Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 30 novembre 2022  | aggiornato alle 17:17 | 89894 articoli in archivio

La giovane leva Corrado Bombaci vuol raccontare la Pizza Siciliana

I riconoscimenti ottenuti sono già molti dal giovane pizzaiolo di Villa Zuccaro, oggi tra i 12 semifinalisti del sondaggio Personaggio dell'anno di Italia a Tavola. Corrado lavora con umiltà, ma ha un sogno nel cassetto: «Spero tanto un giorno di creare una vera pizza siciliana da dedicare alla mia terra».

di Claudio Zeni
 
09 gennaio 2021 | 12:30

La giovane leva Corrado Bombaci vuol raccontare la Pizza Siciliana

I riconoscimenti ottenuti sono già molti dal giovane pizzaiolo di Villa Zuccaro, oggi tra i 12 semifinalisti del sondaggio Personaggio dell'anno di Italia a Tavola. Corrado lavora con umiltà, ma ha un sogno nel cassetto: «Spero tanto un giorno di creare una vera pizza siciliana da dedicare alla mia terra».

di Claudio Zeni
09 gennaio 2021 | 12:30
 

Villa Zuccaro a Taormina, una villa in pietra del XVII secolo, circondata da un verdeggiante e rigoglioso giardino sempre curato, è il "sancta sanctorum" del giovane Corrado Bombaci, miglior pizzaiolo nella finale di Londra del 2019 il cui sogno è quello di lanciare la Pizza siciliana, in omaggio alla sua terra. Corrado è tra i 12 semifinalisti del sondaggio di Italia a Tavola, Personaggio dell'anno dell'enogastronomia e dell'accoglienza - categoria Pizzaioli (clicca qui per votare).

Corrado Bombaci - La giovane leva Corrado Bombaci vuol raccontare la Pizza Siciliana

Corrado Bombaci - foto: Sikily News

Corrado, nonostante la tua giovane età sei tra i 12 semifinalisti del sondaggio di Italia a Tavola. Cosa provi?
Provo una grande gioia e una grande soddisfazione nel vedere il mio nome accanto a quello di personaggi che contribuiscono, quotidianamente, a tenere alta la bandiera dell’enogastronomia italiana. Questo mi ripaga di tutti i sacrifici fatti fino ad adesso per cercare di crescere professionalmente e diventare sempre più bravo nella mia professione.

Raccontaci la tua storia da pizzaiolo. Quando è nato l’amore per questo mestiere?
Ero un ragazzino di appena 12 anni quando un giorno, trovandomi in uno stabilimento balneare di Avola, il proprietario mi propose un lavoro di aiuto pizzaiolo. Con grande entusiasmo e con il consenso dei miei genitori ho iniziato questa mia avventura. La mattina andavo a scuola all’Istituto magistrale di Noto e la sera a lavorare. Da subito ho provato una grande passione per questo lavoro ed ho cercato di capire le tecniche ed i segreti per realizzare una buona pizza. A distanza di qualche anno sono arrivati i primi complimenti da parte dei clienti che per me sono stati la benzina per andare avanti in questo mestiere, con grande umiltà, cercando di fare meglio, giorno dopo giorno. Dopo il diploma ho iniziato a lavorare in diverse pizzerie di Avola e Noto, frequentando nel contempo corsi di aggiornamento relativi alle diverse qualità delle farine, ai diversi impasti e alle materie prime per realizzare pizze di qualità. Successivamente è arrivata una proposta di lavoro in una pizzeria vegana di Siracusa, dove ho conosciuto la chef Roberta Rinci, adesso mia compagna di vita, e grazie a lei ho avuto modo di conoscere Giorgio Di Pasquale, proprietario di Villa Zuccaro di Taormina, che conoscendo il grado di professionalità acquisito, mi ha proposto un lavoro di primo piazzaiolo e responsabile di Villa Zuccaro. Da quel momento lo scenario per me è cambiato radicalmente. Oggi continuo, con l’umiltà di sempre, a fare questo lavoro con la stessa passione. Ma questo non è ancora il mio punto di arrivo. Spero tanto un giorno di creare una pizza siciliana da dedicare alla mia terra e per far si che, oltre alla pizza napoletana, si inizi a parlare anche di pizza siciliana.

Sei stato Miglior pizzaiolo 2019 a Londra con la tua Pizza Pugliese. Raccontaci quali sono le caratteristiche di questa pizza e il perché di questo nome.
La pizza Pugliese nasce per omaggiare i prodotti eccellenti di alcune regioni italiane. Infatti, per la preparazione vengono utilizzati pomodori secchi di Sicilia, pomodoro San Marzano della Campania, Prosciutto crudo di Parma e qualche foglia di basilico. Elemento caratterizzante di questa pizza è la burrata pugliese. Da qui il nome che omaggia una bellissima regione come la Puglia. I colori che risaltano in questa prelibatezza sono quelli della bandiera italiana. L’impasto è l’elemento principale che mi ha portato a ricevere diversi consensi, come nel 2018 il terzo posto nel Giro Pizza d’Europa tenutosi a Riva del Garda, nel 2019 il riconoscimento Pizza più bella e più votata sui social, in una competizione organizzata da una rivista napoletana, poi il titolo di Miglior pizzaiolo italiano e campione europeo a Londra. Due secondi posti a Palermo e Siracusa.

La Pizza Pugliese - La giovane leva Corrado Bombaci vuol raccontare la Pizza Siciliana
La Pizza Pugliese - foto: My Social Recipe

Qual è la pizza che si identifica meglio col tuo carattere?
La Pizza Margherita. Pizza semplice, che rispecchia il mio carattere umile, credibile, affidabile e soprattutto rispettoso degli altri.

Il segreto per essere un bravo pizzaiolo?
Lavorare con passione ed usare prodotti di prima qualità.

La pizza must del tuo locale?
La pizza preferita è la Regina di Bronte condita con salsa di pomodoro San Marzano che presenta un’acidità molto bilanciata, crema di pistacchio Dop di Bronte, mozzarella di bufala campana, prociutto crudo di Parma 24 mesi e impasto, che si presenta scioglievole e leggero in bocca. Una pizza molto invitante, che facciamo arrivare al tavolo fumante, con i condimenti in equilibrio fra loro e disposti con cura.

Uno slogan per farti votare?
Se ritenete opportuno dare voce ad una giovane leva dell’enogastronomia italiana, votate Corrado Bombaci!

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       

10/11/2022 09:20:07
1) Il migliore amico di tutti
Corrado e un grande amico, e soprattutto un grande pizzaiolo la sua pizza e buonissima che mangi senza, problemi tutti i giorni e sempre la più bella.
Pietro Tropea trovo



Webinar Algida

RCR

Devely Kikkoman