Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 30 marzo 2020 | aggiornato alle 15:54| 64459 articoli in archivio
Rotari
Pentole Agnelli
HOME     PROFESSIONI     PASTICCERI

“Pass121”, collettivo di cucina dolce
Pasticceria d’autore nella ristorazione

“Pass121”, collettivo di cucina dolce 
Pasticceria d’autore nella ristorazione
“Pass121”, collettivo di cucina dolce Pasticceria d’autore nella ristorazione
Primo Piano del 23 aprile 2016 | 10:46

Undici giovani volenterosi accomunati dalla passione per la pasticceria, per le tecniche e per l’emozione che un dolce è in grado di suscitare. È nato con queste premesse Pass121, il collettivo di cucina dolce italiana, che punta sull’utilizzo di materie prime nobili, poche lavorazioni, per dare la massima armonia al dessert

È nato da poche settimane un nuovo progetto dedicato alla pasticceria nella ristorazione: si tratta di “Pass121”, un collettivo di cucina dolce italiana composto da 11 appassionati professionisti sparsi in tutta Italia, che hanno unito le proprie forze e le proprie esperienze per dare identità al proprio ruolo e al proprio saper fare. Ecco i loro nomi: Beppe Allegretta, Giuseppe Amato, Daniele Bonzi, Domenico Di Clemente, Loretta Fanella, Fabrizio Fiorani, Luca Lacalamita, Antonino Maresca, Antonio Montalto, Mario Peqini, Galileo Reposo.



Un gruppo di giovani pieni di entusiasmo, esperti di cucina, di lievitazione e di pasticceria italiana, che lavorano in cucina ma seguono le tecniche di pasticceria. Sono poco “visibili”, forse, agli occhi del cliente, ma il risultato del loro lavoro, il dessert al piatto, non manca di farsi apprezzare.

I principi-guida del collettivo Pass121 sono:
  • la PASSIONE per la cucina dolce,
  • l’ALCHIMIA di consistenze, sapori ed esperienze,
  • la capacità tecnica nella cura del cibo, secondo principi SCIENTIFICI,
  • l’ambizione di riuscire a far vivere un SOGNO.

Il loro è un lavoro a metà strada tra il banco della pasticceria e la cucina del ristorante: dei pasticceri condividono le tecniche e ne apprezzano le strutture, degli chef amano la visione e lo stupore che sanno indurre. I giovani di Pass121 risuonano armonici a tutti questi stimoli, rispettosi, attenendosi alle regole della brigata, per fornire con discrezione la propria professionalità.



Il collettivo è animato da uno spirito comune, dal desiderio di ricerca in collaborazione, dalla volontà di tracciare percorsi a tecnica mista, non costretti nei vincoli della produzione laboratoriale o nella visione edonistica di un particolare maestro di cucina. Si dà valore alla fragilità oltre che alla sicurezza, si cerca di trovare l’equilibrio nell’istante oltre che nella permanenza, sfruttando la conoscenza per destrutturare oltre che per ordinare.

Ma che cosa significa esattamente il nome Pass121? «Siamo 11 pasticceri e ci siamo riuniti per mettere in primo piano la passione per la pasticceria», spiega Mario Peqini (nella foto, a destra). «Infatti l’acronimo “Pass” sta per Passione, Alchimia, Scienze e Sogno, che sono i quattro elementi fondamentali in un pasticcere. “121” sono invece i gradi centigradi della meringa all’italiana, che va cotta appunto a 121°C. In questo modo abbiamo voluto dare una connotazione italiana al nostro gruppo. Cerchiamo sempre di utilizzare nelle nostre preparazioni prodotti nazionali, giocando sui sapori, dando un gusto e un carattere particolari per riuscire ad emozionare il commensale».

Beppe Allegretta, Galileo Reposo e Mario Peqini
Beppe Allegretta, Galileo Reposo e Mario Peqini

«Noi siamo pasticceri da ristorazione - prosegue Galileo Reposo (nella foto, al centro) - 11 ragazzi giovani, volenterosi, sparsi in tutta la Penisola: 4 a Milano, 3 a Firenze, uno a Parma, 2 Roma e uno a Napoli. L’idea è proprio far vedere quello che è il ruolo del pasticcere da ristorazione».

Il ruolo dei pasticceri da ristorazione è legato anche ad una grande responsabilità: il dessert è il piatto che conclude il pasto, e per questo ha il compito di chiudere in bellezza il menu servito e soprattutto lasciare nel cliente un ottimo ricordo del ristorante. «Se si utilizza della materia prima nobile - sottolinea Beppe Allegretta (nella foto, a sinistra) - non c’è bisogno di lavorarla tanto, quindi bisogna solo basarsi sui sapori e sulle tecniche che si hanno in pasticceria per chiudere il pasto in modo perfetto. Quindi materia prima nobile, poche lavorazioni, poche tecniche, quelle giuste, quelle che servono a dare armonia al dessert. E poi sarà il cliente a darci il responso finale, perché a differenza della pasticceria da banco, in quella da ristorazione si ha un riscontro diretto, se piace o meno. Sulla base di ciò che il cliente ci dice, noi cerchiamo in tutti i modi di migliorarci ogni giorno».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Pass121 pasticceria da ristorazione dolce dessert ristorante collettivo Beppe Allegretta Giuseppe Amato Daniele Bonzi Domenico Di Clemente Loretta Fanella Fabrizio Fiorani Luca Lacalamita Antonino Maresca Antonio Montalto Mario Peqini Galileo Reposo

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®