Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 20 novembre 2019 | aggiornato alle 01:10| 62100 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
di Marta Lami e Massimo Artorige Giubilesi
di Marta Lami e Massimo Artorige Giubilesi

Prodotti surgelati e congelati
Come indicarli sui menu

Prodotti surgelati e congelati 
Come indicarli sui menu
Prodotti surgelati e congelati Come indicarli sui menu
Primo Piano del 13 ottobre 2019 | 09:45

Che siano prodotti surgelati e simili o alimenti che possono provocare reazioni allergiche, è obbligatorio aggiungere informazioni chiare sui menu, precise e facilmente comprensibili. Venire meno a questa normativa significa incorrere in sanzioni.

Il 9 maggio 2018 è entrato in vigore il Decreto legislativo n. 231 del 15.12.2017 sulla disciplina sanzionatoria per le violazioni in materia di etichettatura dei prodotti alimentari e le corrette informazioni ai consumatori, prevista dal Regolamento Ue n. 1169/2011 e l’adeguamento di tutta la normativa nazionale alle disposizione di tale regolamento e alla Direttiva 2011/91/Ue.

Prodotti surgelati e congelati o sostanze che provocano allergie e intolleranze sono da segnalare sui menu (Prodotti surgelati e congelati Come indicarli sui menu)
Prodotti surgelati e congelati o sostanze che provocano allergie e intolleranze sono da segnalare sui menu

Per quanto riguarda i prodotti non preimballati serviti nelle attività di ristorazione (ristoranti, bar, fast food, mense...) è richiesto all’Osa (Operatore del settore alimentare) di fornire informazioni obbligatorie in merito a:
  • prodotti surgelati e congelati utilizzati per la preparazione dei piatti;
  • sostanze che provocano allergie e intolleranze, di cui all’Allegato II dal Reg Ue n. 1169/2011
Le indicazioni devono essere precise, chiare e facilmente comprensibili e vanno riportate sul menu a disposizione dei clienti, su cartelli e altri sistemi di comunicazione, anche digitali, presenti nel locale.

Facciamo chiarezza, allora, in merito a quali sono le indicazioni da riportare nei menu per indicare gli ingredienti surgelati o congelati utilizzati per la preparazione dei piatti.

La normativa impone l’esplicita indicazione nel menu di tutti gli alimenti, materie prime ed ingredienti surgelati e congelati. Nello specifico vanno riportate chiare informazioni in merito:
  • alle materie prime acquistate surgelate dai fornitori, somministrate tal quali o utilizzate per la preparazione dei piatti in somministrazione;
  • agli ingredienti/semilavorati sottoposti a raffreddamento rapido fino a temperature negative (-18°C) mediante l’uso di un abbattitore rapido di temperatura adeguato e mantenuti a temperature di -18°C in confezioni idonee, sigillate e identificate fino al momento dell’utilizzo.

Si tratta di quelle materie prime fresche acquistate dall’Osa per le preparazioni quotidiane, sottoposte ad abbattimento rapido a temperature negative presso il proprio locale, tramite l’uso di un abbattitore, per favorirne la corretta conservazione, o per un utilizzo in periodi di non stagionalità, e garantire un prodotto nel menu in tutto l’arco dell’anno.

Tali indicazioni possono essere fornite mediante l’uso di un simbolo chiaro, posizionato vicino all’alimento specifico e riportando in testa o in calce in ogni pagina del menu un’indicazione (a caratteri leggibili) che specifichi il significato di tale simbolo. In alternativa è possibile riportare un elenco completo ed esaustivo di tali alimenti, che dovrà essere aggiornato.

Le sanzioni
Il Decreto legislativo 231/2017 nasce dall’esigenza di stabilire le sanzioni specifiche a fronte dell’errata o incompleta comunicazione delle informazioni verso il consumatore finale. Questa necessità si traduce in sanzioni economiche anche rilevanti.

L’art. 8 prevede, infatti, sanzioni da mille a 8mila euro nel caso di denominazione dell’alimento ed indicazioni specifiche non conformi alle disposizioni di cui all’Allegato VI del Reg CE 1169/2011.

È ammesso:
  • il pagamento in misura ridotta (doppio del minimo o un terzo del massimo) entro 60 giorni dalla contestazione ai sensi dell’art. 16 Legge 679/81;
  • ulteriore riduzione del 30% se il pagamento è effettuato entro 5 giorni dall’emissione della sanzione;
  • l’adozione della sola diffida a provvedere entro 20 giorni alla regolarizzazione senza applicazione di sanzioni, nel caso in cui vengono contestate per la prima volta le sanzioni sanabili ai sensi dell’art. 1, comma 3 del Decreto Legge n. 91/2014.

Per informazioni: www.giubilesiassociati.com

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


congelato surgelato allergia intolleranza menu ristorante segnalazione asterisco abbattimento ristorante norma sanzione

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).