Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 29 luglio 2021 | aggiornato alle 08:16 | 76862 articoli in archivio

Le focacce di Cristian Marasco nel giardino della Triennale a Milano

19 giugno 2018 | 09:52

Le focacce di Cristian Marasco nel giardino della Triennale a Milano

19 giugno 2018 | 09:52

Con l’arrivo dell’estate la pizza di Cristian Marasco, servita al piano terra presso la Triennale Social Pizza, scende in giardino e si trasforma in focaccia. Siamo alla Triennale di Milano, al Caffè in Giardino.

Con l’arrivo dell’estate la pizza di Cristian Marasco, servita al piano terra presso la Triennale Social Pizza, scende in giardino e si trasforma in focaccia. Siamo alla Triennale di Milano, al Caffè in Giardino.

Dalla collaborazione di Cristian Marasco con Stefano Cerveni, executive chef dell’intero Gruppo Vista (Terrazza Triennale - Osteria con Vista, Social Pizza, Vista Darsena, Social Market e Laboratorio di Pasticceria a Vista), nascono le focacce che viaggiano tra le tradizioni della Cucina italiana, spaziando da tipologie più classiche a combinazioni inedite.

(Le focacce di Cristian Marasco nel giardino della Triennale a Milano)
foto: Eventi a Milano

Ecco allora Ortolana (verdure di stagione in olio cottura, ricotta fresca, basilico fresco), Napoli-Parma (mozzarella di bufala campana, pomodoro ciliegino, rucola selvatica, prosciutto crudo di parma), Tasty Vegan (antico pomodoro napoletano, caponatina di melanzane, capperi croccanti, olive taggiasche, origano e basilico) oppure Patata Viola e Gambero Rosso (stracciatella di burrata pugliese, gambero rosso di sicilia, erba cipollina, chips di patata viola) e Panarea (antico pomodoro napoletano, tonno in conserva d’olio evo, cipolla di tropea in agrodolce, fiordilatte del casaro, origano).
 
Focacce “al tegame” dall’impasto ottenuto con un blend di farine italiane biologiche macinate a pietra, contenenti una percentuale di cereali, lavorato in due fasi e fatto lievitare un minimo di 24 ore. Un impasto che poi viene cotto a bassa temperatura, abbattuto e infine rigenerato in forno a temperatura alta (quindi morbido all’interno a croccante in superficie) pronto per essere condito con ingredienti di stagione.

(Le focacce di Cristian Marasco nel giardino della Triennale a Milano)

In alternativa, l’Italian Cirasci studiato da Stefano Cerveni: bowl di riso (carnaroli, integrale e basmati) lavorato alla giapponese con il metodo del sushi, per poi essere condito con materie prime della cucina mediterranea o internazionale, sempre nell’ottica di un piatto semplice, gustoso, nutriente e salutare. Una riuscita contaminazione fra Oriente e Occidente.

Per informazioni: www.vistadarsena.it

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali