Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 14 ottobre 2019 | aggiornato alle 21:05| 61441 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     PROFESSIONI     CUOCHI
di Alberto Lupini
direttore
Alberto Lupini
Alberto Lupini
di Alberto Lupini

Bitto, un’eccellenza che cresce
con l'aiuto delle stelle in cucina

Bitto, un’eccellenza che cresce
con l'aiuto delle stelle in cucina
Bitto, un’eccellenza che cresce con l'aiuto delle stelle in cucina
Primo Piano del 20 settembre 2019 | 18:56

In cucina 19 cuochi, sulla carta ben 10 stelle Michelin, protagonista indiscusso il formaggio re della Valtellina: pochi ingredienti per una ricetta ormai tradizionale che anche quest'anno ha garantito il successo per la manifestazione organizzata da Plinio Vanini all'Agriturismo La Fiorida a Mantello (So).

Il Bitto e le Stelle, un'altro appuntamento per rendere omaggio al Re dei formaggi d'Alpeggio lombardi. Un altro numero è però da menzionare, forse ben più importante degli altri: 400, questi gli ospiti accorsi, i quali, con la loro presenza, hanno dato ragione e forza all'obiettivo di Plinio Vanini, titolare de La Fiorida, dare il giusto valore ad un'eccellenza come il Bitto Dop.

«Credo che il segreto che sta dietro al successo di un evento come questo - ha detto Plinio Vanini - sia un intrecciarsi di passione, cuore e capacità. Il merito è di quelle persone che credono nei tuoi stessi progetti e condividono le tue stesse idee. Una squadra di ragazzi fantastici da una parte, un gruppo numeroso di clienti fedeli dall'altra: tutti insieme contribuiscono a diffondere il valore di questo nostro grande formaggio, perché si possa continuare a produrlo per i prossimi 200 anni».

Oltre 400 persone alla serata de Il Bitto e le Stelle (Bitto, piccole eccellenze crescono con l'aiuto delle stelle in cucina)
Oltre 400 persone alla serata de Il Bitto e le Stelle

Chi c'era lo sa: un percorso cominciato dall'ingresso dell'agriturismo a Mantello, proseguito attraverso le produzioni, casearie e del salumificio, de La Fiorida e concluso nelle isole dei singoli cuochi. Un percorso questo che acquisisce un senso più generale quando si va oltre il Bitto, il suo gusto, la sua unicità, per guardare al lavoro di grandi cuochi che, riuniti per una sera, hanno voluto rendere omaggio all'impegno delle persone che ancora oggi mantengono vivi i riti della tradizione agroalimentare, concorrendo così alla salvaguardia, alla valorizzazione e al rilancio di culture e territori.

«Quella del Bitto è una costruzione continua - ha commentato il titolare de La Fiorida - questo formaggio ha bisogno di tanti spazi, non a livello quantitativo, ma qualitativo, da intendersi come remunerazione per chi pratica questo tipo di agricoltura eroica».

Grandi cuochi, nomi di rilievo, stelle ben cucite sulle giacche, storie diverse accomunate dalla stessa passione. Un gruppo capeggiato, come sempre, dall'instancabile presidente Euro-Toques Italia e International Enrico Derflingher: «Un grande evento, una festa straordinaria. Ma soprattutto un'altra occasione per noi cuochi di adempiere alla nostra mission numero uno, raccontare le eccellenze spesso anche nascoste dei singoli territori. Il Bitto è certamente fra queste».

Al centro Plinio Vanini ed Enrico Derflingher (Bitto, piccole eccellenze crescono con l'aiuto delle stelle in cucina)
Al centro Plinio Vanini ed Enrico Derflingher

Rientra in quest'ottica la campagna #stopciboanonimo, che Euro-Toques ha avviato con l'appoggio dell'ex ministro delle Politiche agricole Alfonso Pecoraro Scanio, per tutelare quei prodotti unici troppo spesso imitati e quindi squalificati.

Insieme ad Enrico Derflingher, tanti chef ospiti che hanno contribuito a rendere magica la serata, portando la loro creatività in una sinfonia di incontri tra il "Bitto" e le eccellenze lombarde (e non solo). «Io credo - ha spiegato Plinio Vanini - che eventi come questi siano dei contributi da promuovere. Del resto, quali migliori ambasciatori degli chef stellati per un prodotto così straordinario come il Bitto Dop?». Ecco allora la stella Michelin, consigliere Euro-Toques e padrone di casa Gianni Tarabini (La Preséf - Mantello); la stellata Viviana Varese, recentemente sotto i riflettori per l'apertura di ViVa a Milano; la stella Michelin Alessandro Gilmozzi de El Molin a Cavalese (Tn), delegato regionale Euro-Toques per il Trentino.

Il momento del taglio delle forme di Bitto Dop (Bitto, piccole eccellenze crescono con l'aiuto delle stelle in cucina)
Il momento del taglio delle forme di Bitto Dop

Il socio ET e stella Michelin Tommaso Arrigoni di Innocenti Evasioni a Milano; Alessandro Negrini, due stelle Michelin de Il Luogo di Aimo e Nadia a Milano (recentemente rinnovato), rappresentato durante la serata dal sous chef Nicolò Rizzi; la stella Michelin Roberto Tonola del ristorante Lanterna Verde a Villa di Chiavenna; Fabrizio Girasoli del ristorante Butterfly a Lucca.

L'ospite internazionale Vitor Matos, stella Michelin all'Antiqvvm di Porto; la stella milanese Tano Simonato in Valtellina direttamente dal suo ristorante Tano Passami l’Olio; il ritorno a casa di Franco Aliberti, prima spalla di Tarabini, ora executive ai Tre Cristi di Milano; gli amici da sempre della manifestazione Simone Bonini della Carapina di Firenze e Claudio Gatti della Pasticceria Tabiano.

All'ingresso de La Fiorida (Bitto, piccole eccellenze crescono con l'aiuto delle stelle in cucina)
All'ingresso de La Fiorida

Il pizzaiolo gourmet Renato Bosco, che di recente ha ristrutturato il suo Saporè, quello originario, a San Martino Buon Albergo; Salvatore Butticè de Il Moro Ristorante a Monza; Alfio Colombo del Ristorante Spluga a Sorico; Maurizio Santin della Pasticceria De Vivo a Pompei; Federico Beretta del Feel di Como; i due soci Euro-Toques Marco Valli del The Piz di Saint Moritz e Francesco Cranchi de Il Belvedere di Torno, immancabili quando l'associazione chiama.

I loro piatti, promotori del Bitto Dop, riportano alla mente il legame indissolubile tra quella capacità dei sapori valtellinesi e lombardi di creare una virtuosa e piena integrazione fra agricoltura e turismo e il ruolo che questi stessi sapori potranno avere in prospettiva nei "Giochi invernali Milano-Cortina 2026". Un'altra occasione, un'altra vetrina sulla falsa riga di Expo, per parlare di filiera agroalimentare, di cultura enogastronomica, di territorio.

Ad ogni cuoco il proprio Bitto (Bitto, piccole eccellenze crescono con l'aiuto delle stelle in cucina)
Ad ogni cuoco il proprio Bitto

Per essere più concreti, è stata presentata durante la serata una doppia iniziativa che il Bitto e le Stelle vuole sostenere sino all'accensione della fiaccola olimpica. Da una parte la creazione di una riserva di forme olimpiche di Bitto Dop, cinque forme selezionate (una per ciascun anno) a rappresentare i cinque cerchi olimpici; dall'altra una collezione di ricette d'autore che possano riassumere l'eccellenza della Valtellina.

Tornando poi al Bitto, è la longevità che più di ogni altra cosa lo contraddistingue. Si dice abbia nel proprio nome una millenaria radice celtica. Prodotto esclusivamente in alpeggio durante l’estate, frutto del lavoro di pastori e casari che sapientemente uniscono e lavorano il latte di mucca e di capra, è capace di affascinare per l’evoluzione delle sue caratteristiche durante la stagionatura: dalle più giovani, marchiate a 70 giorni dal Consorzio di Tutela Ctcb, sino alle ultra-decennali, il clou de “il Bitto e le Stelle” rimane sempre il taglio delle forme e la loro degustazione.

Dopo averne apprezzato la versatilità e il carattere nelle declinazioni proposte dagli chef ospiti, un gran finale che riunisce sempre i convenuti attorno a sapori la cui radice affonda nell’agricoltura eroica alpina, rinnovandone il valore, che da generazioni parla di transumanze e mesi di vita spartana d’alpe.

Per informazioni:
www.lafiorida.com
www.eurotoquesit.com

Il Bitto e le Stelle Bitto Dop Valtellina La Fiorida stella Michelin Enrico Derflingher Euro Toques Plinio Vanini tradizione giochi olimpici Milano Cortina cuoco chef evento

RESTA SEMPRE AGGIORNATO! Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail, oppure iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp, oppure ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram.
SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).