ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 27 settembre 2020 | aggiornato alle 15:55 | 68004 articoli in archivio
Rational
Ros Forniture Alberghiere
HOME     PROFESSIONI     CUOCHI

C'è interesse per il “patto d’azione”
che può unire cuochi e ristoratori

C'è interesse per il “patto d’azione” 
che può unire cuochi e ristoratori
C'è interesse per il “patto d’azione” che può unire cuochi e ristoratori
Pubblicato il 13 luglio 2020 | 19:22

Sempre più consenso al messaggio lanciato a Senigallia città gourmet: tutti uniti nel segno dell’Italia. Nella cittadina marchigiana i primi “Stati Generali” dell’ospitalità e dell’accoglienza.

Trova sempre più interesse, fra ristoratori e cuochi, il “patto d’azione” lanciato sabato in occasione in occasione di “Senigallia città gourmet”, svoltasi nell’iconica e suggestiva Rotonda a Mare che è stata teatro della prima importante iniziativa dell’ospitalità italiana. Presenti i più illustri personaggi della ristorazione e dell’accoglienza del Belpaese riuniti nella città rivierasca dall’organizzazione di Tipicità e da Italia a Tavola per esplorare insieme le sfide del futuro. Ne è uscito un vero e proprio “patto d’azione” che punta all’unitarietà della rappresentanza nei confronti del Governo e delle istituzioni preposte a supportare il rilancio italiano nel post pandemia: tutti uniti, realmente, nel segno dell’Italia e puntando su chi davvero può rappresentare, per numeri ed organizzazione, il comparto.

A Senigallia ristoratori e cuochi che fanno squadra - C'è interesse per il patto d’azione che può unire cuochi e ristoratori
A Senigallia ristoratori e cuochi che fanno squadra

L’esemplare “modello Senigallia”, scaturito dalle parole di Mauro Uliassi e Moreno Cedroni - pluristellati Michelin capaci di parlare delle potenzialità del territorio, più che di loro stessi, convinti fautori della “squadra” come antidoto alle attuali difficoltà del settore - aveva fatto da base concreta di questa svolta auspicata. Insieme a loro, la testimonianza del collega tristellato bergamasco Chicco Cerea, un esempio virtuoso dall’epicentro della pandemia, perché nei momenti più bui si è messo a completa disposizione della collettività con il suo prestigioso ristorante.



«Siamo seduti sui nostri giacimenti di petrolio - la provocazione di Roberto Calugi, direttore Fipe - ossia la ristorazione e l’ospitalità, ma spesso non siamo in grado di estrarne i frutti perché disperdiamo l’azione. Occorrono consapevolezza e visione!». Questa un po’ la sintesi di uno stato di fatto che non è colto a pieno dalla politica.

Claudio Sadler, Barbara Settembri ed Enrico Derflingher - C'è interesse per il patto d’azione che può unire cuochi e ristoratori
Claudio Sadler, Barbara Settembri ed Enrico Derflingher

Il coordinamento dell'evento è stato gestito da Angelo Serri, direttore di Tipicità: «Senigallia è una città simbolica e questa è la prima iniziativa post Covid-19 che riunisce i più importanti attori dell’ospitalità e dell’accoglienza». Si tratta degli Stati Generali dell’ospitalità italiana, che hanno registrato lo sprone verso l’unità da parte di opinionisti, come Alberto Lupini, direttore di Italia a Tavola («Unitá vuol dire umiltà di consegnare il messaggio a chi è in grado di rappresentarlo»), e Gioacchino Bonsignore, caporedattore del TG5, il quale ha stigmatizzato la sterile propensione alla protesta di piazza, fine a sé stessa, e gli atteggiamenti autolesionistici di alcuni operatori che non guardano alla qualità come strategia vincente. Un coro unanime al gioco di squadra anche dai presidenti Rocco Cristiano Pozzulo della Federazione Italiana Cuochi, Claudio Sadler dell’associazione “Le Soste”, ed Enrico Derflingher, presidente Euro-Toques Italia ed International, che ha delineato anche il quadro della situazione a livello europeo.

Roberto Calugi, Enrico Derflingher e Angelo Serri - C'è interesse per il patto d’azione che può unire cuochi e ristoratori
Roberto Calugi, Enrico Derflingher e Angelo Serri

Di grande successo anche la “degustazione nutraceutica” proposta nella terrazza della Rotonda da Accademia di Tipicità e Corso di laurea in Scienze Gastronomiche di Unicam, mentre nell’antistante piazzale della Libertà andava in onda lo “street food gourmet”, con l’avveniristica cucina mobile “Venere Nera”. Presentati dai brillanti stimoli di Marco Ardemagni e Filippo Solibello, amici storici di Senigallia con il “Caterraduno”, i giovani e talentuosi chef Barbara Settembri, Sandro Frulla e Niko Pizzimenti hanno presentato l’Adriatico dei Sapori, con gli abbinamenti curati dall’associazione Marchigianamente, tra bibite tradizionali Paoletti e blasonati “campioni” del “Vigneto Marche” proposti da Moncaro, Colonnara, Santa Barbara e Cantina Mazzola.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


cuoco chef ristorazione unione Senigallia Marche Michelin patto dazione Euro Toques Fic Le Soste TG5 Mauro Uliassi Moreno Cedroni Roberto Calugi Chicco Cerea Angelo Serri Rocco Pozzulo Claudio Sadler Alberto Lupini Gioacchino Bonsignore

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®