Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 06 luglio 2020 | aggiornato alle 19:41| 66574 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     LOCALI     TENDENZE e MERCATO

Come cambia il food marketing
L’ascesa della Generazione Y

Come cambia il food marketing 
L’ascesa della Generazione Y
Come cambia il food marketing L’ascesa della Generazione Y
Pubblicato il 30 marzo 2020 | 09:01

I Millennials sono cresciuti cullati dagli influencer, dai blogger e dai i talent show culinari. Guardano al cibo come a un’esperienza da vivere sperimentando le diverse sfaccettature del gusto.

Generazione Y o Millenials, chi sono?
Nati tra il 1981 e il 1999, i Millennials sono la tribù che abbraccia la generazione che va dai 21 ai 39 anni. Sono le ragazze e i ragazzi che sono diventati maggiorenni nel nuovo millennio, appunto. Nel nostro Paese sono circa 12 milioni. Sono la generazione che ha vissuto l’esplosione delle tendenze vegan e con le loro scelte, nel corso di un tempo relativamente breve, hanno influenzato anche il mercato intorno a loro. Non a caso le multinazionali si sono adattate sempre più rapidamente alle richieste healthy di un pubblico sempre più informato, che ha imparato a dare valore alle etichette e al contenuto dei prodotti che consuma. Si tratta di una generazione maggiormente consapevole di ciò che la circonda, in particolare quando si parla di cibo.

I Millenials o Generazione Y sono nati tra il 1981 e il 1999 - Come cambia il food marketing L’ascesa della Generazione Y
I Millenials o Generazione Y sono nati tra il 1981 e il 1999

Che carattere hanno?
I Millennials sono cresciuti cullati dagli influencer, dai blogger e dai i talent show culinari. Guardano al cibo come a un’esperienza da vivere sperimentando le diverse sfaccettature del gusto. Sono curiosi e attenti, amano anche mangiare a casa. Rappresentano però un mondo che ha conosciuto la precarietà e non ha avuto nemmeno un assaggio della stabilità che era stata garantita a chi li ha preceduti (la Generazione X). Persone senza lavoro fisso, che rimandano il più possibile il momento di comprare casa o mettere su famiglia, perché non hanno certezze e allo stesso tempo hanno uno spirito più avventuriero e seguono più volentieri la filosofia del vivere alla giornata. Incarnano una sorta di fatalismo esistenziale.

In che direzione si muovono?
Pur avendo una forte autostima e determinazione alla realizzazione personale, fanno della condivisione uno dei pilastri in cui credono. Per loro è naturale mettere in comune pensieri, progetti, passioni, ma anche utilizzare gli spazi coworking o le formule di sharing economy studiate per viaggiare a costi contenuti. Per un trentenne i confini geografici non esistono più: contano le reti, le comunità con cui condividere esperienze. E, complice la difficoltà a trovare un lavoro nel nostro Paese, sono preparati all’idea di studiare o lavorare all’estero.

Come cambia il food marketing L’ascesa della Generazione Y

Come vedono e come vivono il mondo del food?
A tavola apprezzano e consumano i cibi etnici, sono informati e interpretano il loro tempo: hanno capito che devono prendere provvedimenti per tutelarsi dal cibo prodotto con procedimenti che danneggiano l’ambiente e l’organismo umano. Sanno leggere le etichette e le controllano per scovare coloranti o addittivi chimici e per assicurarsi di conoscere origine e tracciabilità del prodotto, come e dove è stato lavorato. Sulla loro scia è aumentato il consumo di prodotti bio e calato quello di carne. A monte, una tensione tra l’etico e il salutare.

Come un’azienda appartenente alla sfera enogastronomica può creare una strategia di marketing rivolta ai Millenials?
Nell’ambito del recente Food&Wine Tourism Forum, organizzato a Grinzane Cavour (Cn), Roberta Garibaldi, docente di Marketing e di Economia della gestione delle imprese turistiche all’Università di Bergamo e ambasciatrice per l’Italia della World Food Travel Association, ha tracciato un interessante identikit dei Millennials. Il 66% è interessato ai locali alla moda e di tendenza (+22% rispetto alla generazione dei “boomers”), il 79% ama conoscere la cucina etnica, mentre l’82% predilige il cibo di strada venduto dai food trucks.

Come cambia il food marketing L’ascesa della Generazione Y

I ristoratori devono fare scelte di marketing innovative, a partire ad esempio dal layout dei menu fino al design dei locali, essendo per loro importante uno stile originale per fare incontri di lavoro e personali. L’incontro con altre persone è un motivo di pranzi e cene fuori casa per il 62% dei giovani, che ambiscono a frequentare in corso di cucina molto più dei loro padri o nonni (59%), una percentuale più alta di 21 punti rispetto ai “boomers”.

La ristorazione, per conquistarli, deve essere rigida ed elastica allo stesso modo. Rigore nella scelta e nell’origine delle materie prime, filiere blindate, ma ampia scelta. Ricette anche da ogni continente, perché i Millennials sono cittadini del mondo.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Millenials Generazione Y food and wine strategie di marketing innovazione turismo enogastronomico Generazione X boomers Roberta Garibaldi

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®