Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 08 agosto 2022 | aggiornato alle 19:01| 86787 articoli in archivio

In libreria

Guida Touring Club 2022. Perbellini Miglior chef imprenditore

Regioni e territori vengono raccontati attraverso le tante opportunità e peculiarità enogastronomiche. Selezionati oltre 180 indirizzi tra i migliori artigiani del gusto. Grande attenzione alla mobilità elettrica

Gabriele Ancona
di Gabriele Ancona
vicedirettore
07 marzo 2022 | 18:29

Presentata a Milano nelle nuove sale del Radisson Collection Hotel-Palazzo Touring Club la nuova guida “Alberghi e ristoranti d’Italia 2022” del Touring Club Italiano firmata da Teresa e Luigi Cremona. Per la prima volta regioni e territori vengono raccontati attraverso le tante opportunità e peculiarità enogastronomiche che offrono suggerendo prodotti e piatti tipici, botteghe di qualità, cantine con degustazioni di vini, acetaie, laboratori di preparazione di dolci tipici per acquisti a chilometro zero. Sono stati selezionati oltre 180 indirizzi tra i migliori artigiani del gusto, capaci di coniugare la tradizione locale all’innovazione e all’attenzione verso il proprio territorio.

La Guida 2022 Alberghi e ristoranti d'Italia del Touring Touring Club Italiano: la guida “Alberghi e ristoranti d’Italia 2022”

La Guida 2022 Alberghi e ristoranti d'Italia del Touring

Il valore della sostenibilità

«Il vero cambiamento della guida - ha ricordato Luigi Cremona - si focalizza sul valore della sostenibilità, che non significa solo evitare lo spreco del cibo, ma puntare su una sostenibilità ad ampio raggio che va a incidere soprattutto sulla produzione delle materie prime».

Luigi Cremona Touring Club Italiano: la guida “Alberghi e ristoranti d’Italia 2022”

Luigi Cremona

Mobilità elettrica, una svolta

In questo senso un aspetto rilevante della guida è l’attenzione alla mobilità elettrica. Per la prima volta vengono premiate 20 strutture electric friendly per il turista che ricerca qualità, esperienze, sempre più attento alla salvaguardia di territorio e ambiente e che quindi predilige spostamenti con veicoli elettrici, proposte gastronomiche a km 0, alberghi o ristoranti con un basso impatto energetico, possibilmente plastic-free. Le strutture ricettive stanno recependo questa necessità e per loro è nata la certificazione Electric Friendly by Motus-e, che eV-Now! rilascia alle strutture più meritevoli del territorio.

Transizione ecologica

La “transizione ecologica” è un fenomeno ormai in atto e il Touring Club Italiano - che dal 1894 non smette di innovare il modo di fare turismo e soprattutto di “prendersi cura dell’Italia come bene comune perché sia più conosciuta, attrattiva, competitiva e accogliente” - compie un ulteriore passo verso quello che sicuramente sarà un nuovo modo di viaggiare, molto più coinvolgente e consapevole, dedicando alcune pagine della guida alle strutture che hanno investito in questi termini. Questa nuova sezione della guida nasce dalla collaborazione del Touring Club con eV-Now! e Witaly, due realtà esperte in questo ambito e attente a questo tema.

 

Punto di riferimento

«Il Touring Club Italiano - ha sottolineato il presidente Franco Iseppi - è sempre stato un soggetto di riferimento. Nel 1931 ha dato alla luce la prima guida enogastronomica del Paese e ancora oggi siamo al passo con i tempi. Siamo produttori di conoscenza».

Turismo lento e silenzioso

Pensiero confermato da Giorgio Palmucci, presidente di Enit-Agenzia nazionale del Turismo, che ha puntualizzato: «Bisogna guardare al futuro e le nostre bellezze devono essere valorizzate sempre di più. La guida è uno strumento di scoperta e la mobilità elettrica si rivela un nuovo modo di vivere il turismo e rientra a pieno titolo nell’ambito del turismo lento e silenzioso».

Food for Soul

Testimonial dell’evento è stata Lara T. Gilmore, presidente della onlus Food for Soul, organizzazione che tra i diversi obiettivi vede il cibo come uno «strumento sociale importante. Un pasto buono, sano, stagionale all’insegna del recupero regala un momento di gioia, è inclusivo e combatte l’isolamento».

Giancarlo Perbellini Touring Club Italiano: la guida “Alberghi e ristoranti d’Italia 2022”

Giancarlo Perbellini

I premi della Guida 2022

Quest’anno il premio della Guida per quanto riguarda il Miglior chef imprenditore nella ristorazione è stato assegnato a Giancarlo Perbellini, cuoco veronese che nel bel mezzo dell’emergenza Covid ha aperto due nuovi locali, uno ad Agrigento e uno sul lago di Garda.

La categoria Stanze italiane ha visto premiati Tenute Pacelli a Malvito (Cosenza), Fiocco di Neve Relais a Limone Piemonte (Cuneo), Chalet nel Doch a Primiero San Martino di Castrozza (Trento), Pieve Suites a Città della Pieve (Perugia).  

La Buona cucina ha premiato Tre Gobbi a Bergamo, Al 4 Pizza a Roncade (Tv), Romanè a Roma, Terracotta ad Agrigento.

Da sempre sensibile al tema del turismo lento, il Touring ha riconosciuto il premio Bike hotel a Curt di Clement a Tirano (Sondrio), Essentia Dimora Rurale a Larino (Campobasso) e Villa Asfodeli a Tresnuraghes (Oristano).  

Il premio Top di domani si guarda al futuro è stato assegnato a Manuel Bouchard del ristorante Fàula a Cerretto Langhe (Cuneo), Alessandro Bellingeri dell'Osteria Acquarol a San Michele/Sankt Michael (Bolzano), Davide Di Fabio del ristorante Dalla Gioconda ai Gabicce Mare (Pesaro-Urbino) e Domenico Marotta del ristorante Marotta a Castel Campagnano (Caserta). Il premio Art hotel è stato assegnato a Dei Pittori di Torino, Antico Borgo di Tabiano Castello di Tabiano Bagni (Parma) e a Palazzo Daniele a Gagliano del Capo (Lecce).

www.touringclub.it

© Riproduzione riservata