Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 11 luglio 2020 | aggiornato alle 12:58| 66669 articoli in archivio
Allegrini
Rational
HOME     LOCALI     TENDENZE e MERCATO

Italia al quarto posto nel mondo
per i ristoranti con tre stelle Michelin

Italia al quarto posto nel mondo 
per i ristoranti con tre stelle Michelin
Italia al quarto posto nel mondo per i ristoranti con tre stelle Michelin
Primo Piano del 06 dicembre 2016 | 11:30

L’Italia è quarta nel mondo per numero di ristoranti tristellati, 8 in totale. Prima del Belpaese si classificano il Giappone con 26 ristoranti tre stelle Michelin, la Francia (25) e gli Stati Uniti (14). Dall’indagine di Nomisma emerge che i grandi cuochi del mondo sono soprattutto francesi (31) e giapponesi (27)

Nel panorama dei ristoranti tristellati l’Italia si posiziona al 4° posto nel mondo con 8 ristoranti: Piazza Duomo ad Alba, Da Vittorio a Brusaporto, Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio, Reale a Castel di Sangro, Enoteca Pinchiorri a Firenze, Osteria Francescana a Modena, La Pergola a Roma e Le Calandre a Rubano. Il Belpaese è preceduto da Giappone (26 ristoranti), Francia (25 ristoranti) e Stati Uniti (14 ristoranti). È quanto emerso durante la conferenza “Soft Power, Made in Italy e Italian Lifestyle nel mondo. Quale ruolo per la gastronomia?” organizzata da Nomisma in collaborazione con il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale per parlare di “gastro-diplomazia”, l’insieme di iniziative realizzate per promuovere attraverso la cucina l’immagine di un Paese nel mondo e i suoi interessi, sia economici, sia politici.

Italia quarta nel mondo ristoranti tristellati

In Francia ben 11 ristoranti a tre stelle esistono da oltre 10 anni, in Italia sono soltanto 4. Un primato che permane anche se si considerano i ristoranti tre stelle di cucina francese al di fuori della Francia (19, conto i 2 ristoranti tristellati di cucina italiana che si trovano all’estero: "Otto e Mezzo" di Umberto Bombana a Hong Kong e "Quince" in California di Michael Tusk). La cucina francese è la più gettonata tra i 118 ristoranti tristellati del mondo (37,3%), seguita dalla giapponese (21,2%), dalla creativa (18,6%), dall’italiana e dalla spagnola (8,5%) e da quella asiatica (5,9%).

I grandi chef del mondo sono soprattutto francesi (31) e giapponesi (27) e quasi tutti uomini (solo 3 sono donne). Un quarto di essi esercita la propria attività al di fuori del paese di origine e 1 su 9 ha ereditato le 3 stelle. Nelle grandi città dell’Anglosfera (New York, Los Angeles, Chicago, Londra e Toronto) il cibo italiano non teme il confronto con quello francese: secondo la Zagat i migliori ristoranti italiani hanno la stessa nota di qualità dei migliori ristoranti francesi che perdono però il confronto considerando i parametri del décor e del servizio.

Cosa si beve nei migliori ristoranti al mondo? Nei grandi ristoranti dei paesi che non producono grandi vini si beve soprattutto francese (10 volte il numero di bianchi rispetto ai vini italiani, “solo” 5 volte per i rossi) e il prezzo medio di una bollicina francese è 5 volte quello dei nostri spumanti.

Italia quarta nel mondo ristoranti tristellati

La Francia probabilmente è stato il primo paese a dotarsi di una strategia di diplomazia culinaria, più di due secoli fa, ma nell’ultimo decennio si sono moltiplicate le iniziative di questo tipo. L’Italia ha adottato di una strategia formale di gastro-diplomazia solo di recente con il Food Act. A fine novembre 2016 si è tenuta la prima Settimana della cucina italiana nel mondo, sul modello di iniziative simili che altri paesi che si vantano della propria cucina, non solo per la storia e la tradizione cui è associata, ma anche per la carica innovativa che contiene, realizzano da vari anni.

Alcuni paesi come Giappone e Corea hanno creato apposite istituzioni per promuovere la diplomazia culinaria, mentre in Francia, Spagna, Tailandia e Perù sono i Ministeri o i loro enti incaricati ad occuparsene direttamente o indirettamente.

Chef e ristoranti sono attori fondamentali della competitività gastronomica assieme alle scuole di cucina. Anche le risorse dedicate alla gastro-diplomazia sono consistenti. Per esempio, l’iniziativa Enjoy, it’s from Europe della Commissione europea ha ricevuto nel 2016 111 milioni di euro, una cifra che crescerà ogni anno fino ad arrivare a 200 milioni di euro nel 2019.

«La concorrenza per conquistare menti e portafogli in tutto il mondo passa sempre di più da piatti e stomaci», ha dichiarato Andrea Goldstein durante la conferenza. La gastro-diplomazia ha una doppia funzione: da una parte accompagnare lo sviluppo di opportunità economiche e commerciali, dall’altra contribuire alla costruzione di un’immagine nazionale e di soft power che influenzi la percezione dell’opinione pubblica estera. Quando si parla di cucina, e di alta cucina, limitarsi ai confini nazionali è molto riduttivo. Nomisma ha studiato in profondità l’universo dei migliori ristoranti al mondo ed emergono vari spunti interessanti.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


stella Michelin guida ristorante classifica Francia Italia Giappone Stati Uniti Otto e Mezzo Umberto Bombana Hong Kong Quince Michael Tusk cucina italiana

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®