ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 18 settembre 2020 | aggiornato alle 22:55 | 67838 articoli in archivio
Rational
Ros Forniture Alberghiere
di Andrea Radic
di Andrea Radic

A Roma invasione di “Acchiappini”
Il Municipio 1 vuole una norma

A Roma invasione di “Acchiappini” 
Il Municipio 1 vuole una norma
A Roma invasione di “Acchiappini” Il Municipio 1 vuole una norma
Pubblicato il 13 marzo 2017 | 18:09

I cosiddetti “Acchiappini” sono quelli che stanno sulle porte dei locali nel tentativo di attirare turisti a fermarsi a mangiare. A Roma sarebbero 600 e ora si chiede al sindaco di intervenire con regole e sanzioni

«Please, prego, vuole mangiare? Italiana fettuccine, very good pasta». Nulla da fare, a Roma è un continuo di questi “inviti” pronunciati dai cosiddetti “Acchiappini” (i buttadentro che stanno sulla porta dei locali) che risuonano in tutto il centro storico per richiamare i turisti, soprattutto stranieri, a sedersi ai tavoli di questo o quel ristorante.

A Roma invasione di AcchiappiniIl Municipio 1 vuole una norma

Ma, oramai sempre più spesso, il gentile e “caloroso” richiamo si trasforma in insistenza, a volte pesante, persino aggressiva, tanto che il Municipio 1 ha chiesto un'ordinanza al Comune, a cui ancora nessuno non ha risposto. Per 2mila esercizi nel centro di Roma vi sono circa 600 “Acchiappini” che svolgono la loro funzione sulla pubblica via per circa 5 euro l'ora, i più bravi o più “convincenti” raggranellano cifre considerevoli, intorno ai 3mila euro al mese, ma nessuno si sbottona più di tanto.

Fabio Spada, presidente Fipe-Confcommercio chiarisce, giustamente, che è vietato, secondo il contratto di lavoro, il pagamento a percentuale. Ma la situazione di crisi del Paese, il lavoro che manca, le difficoltà a trovarne uno “vero” causa la moltiplicazione degli “Acchiappini”.

Questo impiego è un ripiego, non riconosciuto e meno che mai normato. Però la “professione” esiste e la si trova anche negli annunci “cercasi cameriere/Acchiappino”. Tatiana Campioni assessore al Commercio del Municipio 1 è sicura: «Sono invadenti e prepotenti, e non potrebbero spostarsi dal fronte del locale per il quale il gestore paga il suolo pubblico, ma vanno ovunque». È così ha fatto partire la lettera alla sindaca Virginia Raggi per sollecitare una mozione che preveda regole e possibili sanzioni, come accade per i procacciatori dei tour in Vaticano. La Fipe commenta che non servono norme, perché «chi si comporta male, prima o poi non avrà clientela».

Insomma tra finti centurioni per la foto con il turista, a procacciatori di posti in prima fila all'Angelus e “Acchiappini buttadentro” la capitale più che guardare al futuro torna a popolarsi di quei personaggi interpretati da Renato Salvatori...

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Roma ristorante buttadentro acchiappini Municipio norma regolamento sanzione sindaco Virginia Raggi

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®