Molino Quaglia
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 06 giugno 2020 | aggiornato alle 03:38| 65986 articoli in archivio

Home restaurant, è tempo di regole!
Coperti e incassi annui sotto controllo

Home restaurant, è tempo di regole! 
Coperti e incassi annui sotto controllo
Home restaurant, è tempo di regole! Coperti e incassi annui sotto controllo
Pubblicato il 09 novembre 2016 | 11:44

L’aula della Camera sta discutendo un disegno di legge che riguarda la regolamentazione degli home restaurant. Tra le proposte: fissare un limite annuo di coperti pari a 500, e di guadagni pari a 5mila euro

Che si desideri un menu particolare direttamente a casa, prenotare un tavolo al ristorante dall'app del cellulare, o condividere la fotografia di un piatto sui social network, è ormai evidente quanto la tecnologia abbia influenzato anche il settore della ristorazione, fino al punto che anche dei semplici amatori possono aprire le porte di casa e trasformarla in home restaurant, pubblicando la loro offerta sul web.

Home restaurant tempo di regole Limite di coperti e di incassi annui

Ma se da una parte i clienti traggono molti vantaggi da queste nuove abitudini, dall'altra i ristoratori storcono il naso. Fino ad oggi infatti i cosiddetti home restaurant non sono stati regolamentati a dovere. È nota la libertà con cui un privato può organizzare una cena a casa propria facendosi pagare come al ristorante, ma non avendo l'obbligo di pagare tasse, generando una sorta di concorrenza sleale nei confronti dei professionisti che invece devono sottostare a regole ben precise.

Sembra però che questa deregolamentazione non durerà a lungo; l'aula della Camera ha infatti cominciato a discutere di un disegno di legge, che ha già superato l'esame della commissione Attività produttive. Il disegno di legge mette insieme varie proposte di parlamentari, come quella di porre il limite di 500 coperti l'anno per gli home restaurant, da considerarsi come un'attività saltuaria, che non deve generare incassi superiori a 5mila euro l'anno.

Il pagamento deve essere effettuato tramite sistemi elettronici, così da rendere tracciabile ogni movimento. Inoltre chi deciderà di intraprendere un'attività di questo genere dovrà però rinunciare all'idea di affittare la stessa casa tramite Airbnb. Infine chi non presenta la Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) rischia una multa da 2.500 a 15mila euro.

Si prevede una guerra di posizione tra i ristoratori che si considerano danneggiati e chi invece apprezza questo nuovo sistema di ristorazione. In riferimento al disegno di legge che si sta discutendo, Giambattista Scivoletto, fondatore di HomeRestaurant.com, piattaforma internazionale in rampa di lancio, parla di «sgradevole tentativo di opprimere la libera iniziativa».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


home restaurant tecnologia concorrenza sleale ristorazione Camera disegno di legge regolamentazione incasso coperto

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®