Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 21 ottobre 2019 | aggiornato alle 15:57| 61563 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
di Sergio Cotti
Sergio Cotti
Sergio Cotti
di Sergio Cotti

Alberghi, ipotesi Iva al 23%
Michielli: «Così noi fuori mercato»

Alberghi, ipotesi Iva al 23% 
Michielli: «Così noi fuori mercato»
Alberghi, ipotesi Iva al 23% Michielli: «Così noi fuori mercato»
Primo Piano del 10 settembre 2019 | 12:09

Il presidente di Federalberghi Veneto reagisce all'ipotesi avanzata da alcuni parlamentari del Movimento 5 Stelle. Il provvedimento potrebbe vedere la luce nella Legge di Bilancio. La misura riguarderebbe solo la parte degli incassi percepiti in contanti, che rappresentano il 10% del totale.

La proposta arriva come un fulmine a ciel sereno e se davvero si concretizzasse, sarebbe un’autentica stangata per gli albergatori. Mentre da una parte la politica sta discutendo su come sterilizzare l’aumento dell’Iva a partire dal 1° gennaio, dall’altra si fa largo l’ipotesi di aumentare questa imposta per alcuni settori, quelli ritenuti dal Movimento 5 Stelle “a maggior rischio evasione”, come ristoranti, alberghi e lavori di manutenzione in casa. Come? Disincentivando l’uso del contante.

L'aumento dell'Iva non riguarderebbe i pagamenti online (Alberghi, ipotesi Iva al 23% Michielli: «Così noi fuori mercato»)
L'aumento dell'Iva non riguarderebbe i pagamenti online

Il piano è quello di aumentare l’Iva dal 10 al 23% solo a chi paga in contanti, prevedendo al contrario un meccanismo di rimborso per chi utilizza bancomat e altri strumenti tracciabili. Una misura che, a detta degli esponenti della maggioranza, andrebbe inserita nel contesto di lotta all’evasione fiscale.

Marco Michielli (Alberghi, ipotesi Iva al 23% Michielli: «Così noi fuori mercato»)
Marco Michielli

Al momento si tratta solo di un’ipotesi, tanto basta, però, per suscitare la reazione degli operatori del settore, che innanzitutto non hanno alcuna intenzione di essere bollati come “evasori”: per il presidente di Federalberghi Veneto, Marco Michielli, si tratta di un «incubo di una notte di fine estate. Spero che sia una boutade - dice - ma il problema è bloccarla subito, perché non vorrei che qualcuno si affezionasse all’idea e andasse avanti».

L’aumento dell’Iva del 13% riguarderebbe solo la parte degli incassi percepiti in contanti, vale a dire circa il 10% del totale degli incassi. Ma per la categoria sarebbe comunque devastante, soprattutto in termini di competitività, al punto che in tanti già iniziano a preoccuparsi: «Anche solo un aumento del 3% - continua Michielli - ci butterebbe fuori mercato, più di quanto non lo siamo già ora. Questo è tra l’altro il primo anno in cui si prospetta un calo dei fatturati e delle presenze, dopo anni di crescita, per effetto del rientro sul mercato di Paesi con una competitività con la quale noi non ci possiamo misurare. Quello che chiediamo è sgravarci fiscalmente, ma se la risposta è questa, non possono far altro che allargare le braccia».

sindacato Marco Michielli aumento iva alberghi federalberghi veneto accoglienza movimento 5 stelle governo legge di bilancio

RESTA SEMPRE AGGIORNATO! Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp - Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram - Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).