Feudo Arancio
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 28 febbraio 2020 | aggiornato alle 01:43| 63704 articoli in archivio
Feudo Arancio
Pentole Agnelli
HOME     OLIO    

Xylella, albero infetto in quarantena
per provare a fermare il batterio

Xylella, albero infetto in quarantena 
per provare a fermare il batterio
Xylella, albero infetto in quarantena per provare a fermare il batterio
Pubblicato il 13 febbraio 2019 | 16:16

L’avanzata della Xylella che in questi mesi ha decimato gli alberi di olive in Puglia si potrebbe combattere provvedendo a mettere in quarantena gli arbusti malati, onde evitare che la malattia si propaghi .

E mentre la Coldiretti torna a chiedere «un deciso cambio di passo dopo le incertezze e i ritardi che hanno provocato l’avanzata inarrestabile del batterio che ha già causato 1,2 miliardi di danni», domattina per la prima volta un albero di Monopoli (Bari) sarà letteralmente incappucciato con una rete antinsetto per evitare la propagazione del batterio.

(Xylella, albero infetto in quarantenaper provare a fermare il batterio)

L’albero è stato scelto dalla Procura di Bari perché si trova nel punto più a nord della regione dov’è stata riscontrata la malattia. L’obiettivo è chiaro: provare ad arrestare il batterio, non spostando la pianta infetta, bensì isolandola in loco. «La copertura – sottolinea la Coldiretti - si è resa necessaria dopo che la magistratura ha bloccato l’espianto dell’ulivo infetto che essendo “corpo del reato” non può essere neppure sfiorato e per questo è stata costruita una vera e propria struttura in tubi in acciaio che consentirà di posare la rete antinsetto ad una distanza di 50/70 centimetri dall’albero stesso. Dopo i ritardi accumulati nella presentazione alla conferenza Stato Regioni del decreto per far partire il piano di interventi, occorre una decisa accelerazione con – prosegue la nota della Coldiretti – le risorse adeguate per gli agricoltori colpiti e le necessarie “eradicazioni chirurgiche” che se fossero state fatte prima avrebbero risparmiato alla Puglia e all’Italia questa situazione drammatica».

Secondo l’associazione dei coltivatori, è arrivato il momento di agire, dopo «errori, incertezze e scaricabarile che hanno favorito l’avanzare del contagio che dopo aver fatto seccare gli ulivi leccesi ha intaccato il patrimonio olivicolo di Brindisi e Taranto, arrivando pericolosamente proprio a Monopoli, con effetti disastrosi sull’ambiente, sull’economia e sull’occupazione». Per Coldiretti ci sarebbero precise «responsabilità regionali e anche comunitarie, e sotto accusa sarebbe ache il sistema di controllo dell’Unione Europea con frontiere colabrodo che hanno lasciato passare materiale vegetale infetto poiché il batterio che sta distruggendo gli ulivi pugliesi è stato introdotto nel Salento dal Costa Rica attraverso le rotte commerciali di Rotterdam».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


olio oil evo xylella Monopoli albero quaratena danni produttori olio d oliva

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®