Molino Quaglia
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 03 giugno 2020 | aggiornato alle 05:23| 65918 articoli in archivio
HOME     PROFESSIONI     CUOCHI
di Alberto Lupini
direttore
Alberto Lupini
Alberto Lupini
di Alberto Lupini

Nella cucina di Giancarlo Perbellini
convivono originalità e tradizione

Nella cucina di Giancarlo Perbellini 
convivono originalità e tradizione
Nella cucina di Giancarlo Perbellini convivono originalità e tradizione
Pubblicato il 01 dicembre 2015 | 18:08

Lo chef patron di Casa Perbellini racconta le novità del suo ristorante, tra cui una cucina aperta grazie alla quale cuochi e commensali possono dialogare, e un menu con proposte nuove e classici intramontabili

Tra i cambiamenti in atto nella ristorazione e nella cucina in generale, di cui si è parlato al congresso fiorentino della Federazione italiana cuochi, c'è la ricerca di nuovi format e nuovi metodi di presentare il proprio lavoro; il ristorante quindi cambia pelle. È il caso di Giancarlo Perbellini (nelle foto), cuoco bistellato che si è messo in gioco in questo senso, rivoluzionando Casa Perbellini, senza mai dimenticare la sua impostazione classica.

Giancarlo Perbellini

«La mia è una formazione di stampo decisamente classico - dichiara Giancarlo Perbellini - e rimango tradizionalista tuttora, seppur con una punta di modernità. La mia esigenza è stata quella di cambiare totalmente il modo di proporre la cucina gourmet, che a volte va incontro a critiche e ostacoli. Al giorno d’oggi si racconta molto e si fa poco, rischiando di fare scomparire la vera cucina per lasciare spazio a una semplice ostentazione che spesso confluisce in qualche piatto freddo, già preparato».

L’attenzione dello chef deve essere rivolta ai commensali, che hanno esigenze e aspettative ben precise; il compito del cuoco professionista è soddisfarle. Partendo da questi presupposti Giancarlo Perbellini ha creato una cucina aperta, togliendo una parete e avvicinando gli ospiti allo chef. Non si tratta di una semplice cucina a vista, ma di una vera cucina-ristorante.

«Quello che ho fatto è stato riportare il cuoco all’attenzione del commensale - dice Perbellini - così nel mio locale ho letteralmente levato una parete per mostrare ciò che facciamo ai fornelli. La cucina è leggermente scavata cosicché chiunque dei commensali possa parlare o chiedere direttamente ai cuochi spiegazioni circa i piatti nel momento stesso in cui vengono preparati».

Giancarlo Perbellini

La nuova sistemazione ha messo alla prova la brigata di Casa Perbellini, che lavora insieme da anni: «La mia brigata - sostiene Perbellini - che si è spostata da un ristorante all’altro è la stessa da molti anni. Abbiamo avuto delle difficoltà iniziali date dal fatto che non essendoci celle frigorifere risultava complicato fare l'approvvigionamento e la mise en place tutti i giorni, ma dopo 11 mesi posso dire che le abbiamo superate brillantemente e siamo molto soddisfatti».

Questa nuova soluzione strutturale non è l’unica scelta innovativa di Giancarlo Perbellini. Degna di nota è anche la struttura del menu e del servizio. «Abbiamo tra i 18 e i 24 coperti - dichiara Perbellini - e proponiamo tre servizi al giorno: il mezzogiorno, che si compone di due classici, cioè il menu assaggi e “Chi sceglie prova”, ovvero un lunch di mezzogiorno con due portate più il dessert a un prezzo molto competitivi 50 euro».

«Dalle 19.00 alle 20.45 - continua Perbellini - facciamo un pasto che chiamiamo il “veloce”, una proposta che secondo noi attira con maggior facilità il cliente al ristorante, perché a prezzo fisso, e comprendente i due grandi classici di Perbellini, il Wafer al sesamo, tartare di branzino, caprino all’erba cipollina e sensazione di liquirizia e il Guanciale di vitello su puré di patate e porri fritti intervallati da un primo piatto che varia ogni uno/due mesi. Sono inclusi anche della piccola pasticceria, due vini abbinati, un bianco e un rosso, per 80 €. Infine d alle 20.45 in poi riproponiamo i due menu classici ai nostri clienti un ventaglio di proposte più ampio, per una cena a 360°».

Sembra un paradosso ma da Casa Perbellini l’innovazione consiste nel rispetto della tradizione. Nel menu infatti non mancano mai due piatti forti, che hanno reso grande Giancarlo Perbellini. Questo è il segno che dimostra quanto lo chef credi in questi piatti, a differenza di molti altri cuochi che cambiano in continuazione i piatti nel menu. Il rispetto dei classici è la vera novità in controtendenza rispetto alle mode del momento.

«Vorrei che le persone scegliessero il mio ristorante - conclude Perbellini - perché è riconoscibile, nel suo stile e in quello che propone, e il miglior modo che ho di presentarmi credo siano proprio i piatti che hanno reso celebre la mia cucina e il mio locale; il giusto incontro tra modernità e tradizione che regalino ai clienti originalità e al contempo familiarità. Per chi invece desidera provare piatti nuovi è invece possibile provare piatti nuovi ogni mese, con il menu assaggi».


Casa Perbellini
P.zza San Zeno, 16 - 37123 Verona
Tel 045 8780860
www.casaperbellini.it
xbe@casaperbellini.com

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Giancarlo Perbellini Casa Perbellini ristorante Fic congresso

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®