Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 13 agosto 2020 | aggiornato alle 11:23| 67200 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     PROFESSIONI     PIZZAIOLI

Non ha "schiaffeggiato" la pizza
Collovigh rischia il titolo mondiale

Non ha
Non ha "schiaffeggiato" la pizza Collovigh rischia il titolo mondiale
Pubblicato il 19 aprile 2019 | 15:59

Tanta fama, tanta attenzione e più si rischia di scovare irregolarità. È il destino della pizza, che genera discussioni su chi la faccia meglio, ma soprattutto su chi rispetta davvero la tradizione. L’ultimo episodio risale all’ultimo Campionato mondiale della pizza di Parma. Motivo del contendere: la preparazione della Pizza napoletana Stg.

I fatti: siamo al 28° Campionato mondiale della pizza - svoltosi a Parma dal 9 all'11 aprile scorsi - e Lorenzo Collovigh trionfa nella categoria “Pizza napoletana Stg”, dove per Stg s'intende Specialità Tradizionale Garantita. A una decina di giorni di distanza però, Attilio Albachiara - presidente dell’associazione Mani d’Oro, Patron del Trofeo Pulcinella, due volte Campione del Mondo nella medesima categoria - chiede la revoca del titolo al vincitore e la cancellazione dello stesso dall’albo Stg. Oltre al suo curriculum professionale, vanno ricordati anche almeno altri due precedenti simili nei quali Albachiara si è esposto chiedendo revoche di titoli a pizzaioli campioni del mondo, o muovendo critiche - anche piuttosto pepate - nei confronti di colleghi. A questo punto, se tre indizi fanno una prova, sembra essere lecito pensare che sia in cerca di visibilità.

(«Senza schiaffi né cappello non è Pizza napoletana Stg!»)

Decisiva la “prova televisiva” o, per rimanere al passo coi tempi e mantenere la metafora calcistica, il Var. Albachiara ha analizzato i filmati delle esibizioni dei vari vincitori e, nel corso dell’esibizione, Collovigh avrebbe più volte violato il Disciplinare di produzione della Stg previsto dal ministero delle Politiche agricole.

Cosa avrà mai combinato il vincitore? Nell’ordine, espresso dall’accusa: manipolazione dell’impasto e stesura della pizza dal momento che Collovigh non si è attenuto all’arte di stendere la pizza con lo schiaffo; Collovigh non indossava il cappello; Collovigh ha utilizzato l’olio in un biberon di plastica senza indicare se l’olio fosse Dop o meno. Inoltre, il disciplinare prevede l’utilizzo della bottiglia o dell’agliara; quantità di olio utilizzata perché Collovigh ha utilizzato il metodo “a fontana”, mentre il disciplinare ne impone un cucchiaio.

Attilio Albachiara («Senza schiaffi né cappello non è Pizza napoletana Stg!»)
Attilio Albachiara

«Le clamorose violazioni al disciplinare della Pizza Napoletana Stg - dichiara il maestro pizzaiolo Attilio Albachiara - mi inducono a chiedere la revoca del titolo di Campione del Mondo di categoria per il signor Lorenzo Collovigh e la relativa cancellazione dello stesso dall’albo dei vincitori. Inoltre, fatta salva la più totale serietà e la impareggiabile trasparenza dell’organizzazione del Campionato Mondiale di Parma, mi preme stigmatizzare l’operato degli ispettori di gara. La Giuria esterna, profumatamente pagata da una organizzazione seria e trasparente come quella di Parma, essendo certificatrice della Specialità Tradizionale Garantita, non può e non deve lasciarsi sfuggire questi errori. Conferire il titolo di Campione del Mondo “Pizza Napoletana Stg” a una persona che ha dimostrato di ignorare il disciplinare è una ignobile offesa sia per i pizzaioli in gara, sia per tutta la categoria che quotidianamente lavora rispettando le regole imposte dal Ministero per le Politiche agricole. Al signor Collovigh, che, poco dopo la vittoria, si è lasciato andare sui social anche ad offese gratuite rivolte ai colleghi, consiglio di studiare ed imparare a memoria il disciplinare e gli diamo noi appuntamento tra venti anni per vedere se ha ben studiato. Poiché, come capita durante le partite di calcio, anche se l’arbitro sbaglia, il risultato rimane invariato e il match non viene ripetuto, chiedo che il signor Collovigh rimanga sì campione morale, ma che, per rispetto di quei pizzaioli che hanno dimostrato di conoscere e seguire le regole, il suo nome non venga trascritto negli elenchi dei Campioni Stg. Qualora, questa richiesta dovesse rimanere inascoltata, faremo valere nelle sedi più opportune la ragioni di tutti i pizzaioli rispettosi delle regole».

Per ora quella di Albachiara resta una richiesta sulla carta. Se l'organizzazione del Campionato del mondo deciderà si avviare un procedimento a carico del vincitore, saremo senz'altro i primi a renderne notizia.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


pizza pizzeria pizzaiolo pizza napoletana stg campionato mondiale della pizza disciplinare Lorenzo Collovigh Attilio Albachiara

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®