Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 10 agosto 2020 | aggiornato alle 07:35| 67145 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     OLIO     CONCORSI
di Mariella Morosi
Mariella Morosi
Mariella Morosi
di Mariella Morosi

Il concorso Ercole Olivario 2016
si prepara all'anno del riscatto

Il concorso Ercole Olivario 2016 
si prepara all'anno del riscatto
Il concorso Ercole Olivario 2016 si prepara all'anno del riscatto
Pubblicato il 10 marzo 2016 | 16:17

La finale di Ercole Olivario, vetrina dell'eccellenza olearia, si svolgerà a Perugia dal 13 al 19 marzo; 249 etichette gareggeranno nelle consuete categorie: Fruttato Leggero, Medio e Intenso

«Con la 24ª edizione del concorso Ercole Olivario festeggiamo quest’anno non soltanto l’eccellenza della qualità dell’extravergine italiano, la anche il buon livello della produzione - dato già emerso dalle selezioni regionali - dopo la sfortunata campagna 2014-15».

Lo ha detto a Roma, nella sede dell’Unioncamere, Giorgio Mencaroni, presidente del Comitato del coordinamento del concorso nato nel 1993 per potenziare le eccellenze olearie Dop, Igp e Bio dei nostri territori, sostenere gli operatori nella via della qualità e della commercializzazione e infine per valorizzare la figura dell’assaggiatore. Ercole Olivario è promosso dall’Unione italiana delle Camere di Commercio e in particolare da quella di Perugia, ideatrice dell’iniziativa, dalle associazione dei produttori olivicoli e dagli enti e dalle istituzioni impegnate nel settore.



Alla presentazione del concorso, oltre al presidente Mencaroni, hanno partecipato quello di Unioncamere Ivan Lo Bello, la parlamentare Colomba Mongiello, sostenitrice della cosiddetta legge “salva olio” e Roberto Luongo dell’Ice, l’agenzia con cui il concorso ha avviato un’attività di collaborazione per sostenere i produttori nei rapporti economici e commerciali presso i mercati internazionali. Il dibattito è stato moderato dal giornalista Stefano Carboni.

Dopo una selezione seria e trasparente e degustazioni “al buio”, sono state iscritte al concorso 249 etichette in rappresentanza di 17 regioni con il Lazio, l’Umbria e la Sardegna in cima alla lista di adesioni. «Ercole Olivario - ha detto ancora Giorgio Mencaroni- oltre ad essere una vetrina dell'eccellenza olearia è anche un importante momento di confronto per tutti gli attori del comparto. Ci rivolgiamo anche al consumatore perché comprenda che l'olio non è un condimento ma un ingrediente, un alimento dalle indiscusse proprietà benefiche. All'Expo di Milano abbiamo cercato di dimostrarlo in tanti seguitissimi show cooking, ma sulla commercializzazione dobbiamo ancora fare passi da gigante e cercare di fare per l'olio quello che è stato fatto per il vino».



Per Ivan Lo Bello di Unioncamere è proprio l'olio a valorizzare il made in Italy all'estero poiché le aziende selezionate al premio possono diventarne testimonial sia delle produzioni che dei territori di origine. Sempre più - è stato sottolineato dai relatori - il tema della qualità è andato legandosi a quello del territorio: un binomio che implica una visione unitaria di tutta la filiera. Per la parlamentare Colomba Mongiello che ha definito il 2016 una “annata di rinascita” per l'olio, la valenza del premio non può non essere legata alla qualità del prodotto.

«Ma dobbiamo produrre di più - ha detto - sostenere le imprese e i giovani che ne sono sempre più protagonisti. L'extravergine è il cuore della piramide della Dieta Mediterranea ed è molto apprezzato all'estero, specialmente nel mercato americano. Il concorso Ercole Olivario può essere il volano di questa grande operazione di promozione ». Molte le iniziative intraprese dall'Ice per la penetrazione nei mercati esteri del nostro agroalimentare e non solo dell'olio, come ha detto Roberto Luongo.

«E un momento importante anche per gli imprenditori - ha detto - dare un riconoscimento a una eccellenza. E questo “premio dei premi” ha una funzione importante anche perché, abbinato ad un territorio, ne fa conoscere oltre alla qualità la storia e la cultura ». Il concorso è riservato ad oli ottenuti da olive esclusivamente italiane con possibilità di partecipare in due categorie: oli extravergine ed extravergine Dop e Igp.

Su 249 iscrizioni 47 sono del Lazio, 40 dell'Umbria e 26 della Sardegna. Seguono Puglia e Sicilia con 24, Calabria e Abruzzo con 19.Toscana con 17, Campania con 10, Liguria con 6, Marche con 4,Molise e Lombardia con 3, Veneto, Basilicata ed Emilia Romagna con 2 e infine Trentino con una. La fase finale della competizione si svolgerà in provincia di Perugia dal 13 al 19 marzo. Tre le consuete categorie: Fruttato Leggero, Medio e Intenso. Previsti il premio speciale Amphora Olearia per la migliore confezione, la menzione speciale Olio Biologico, il premio Lekytos alla personalità straniera distintasi per le tecniche di assaggio, il premio “Il coraggio di fare nuove imprese agricole” ad aziende giovani, avviate negli ultimi 5 anni.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Ercole Olivario concorso olio degustazione olio Perugia

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®