Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 22 settembre 2021 | aggiornato alle 23:37 | 78058 articoli in archivio

Sarda, testarda, coraggiosa Laura Casula si racconta

di Carla Latini
09 aprile 2018 | 09:19

Sarda, testarda, coraggiosa Laura Casula si racconta

di Carla Latini
09 aprile 2018 | 09:19

Sono sicura che Maria Laura Casula si trova a suo agio in questi tre aggettivi. L’ho conosciuta da poco ed ho assaggiato i suoi piatti all’agriturismo La Piedra del Sol, aperto 10 anni fa insieme al marito Sergio.

Sono sicura che Maria Laura Casula si trova a suo agio in questi tre aggettivi. L’ho conosciuta da poco ed ho assaggiato i suoi piatti all’agriturismo La Piedra del Sol, aperto 10 anni fa insieme al marito Sergio.

Lo hanno fatto a Gonnesa, in provincia di Iglesias e Carbonia a due passi dal mare, riportando in vita un antico casolare adibito a stalla e deposito di foraggi. Piedra del Sol è un nome magico ed è Sardegna a tutto tondo. Montagne, colline e mare. Lei geometra e lui agente immobiliare, avevano già esperienza in campo di accoglienza e cucina. Invitano amici, parenti e artigiani del luogo per pranzi e cene in allegria. Perché non trasformare tutto ciò in una nuova attività che li porti sempre più vicino alle loro passioni e ai loro sogni? Piedra del Sol è un agriturismo di lusso.

Laura Casula (Sarda, testarda, coraggiosa Laura Casula si racconta)
Laura Casula

Con quel tocco bucolico spontaneo che lo rende unico. Le ricette di Laura nascono dalla storia e dal tempo. Raccontano di farine e semole di grani autoctoni, di paste lavorate a mano, celebri i suoi malloreddus, di pani profumati. Laura è una maestra dell’arte bianca. Ama il mare e i suoi frutti più preziosi come la granseola che trasforma in un piatto generoso. Che è testarda me lo ha confessato Sergio ridendo. «Se si mette in testa una cosa...». Coraggiosa l’ho aggiunto io. L’ho vista in un reality culinario arrivare fino alle semifinali senza mai chiedere aiuto. Proprio come una sarda doc.

Se avete voglia di vivere dentro la Sardegna, quella vera, fra formaggi, vini, grandi piatti e sorrisi, un soggiorno a Piedra del Sol è la scelta giusta.

Da bambina cosa sognavi di diventare?
Un architetto

Il primo sapore che ricordi
Il melograno

Qual è il senso più importante?
L’olfatto

Il piatto più difficile che tu abbia mai realizzato?
La mia prima volta con le mani in pasta a 10 anni: la chiusura dei Culurgiones

Come hai speso il primo stipendio?
Ho comprato il mio primo tecnigrafo professionale

Quali sono i tre piatti che nella vita non si può assolutamente fare a meno di provare?
Pilau (Fregula), Culurgiones, la panificazione col lievito madre

Cosa non manca mai nel frigo di casa tua?
Pecorino stagionato e uovo di tonno

Qual è il tuo cibo consolatorio?
Amo il cibo in tutte le sue sfaccettature, prediligo il salato

Che rapporto hai con le tecnologie?
Abbastanza buono, ma per la mia filosofia di cucina preferisco usare prodotti naturali e le mie manine

All’Inferno ti obbligano a mangiare sempre un piatto: quale?
Brucerei all’inferno, non mangio mai lo stesso piatto. Odio la monotonia

Chi inviteresti alla cena dei tuoi sogni?
Lo so, sono monotona: il mio compagno di vita

Quale quadro o opera d’arte rappresenta meglio la tua cucina?
L’onda, di Paul Gauguin. Potenza, avventura, vita

Se la tua cucina fosse una canzone quale sarebbe?
Non direi una canzone, direi semplicemente la musica che dà il ritmo e l’ispirazione

Per informazioni: www.piedradelsol.org

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali