Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 18 gennaio 2022 | aggiornato alle 17:50 | 81096 articoli in archivio

I cuochi della Nic ai blocchi di partenza per le Olimpiadi di cucina di Erfurt

La squadra azzurra del general manager Daniele Caldarulo è pronta a sfidare i campioni uscenti, la Svezia, e tutti gli altri team nazionali che prenderanno parte alle Olimpiadi di cucina di Erfurt. L’Italia scenderà in campo il 22 e il 24 ottobre; cucina fredda, buffet edibile e cucina calda i temi su cui si sfideranno i vari team

20 ottobre 2016 | 14:15

I cuochi della Nic ai blocchi di partenza per le Olimpiadi di cucina di Erfurt

La squadra azzurra del general manager Daniele Caldarulo è pronta a sfidare i campioni uscenti, la Svezia, e tutti gli altri team nazionali che prenderanno parte alle Olimpiadi di cucina di Erfurt. L’Italia scenderà in campo il 22 e il 24 ottobre; cucina fredda, buffet edibile e cucina calda i temi su cui si sfideranno i vari team

20 ottobre 2016 | 14:15

Il 2016 è l’anno delle Olimpiadi. Dopo Rio è la volta di Erfurt, in Germania. Dopo gli atleti, ora tocca ai cuochi di tutto il mondo competere alle Olimpiadi di cucina, in programma dal 22 al 25 ottobre prossimo. A scendere in campo, in rappresentanza del Belpaese, ci sarà la Nazionale italiana cuochi con i suoi team senior e junior.

Un importante appuntamento che segna il completamento di un percorso costruito nel corso del tempo. Numerose le sessioni di allenamento svolte in tutta Italia, durante le quali la Nazionale italiana cuochi ha definito e perfezionato nei minimi dettagli i programmi di gara. Adesso, il momento di affilare i coltelli e scendere in campo è arrivato.



Dopo il risultato ottenuto dall’Italia alle Olimpiadi del 2012, un bronzo nel programma di cucina calda e un argento nel programma di cucina fredda, la squadra azzurra del general manager Daniele Caldarulo è pronta a sfidare i campioni uscenti, la Svezia, e tutti gli altri team nazionali che prenderanno parte alla competizione culinaria (32 squadre senior in totale e 20 junior).

Già in ritiro in Germania, ospiti del Ringberg Hotel, i cuochi hanno iniziato la preparazione pre-gara. Dopo la cerimonia d’inaugurazione del 21 ottobre, si entrerà nel vivo della competizione, quando sarà protagonista l’Italia. Sabato 22 ottobre due appuntamenti nel segno del tricolore italiano. S’inizierà col team senior della Nazionale italiana cuochi che competerà nel “Programma cucina fredda”, con l’allestimento di un tavolo artistico. Il tavolo, allestito per le ore 7.00 di mattina, sarà sottoposto alla valutazione di un pool di giudici. A seguire, dalle ore 14.30 il team junior gareggerà nel “Programma buffet edibile” preparando in 5 ore un buffet freddo e caldo edibile per 12 persone. Durante la degustazione, il programma di gara prevede anche un live cooking, la preparazione dal vivo di un piatto a base di carne.

Lunedì 24 ottobre entrambi i team saranno impegnati nel “Programma cucina calda”. Inizierà il team junior che, a partire dalle ore 7.00 avrà 5 ore a disposizione per preparare un menu caldo da 3 portate, composto da starter, main course e dessert, per 60 persone. Alle 13.00 toccherà, invece, al team senior preparare in 6 ore un menù da 3 portate, per 110 persone. Tutto rispettando il severo regolamento di gara.

A scendere in campo, per la squadra senior la formazione composta dal team coach della Nazionale italiana cuochi Pierluca Ardito e gli chef Lorenzo Alessio, Felice La Forgia, Debora Fantini, Fabio Potenzano, Giuseppe Palmisano. Per la squadra junior, guidata dai coach Gaetano Ragunì e Francesco Gotti, prenderanno possesso del box di cucina i cuochi Salvatore Canargiu, Andrea Tiziani, Aldo Emanuele Scollo, Enrico Lavernier, Patrick Bertoni. A completare la rosa dei cuochi e supportare i lavori dei team, Daniele Caldarulo, Giuseppe Palmisano jr, Mariano D’Onghia, Michelangelo Sparapano, Antonio Ingrao, Arcangelo Fiorillo, Giulia Canneva, Graziano Patanè e Paolo Lotito.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali