ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 27 settembre 2020 | aggiornato alle 14:35 | 68004 articoli in archivio
Castel Firmian
Ros Forniture Alberghiere
di Marco Reitano
presidente Noi di Sala
Marco Reitano
Marco Reitano
di Marco Reitano

Degustare il vino online
Manca l’emozione...

Degustare il vino online 
Manca l’emozione...
Degustare il vino online Manca l’emozione...
Pubblicato il 20 giugno 2020 | 09:06

Durante i mesi di lockdown il personale di sala dei ristoranti non è rimasto con le mani in mano. Ma la formazione a distanza su un tema come quello del vino manca dell’aspetto emozionale.

La quarantena mi ha fatto lavorare... in smart working! Ve lo immaginate voi il sommelier di un ristorante in smart working? Se non riuscite ad immaginarlo proverò a ricostruire la scena. Allora, sono stato a casa, come tutti, e di bottiglie di vino ne avevo in abbondanza. Sarebbe stata per molti una condizione perfetta, ma mancava lui: il cliente. Stappare una bottiglia di vino da solo è tristissimo: il vino è condivisione. Al ristorante, durante il lavoro, l’interagire con gli appassionati, lo scambio di idee, gli sguardi, arricchiscono una dinamica unica, imprevedibile e impagabile.

La degustazione del vino ai tempi dello smart working

Qualche bottiglia a casa l’ho stappata, ma niente, mi mancavano anche loro, i miei colleghi di lavoro... Già, c’è un gruppetto di ragazzi ventenni che si impegnano tantissimo tutti i giorni con l’ambizione di diventare futuri professionisti della sala e sono fantastici. Durante la serata ho la fortuna di stappare bottiglie esclusive fra i vari tavoli e da quel momento in poi loro sperano che il cliente ne lasci anche solo un mezzo bicchiere da assaggiare a fine servizio: con entusiasmo e curiosità mi chiedono sempre il permesso per farlo e mi sono mancati moltissimo.

Detto questo, il lockdown mi ha finalmente dato almeno l’opportunità di andare a dormire presto la sera: ma me la sono goduta. Si sa, il metabolismo di chi lavora nella ristorazione è spesso “capovolto” tra il giorno e la notte. Normalmente, terminato il servizio serale, mi metto in auto verso casa e sono quasi sempre le 2 del mattino. A quell’ora sono stanco morto, sì, ma quel momento è comunque speciale: ci si gode la quiete, tutti dormono, le strade sono deserte e la sensazione più viva è quella di libertà. Mi è mancata!

Ho cercato però il più possibile di non annoiarmi. E tra i tanti impegni, ad esempio, ho tenuto docenza online ad una classe di 30 studenti. Anche in questo caso però un senso di vuoto mi ha pervaso: non ho potuto cogliere le loro emozioni come quando interagisco dal vivo, carpire il loro stato d’animo, il loro interesse. Come parere personale, credo che l’uomo non sia fatto per lavorare da solo, tanto meno un uomo di sala che purtroppo, o per fortuna, non potrà mai essere uno smart worker.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


maitre iat italiaatavola sala servizio di sala noi di sala formazione a distanza degustazione vino sommelier smart working ristorante

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®