esistono più rami, adesso lo sappiamo e ci faremo attenzione.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Antica Pizzeria da Michele Michele Condurro Napoli brand pizza tradizione Milano

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®