Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 01 aprile 2020 | aggiornato alle 20:39| 64528 articoli in archivio
Rotari
Rational
HOME     PROFESSIONI     PASTICCERI
di Luana Locatelli
Luana Locatelli
Luana Locatelli
di Luana Locatelli

Il più grande pasticcere Antonio Daloiso:
«La televisione mi ha aperto un mondo»

£$Il più grande pasticcere$£ Antonio Daloiso: 
«La televisione mi ha aperto un mondo»
£$Il più grande pasticcere$£ Antonio Daloiso: «La televisione mi ha aperto un mondo»
Pubblicato il 09 marzo 2016 | 17:11

Il pasticcere AMPI, Antonio Daloiso racconta la sua esperienza davanti alle telecamere e non nega che la televisione gli abbia dato una grande spinta, anche se non devono mai mancare talento e competenze

Da quando la cucina ha invaso i palinsesti televisivi, i cuochi sono diventati delle “star”. Non sono da meno i pasticceri, che soprattutto nell’ultimo periodo sono protagonisti di “dolci” trasmissioni tv, come “Il più grande pasticcere”. Il vincitore della prima edizione, Antonio Daloiso (nella foto) (maestro pasticcere AMPI) racconta la sua esperienza e le origini della sua passione per la pasticceria.

Antonio Daloiso

«Sicuramente per me quest’esperienza ha significato tanto», dice Daloiso. «I riflettori della televisione sul mondo della pasticceria sono molto importanti perché aiutano ad arrivare a tutto quel pubblico che non riusciresti a raggiungere in altre maniere. Io avevo già un negozio, avevo già affrontato un campionato mondiale, provengo da una famiglia di pasticceri, ero già in AMPI, quindi il mondo della pasticceria per me era un mondo conosciuto; ma la televisione mi ha aperto un mondo nuovo, un’idea. Facendo pubblicità su un social o per carta si può arrivare a mille, 2mila, 3mila persone. Quando vai in onda raggiungi 4milioni di persone, contemporaneamente 4milioni di persone ti guardano, da lì sono nate parecchie proposte ed è iniziata una scalata verso tutto quello che è venuto dopo».

Diventare pasticcere non è un compito facile; il percorso è lungo e di certo faticoso, ma Antonio Daloiso era destinato a fare carriera in questo campo. C’è chi culla una passione dentro di sé e poi decide di renderla un lavoro vero, e chi invece nasce e cresce in una realtà che poi segna il suo futuro.

«Di solito una persona fa questi lavori perché dice “mi è nata dentro una passione” - spiega Daloiso - io al contrario penso di esserci nato con una passione dentro, perché mio papà ha una pasticceria, la quale era già prima di suo papà, e si trova nello stesso posto dal ’63. Quando si è con i genitori poi però, le mura sono diventano“strette”, si litiga… Io sono uscito di casa a 17 anni, quando sono tornato avevo 22 anni e ho deciso di aprire un mio negozio».

«Non c’è un dolce tipicamente nord-barese - conclude Antonio Daloiso - io sono pugliese, sono di Barletta, e non c’è un dolce tipico barlettano. Abbiamo dei dolci tipici delle ricorrenze, ma non dolci che ci caratterizzino. Parecchi dolci che facciamo sono dei nostri cavalli di battaglia, ma uno che ci caratterizza come negozio, come marchio, è “Africa”, il dolce che abbiamo creato per la finale de “Il più grande pasticcere”, e da lì l’abbiamo portato avanti, ora è diventato un vero marchio di fabbrica, ne produciamo più di 200 la settimana».

Foto: Riccardo Melillo

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Antonio Daloiso AMPI Simposio Tecnico AMPI Il piu grande pasticcere televisione

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®