Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 09 luglio 2020 | aggiornato alle 04:30| 66616 articoli in archivio
Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
HOME     LOCALI     TENDENZE e MERCATO

#Metoo travolge anche Ken Friedman
titolare dello stellato The Spotted Pig

#Metoo travolge anche Ken Friedman 
titolare dello stellato The Spotted Pig
#Metoo travolge anche Ken Friedman titolare dello stellato The Spotted Pig
Primo Piano del 18 ottobre 2018 | 10:51

Anche il noto personaggio della Cucina mondiale Ken Friedman è stato coinvolto in accuse per abusi nei confronti di donne, tema chiave di #Metoo, gruppo internazionale nato per denunciare questi fatti. A vuotare il sacco sul suo conto è April Bloomfield che ha raccontato l’altra faccia della medaglia di “The Spotted Pig”.

Si tratta del famoso ristorante nel West Village, uno dei più “in” di Manhattan, che si fregia pure di una stella Michelin. Tra abusi, bullismo sessuale, omertà e cinismo è il Corriere della Sera a portare in Italia la vicenda scoppiata negli States. Sì, perché là, a dire il vero, il caso è scoppiato lo scorso dicembre quando il socio di April, Ken Friedman, 59 anni, è stato travolto da un’ondata di denunce. Una routine praticamente quotidiana che ha visto tra le vittime cameriere, bariste, impiegate dei suoi ristoranti.

Ken Friedman e April Bloomfield (#Metoo travolge anche Ken Friedman  titolare di un ristorante stellato newyorkese)
Ken Friedman e April Bloomfield

Ma la vicenda è esplosa pochi giorni fa quando a parlare - dopo 10 mesi di riflessione - è stata la Bloomfield, 44 anni, nata a Birmingham in Gran Bretagna. Lo ha fatto al New York Times, accompagnata da sua moglie e da un’avvocata. Prima delle accuse, le ammissioni di una parte di “colpa”: «Ho abbandonato, ho deluso molte persone e tutto ciò lo sento sulle mie spalle».

Bloomfield arrivò a New York nel 2003, a 28 anni, mossa dalla voglia di sfondare nel mondo della cucina. Conobbe Ken Friedman e insieme fondarono “The Spotted pig”. Il successo fu travolgente: «Ero così ingenua, è incredibile quanto fossi ignorante all’epoca», ricorda April. Dopo l’avvio, la coppia lanciò altri 13 ristoranti, a New York, a Los Angeles e altrove. Ma nel rapporto tra April e Ken c’è qualcosa di molto sottile che non torna e che pesa a favore di Ken: «Sentivo - rivela April - che era lui ad avere tutte le carte del mazzo. Era in pieno controllo di ogni cosa e aveva una personalità così dominante che io pensavo che non sarei riuscita a sopravvivere se me ne fossi andata».

Bloomfield ammette che «conosceva i comportamenti inappropriati di Friedman, perché abbracciava e corteggiava le dipendenti». La chef sapeva anche della «famigerata stanza del terzo piano», dove il socio e i suoi amici organizzavano party a base di alcol e droghe. Nel suo racconto spiega che più volte ha provato a rimettere sulla retta via il socio, ma senza successo e ora riconosce di «aver fatto troppo poco», «anche se non sapevo nulla delle molestie, degli assalti sessuali, perché nessuna delle nostre collaboratrici è venuta mai a lamentarsi con me».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


locali Ken Friedman April Bloomfield The Spotted pig stella Michelin chef ristorante New York Metoo

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®