Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 19 ottobre 2021 | aggiornato alle 06:44 | 78755 articoli in archivio

Il debutto

Mattarella e Macron a cena, dietro ai fornelli c'è Fabrice Desvignes

L'incontro ufficiale fra i presidenti della repubblica di Francia e Italia è stata l'occasione per il debutto del nuovo chef dell'Eliseo: 47 anni, Bocuse d’Or nel 2007, da febbraio ha preso il posto di Guillame Gomez

06 luglio 2021 | 11:13

Mattarella e Macron a cena, dietro ai fornelli c'è Fabrice Desvignes

L'incontro ufficiale fra i presidenti della repubblica di Francia e Italia è stata l'occasione per il debutto del nuovo chef dell'Eliseo: 47 anni, Bocuse d’Or nel 2007, da febbraio ha preso il posto di Guillame Gomez

06 luglio 2021 | 11:13

Sergio Mattarella, Emmanuel Macron e Fabrice Desvignes: sono stati loro - insieme a una parata di star e personalità di spicco - i protagonisti della cena che si è tenuta all’Eliseo lunedì 5 luglio per celebrare l’incontro ufficiale fra i presidenti della repubblica di Francia e Italia. L’occasione giusta per il debutto dietro ai fornelli del cuoco che, a fine febbraio, ha preso il posto di Guillame Gomez (che ha salutato dopo 25 anni di servizio) nella cucina della più alta carica dello stato transalpino. Ma chi è e da dove viene Desvignes?

Un momento del pranzo di stato offerto da Emmanuel Macron a Sergio Mattarella Mattarella e Macron a cena, dietro ai fornelli c'è Fabrice Desvignes

Un momento del pranzo di stato offerto da Emmanuel Macron a Sergio Mattarella


Chi è Frabice Desvignes, il nuovo chef della presidenza francese

Fabrice Desvignes, 47 anni, ha ricoperto in precedenza il ruolo di cuoco presso la presidenza del Senato francese dove ha lavorato per 20 anni prima di diventare lo chef personale di Emmanuel e Brigitte Macron, conquistati da una cucina più leggera e attenta all’apporto nutrizionale proponendo più piatti di pesce e maggiori razioni di verdure e legumi.

Proveniente da una famiglia con le mani in pasta, Desvignes è figlio di una ristoratrice della Francia settentrionale che ha mantenuto la stella Michelin per 35 anni e nipote di una delle prime donne stellate di Francia, Paula Lequy. Dopo aver ottenuto il diploma di tecnico dell’accoglienza, con specializzazione in cucina, ha iniziato la sua carriera come commis nel ristorante di famiglia. In seguito, ha lasciato il nido famigliare per mettersi alla prova nelle cucine di Georges Brlanc e Gérard Ravet prima di mettere piede negli ambienti della politica iniziando dai fornelli del ministero della Difesa.

Nel 2007, il riconoscimento più grande finora: il Bocuse d’Or per la sua ricetta dell’halibut bianco di Novergia e quella del pollo di Bresse.




© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali